Steatorrea

Steatorrea è un termine medico utilizzato per indicare l'eccessiva presenza di grasso nelle feci. Si manifesta con un'abbondante emissione di escrementi pastosi, di aspetto lucido e brillante.

Con una dieta equilibrata si introducono giornalmente da 60 a 100 g di lipidi; si parla di steatorrea quando il contenuto in grassi delle feci supera i 6-7 grammi (a seconda degli autori).

SteatorreaQuesto disturbo è spia di un malassorbimento intestinale, che può essere legato al malfunzionamento di uno o più dei tre organi coinvolti nella digestione dei lipidi. La metabolizzazione di questi nutrienti necessita infatti dell'attività coordinata di fegato (produzione di sali biliari), pancreas (sintesi degli enzimi lipasi - colipasi) e intestino (succo enterico, assorbimento nei microvilli e contrazioni peristaltiche).

La steatorrea è quindi frequente in presenza di insufficienze pancreatiche, pancreatiti, gravi deficit di sali biliari o resezioni intestinali estese. Nonostante lo stomaco sia scarsamente coinvolto nella digestione dei lipidi, i pazienti che hanno subìto una resezione gastrica vanno incontro più frequentemente a steatorrea. Quando il problema è di natura pancreatica viene ridotta la quota lipidica nella dieta e prescritti acidi grassi a media catena (MCT), che possono essere ben assorbiti anche senza l'intervento della lipasi.

In virtù della complessità dei sistemi digestivi coinvolti, esiste anche un malassorbimento fisiologico dei lipidi, normalmente compreso tra i 4 ed i 6 grammi al giorno. Un'alimentazione ricca in acidi grassi saturi a lunga catena, che risultano di difficile digestione per l'organismo, può contribuire ad accentuare le difficoltà d'assorbimento e con esse la comparsa di steatorrea.

I neonati allattati con latte vaccino vanno più frequentemente incontro al disturbo, poiché questo alimento è privo della lipasi (un enzima digestivo) che ritroviamo invece nel latte materno.

La steatorrea è un effetto collaterale di molti farmaci dimagranti basati sull'inibizione delle lipasi e di altri, come la colestiramina, che sequestrano gli acidi biliari per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. A tal proposito vale la pena ricordare che la steatorrea comporta non solo perdita di energia, ma anche di acidi grassi essenziali e di vitamine liposolubili (sostanze fondamentali per il nostro benessere).