Troponina e Troponine cardiache

Introduzione

La troponina è una proteina fondamentale per la contrazione muscolare (il meccanismo con cui agisce è ampiamente illustrato in questo articolo dedicato all'interazione tra actina e miosina).

Le troponine cardiache sono particolari isoforme presenti esclusivamente nei miociti cardiaci. Pertanto un loro incremento nel siero testimonia inequivocabilmente un aumentato rilascio da parte del tessuto miocardico, che a sua volta suggerisce la presenza di un danno cardiaco o perlomeno di un'importante sofferenza del cuore.

Cause di troponine cardiache alte

I livelli di troponine cardiache si elevano in presenza di infarto, ischemia cardiaca, angina pectoris, malattie cardiache infiammatorie, eventi trombotici coronarici, assunzione di farmaci cardiotossici, cardiopatie ipertensive e tachicardia severa. La presenza di alti livelli di troponine nel sangue è associata anche a cause extra-cardiache, come l'ipotiroidismo, l'ipertensione e l'embolia polmonare, l'ictus, la preeclampsia, lo shock settico, la cirrosi epatica, l'anemia severa e le gravi disfunzioni renali. Troponina e Troponine cardiacheVa detto comunque che molte di queste condizioni hanno ripercussioni importanti anche a livello cardiaco, il che giustifica il rialzo di markers così sensibili e specifici. Anche uno sforzo fisico particolarmente intenso, come quello a cui si sottopongono i maratoneti od i triatleti, può accompagnarsi ad un rialzo significativo delle troponine cardiache nel siero.

Il valore plasmatico di troponina cardiaca nei soggetti normali è pressoché uguale a zero. In caso di infarto miocardico, la Troponina T (una delle tre subunità che compongono la troponina) inizia ad aumentare nel siero dopo poche ore, raggiunge valori massimi verso la diciottesima ora dall'insorgenza del dolore e rimane elevata fino a circa 14 giorni. Difronte ad un dolore cardiaco di causa ignota, il dosaggio della troponina cardiaca nel siero (troponina T o I a seconda dei laboratori), aiuta quindi a stabilire la presenza o l'assenza di un danno cardiaco. Ad ogni modo l'interpretazione dei valori dei markers di ischemia miocardica (mioglobina, CK-MB e troponine cardiache) deve essere condotta valutando attentamente e globalmente l'intero contesto anamnestico-clinico e strumentale.



ARTICOLI CORRELATI

CK-MB - Creatinchinasi MBLa creatinchinasi-MB sierica, più semplicemente CK-MB, è un'isoenzima della creatinchinasi concentrato soprattutto a livello del...AngiografiaL'angiografia è un esame radiologico che consente di visualizzare determinati distretti vascolari, al fine di studiarne morfologia...Procedure diagnostiche per le malattie e i problemi cardiaciQuali sono le procedure diagnostiche per l'individuazione dei problemi cardiaci? Che cosa prevedono? Attualmente le patologie di cuore...Emoglobina FetaleNei globuli rossi del feto è possibile identificare una forma di emoglobina diversa da quella dell'adulto. Dal punto di vista strutturale...Insufficienza CardiacaL'insufficienza cardiaca consiste nell'incapacità del cuore di fornire una quantità adeguata di sangue rispetto alle normali esigenze...Frequenza cardiacaAmpia raccolta di articoli sulla frequenza cardiaca e sul suo utilizzo come parametro di allenamento ed indice di salute cardiovascolare...Angina pectoris Il termine Angina Pectoris deriva dal latino Angina=dolore e Pectoris=petto. Si tratta, in effetti, di una sindrome caratterizzata...Cardiofrequenzimetro Il cardiofrequenzimetro: Cos'è? Il cardiofrequenzimetro è un semplice dispositivo in grado di rilevare istantaneamente...Dieta e infarto Dopo aver subìto un infarto, il rispetto di alcune semplici regole alimentari diviene di fondamentale importanza per recuperare...La Cardiopatia ischemical cuore, come gli altri organi del corpo umano, per vivere e funzionare correttamente necessita delle giuste dosi di ossigeno e nutrienti...Frequenza cardiaca per dimagrire Questo articolo ha lo scopo di chiarire una volta per tutte qual è la frequenza cardiaca ideale per dimagrire, vista la molta...Cuore e sportEsercitare un'attività fisica è importantissimo. L’organismo ha infatti bisogno di lavorare, potendo essere uno stato prolungato...Rischio cardiovascolareVedi anche: Colesterolo e rischio cardiovascolare Il rischio cardiovascolare quantifica le probabilità di subire una malattia...Calcolo rischio cardiovascolare donneGrazie a questo articolo è possibile calcolare il proprio rischio cardiovascolare in base a fattori come età, sesso, glicemia, pressione...Calcolo rischio cardiovascolare uominiGrazie a questo articolo è possibile calcolare il proprio rischio cardiovascolare in base a fattori come età, sesso, glicemia, pressione...Inotropo - Cronotropo Positivo/NegativoL'aggettivo inotropo spetta a qualsiasi agente in grado di alterare la forza di contrazione di un muscolo. Il termine inotropo è molto...