Emocromo (od esame emocromocitometrico)

Reticolociti: ruolo biologico e valori normali

Nell'adulto vengono prodotti circa 2 milioni di globuli rossi al secondo. Durante la maturazione della cellula, c'è uno stadio in cui il nucleo viene espulso, e che dura 1-2 giorni. Questo stadio corrisponde al reticolocito; esso diventerà poi eritrocito maturo (che avrà una vita di 120 giorni circa). Quindi, i reticolociti sono i globuli rossi giovani, ancora immaturi, e sono lo 0,5% - 2,5% dei globuli rossi circolanti. Per esempio, in un soggetto che ha 5 milioni di globuli rossi per μl, i reticolociti saranno all'incirca 40-100 mila per μl.

Analisi del sangue: interpretazione dei risultati

Poiché, di solito, il numero di reticolociti è espresso come valore percentuale rispetto al numero degli eritrociti circolanti,  l'interpretazione di questo valore deve tenere conto anche di altri fattori. Per esempio, un numero di reticolociti normale (pari a 0,5-2,5%), indica una normale attività midollare se la concentrazione di emoglobina è normale. Un conteggio elevato di reticolociti (reticolocitosi), in presenza di livelli di emoglobina normali, indica che sono stati perduti o distrutti globuli rossi, ma che il midollo ha compensato aumentandone la produzione. Se invece la concentrazione di emoglobina è bassa ed i reticolociti normali, vuol dire che non c'è stata alcuna adeguata risposta all'anemia. In un individuo anemico, quindi, il numero di globuli rossi circolanti sarà diminuito ed il valore percentuale "normale" dei reticolociti risulterà aumentato. Se la funzionalità del midollo osseo è normale e le riserve di ferro e delle altre sostanze necessarie sono adeguate, il grado di reticolocitosi è proporzionale al grado di perdita di sangue o di distruzione dei globuli rossi. Pazienti con difetti di maturazione degli eritrociti o di produzione di emoglobina, presentano talvolta un'eritropoiesi (maturazione dei globuli rossi) inefficace. In queste condizioni, la popolazione degli eritrociti è molto aumentata (iperplastica), ma il conteggio dei reticolociti è sproporzionatamente basso, poiché molte cellule non maturano mai a sufficienza per entrare in circolo. L'anemia perniciosa e la talassemia sono ottimi esempi di patologie associate ad eritropoiesi inefficace.
Un aumento nel numero di reticolociti che si verifichi dopo una perdita di sangue, od in certe anemie come quelle da carenza di ferro, dopo che sia stata instaurata una cura adeguata, indica che il midollo osseo sta rispondendo con un'aumentata produzione di globuli rossi. Una singola emorragia causa reticolocitosi, che inizia entro 24-48 ore e raggiunge un picco dopo 4-7 giorni. Si ritorna a livelli normali quando la concentrazione di emoglobina si normalizza. Il persistere della reticolocitosi sta ad indicare una perdita di sangue continua o ricorrente.
Nel deficit di ferro, ed in particolare nelle anemie causate da perdite croniche di sangue, la somministrazione di ferro induce un aumento dei reticolociti entro 4-7 giorni ed il loro conteggio rimane elevato finchè non si raggiungono concentrazioni di emoglobina normali. Anche la terapia con vitamina B12 nell'anemia perniciosa induce una pronta e persistente reticolocitosi.


« 1 2 3 4


ARTICOLI CORRELATI

Ematocrito L'ematocrito è il rapporto che intercorre tra gli elementi figurati del sangue ed il plasma. Dal momento che la parte corpuscolata...Anemia falciforme L'anemia falciforme è una malattia genetica del sangue, così definita per la caratteristica forma a falce assunta, in...Emocromo Vedi anche: emocromatosi - esami del sangue L'emocromo è un esame che esprime la valutazione diretta degli eritrociti (globuli...Globuli rossi Normale sviluppo dei globuli rossi Lo sviluppo delle cellule del sangue si chiama emopoiesi e, quello specifico dei globuli rossi...PolicitemiaIl termine policitemia identifica ogni generico aumento del numero di globuli rossi nel sangue, evento che nella pratica clinica si...2,3 Difosfoglicerato Il 2,3 difosfoglicerato (2,3 DPG) è un composto derivato da un prodotto intermedio della glicolisi; si concentra particolarmente...Anemia da carenza di folati e malattie associateForma di anemia macrocitica in cui i globuli rossi hanno dimensioni superiori alla norma; la causa più comune è un ridotto...Anemia e malattie associateArticoli correlati: Anemia Calo della quantità di emoglobina (pigmento localizzato nei globuli rossi che ha la capacità...Anemia perniciosa e malattie associateArticoli correlati: Anemia perniciosa Forma di anemia causata da un'alterata produzione di globuli rossi, determinata da ridotta...AnemieAnemie ed alterazioni dell'emocromo Le anemie vengono classificate in base alle alterazioni della morfologia degli eritrociti (globuli...Aranesp doping L'Aranesp ® è un farmaco che stimola l'eritropoiesi, un processo fisiologico che porta alla produzione di nuovi globuli...Autoemotrasfusione doping Prima dell'avvento dell'eritropoietina (EPO), la tecnica dell'autoemotrasfusione era piuttosto diffusa nel mondo dello sport. Tramite...Emocromo, anemie e patologie Come risalire ad una patologia dall'emocromo Alterazioni dell'emocromo riflettono problemi riguardanti i globuli rossi, nelle loro...Emoglobina mioglobina Per poter parlare in modo comprensibile dell'emoglobina (Hb), è utile occuparsi prima della mioglobina (Mb) che è molto...EmopessinaL'emopessina è una proteina plasmatica con grandissima affinità nei confronti dell'EME, molecola funzionale dell'emoglobina deputata...EPO eritropoietina dopingTratto dagli appunti del corso di "Farmaci, integratori e doping" Facoltà di Scienze Motorie Università degli...