Simeticone

Vedi anche: dimeticone nei cosmetici


Il simeticone - o dimeticone che dir si voglia - è un agente antischiumogeno orale, utilizzato per alleviare tutti quei sintomi molesti riconducibili ad un'eccessiva presenza di gas a livello gastro-intestinale (dolori, crampi, borborigmi, senso di tensione, eruttazioni, flatulenze ecc.).

Il simeticone è di fatto un carminativo; come tale non contrasta direttamente la formazione di gas, ma ne favorisce l'espulsione sottoforma di eruttazioni e flatulenze. SimeticoneGrazie alla presenza di aerogel di silice nella sua composizione, infatti, il simeticone diminuisce la tensione superficiale delle bollicine d'aria intrappolate nel muco e nel "bolo" gastro-intestinali, favorendone di fatto la coalescenza; si vengono così a formare delle bolle di maggiori dimensioni, contenenti gas libero che viene facilmente assorbito dalla parete del'intestino o eliminato all'esterno attraverso i movimenti peristaltici o l'eruttazione. L'azione del simeticone è quindi puramente fisica, quindi indipendente da qualsivoglia reazione chimica od enzimatica.

Oltre a contrastare tutti i sintomi legati a gonfiore e meteorismo, riconducibili ad un cattivo processo digestivo, il simeticone viene utilizzato come ausilio nella diagnostica per immagini del tratto gastro-intestinale, ad esempio per ridurre le ombre legate alla presenza di aria nelle immagini radiografiche od ultrasuonografiche.

L'utilizzo del simeticone è stato proposto, senza particolare successo, anche nel trattamento delle coliche gassose del neonato - lattante.

Per l'adulto, la posologia prevede l'assunzione di 60 - 125 mg di simeticone, da due a quattro volte al giorno alla conclusione di ogni pasto principale, ed eventualmente poco prima di coricarsi per il riposo notturno.

Effetti collaterali del simeticone

Una volta, ingerito, il simeticone attraversa inalterato il tratto gastrointestinale, senza essere assorbito o metabolizzato, e senza ostacolare la digestione e l'assorbimento delle sostanze nutritive. Non altera, ad esempio, il volume e l'acidità delle secrezioni gastriche, e non sono noti gli effetti tossici da sovradosaggio. Tutto ciò, insieme ai numerosi anni di sperimentazione clinica (più di 30), rende il simeticone un farmaco sicuro ed ottimamente tollerato. Le uniche controindicazioni riguardano l'eventuale ipersensibilità individuale al principio attivo o a agli eccipienti contenuti nelle varie formulazioni.

Non si segnalano effetti sulla capacità di guidare e sull'uso di macchine.

Dopo un breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili, consultare il Medico.

Purtroppo, l'assenza di una mole adeguata di studi sull''uso del simeticone in gravidanza, ne controindica l'utilizzo alle gestanti, a meno che il medico non ritenga superiori i benefici rispetto agli ipotetici rischi. Analogo discorso durante l'allattamento, dato che l'escrezione del simeticone nel latte materno non è stata sufficientemente studiata in modelli animali.