Caucasico, razza caucasica

Nel linguaggio comune, il termine "razza caucasica" identifica soggetti di carnagione bianca. Johann Friedrich Blumenbach (1752-1840) fu il primo a sostenere che le origini della razza bianca andassero ricercate nella regione del Caucaso; lo studioso giunse a tale considerazione sulla base della leggendaria bellezza degli abitanti di queste terre e sull'armoniosità del loro scheletro (in particolare del cranio). Secondo le teorie dell'epoca quella caucasica fu la razza umana originaria, da cui si distaccarono tutte le altre; in base ad una considerazione empirica, infatti, si riteneva che la pelle pallida si potesse scurire, ma che non fosse possibile il fenomeno inverso.

CaucasoLo stesso Blumenbach affermò che esisteva una sola specie umana, divisa in cinque razze o varietà: caucasica, mongolica, etiopica, americana e malese. Nella razza caucasica fece rientrare le popolazioni europee, nordafricane (con pelle chiara), mediorientali e indiane.

Oggi, i termini "caucasico" e "razza caucasica" sono perlopiù scorporati da qualsivoglia significato razzista; in medicina, in particolare, si utilizzano in senso generico come sinonimi di "persone di carnagione bianca".

La necessità di distinguere, in determinati contesti, i caucasici dagli individui di carnagione nera e dagli asiatici, deriva dalla diversa incidenza di alcune malattie e condizioni, dalla diversa risposta dell'organismo a determinati farmaci e da particolari caratteristiche fisiche, come la superficie corporea. Sappiamo, ad esempio, che l'intolleranza al lattosio è molto più comune negli afro-americani rispetto ai caucasici del Nord Europa; nelle donne asiatiche le vampate di calore sono assai rare durante la menopausa, mentre sono abbastanza frequenti in quelle caucasiche, tra l'altro più soggette ad osteoporosi rispetto a quelle nere.



ARTICOLI CORRELATI

Ascesso Un ascesso è una raccolta circoscritta di pus, un accumulo di batteri, globuli bianchi, plasma e detriti cellulari in una cavità...Assuefazione L'assuefazione è un fenomeno per cui l'organismo dell'utilizzatore sviluppa un certo grado di resistenza all'azione del farmaco...Barzellette dottori salute perché a volte una risata è la cura migliore... "Dottore, posso fare il bagno con la diarrea?". "...Bernoccoli I bernoccoli sono accumuli di liquidi più o meno vistosi (protuberanze), che si formano a livello del cranio dopo aver battuto...Cachessia La cachessia è uno stato di profondo deperimento generale, caratterizzato da prostrazione, rallentamento delle capacità...Catetere Il catetere è uno strumento cilindrico, cavo e generalmente flessibile, progettato per l'inserimento in una cavità corporea...Cisti La cisti è una sacca o cavità chiusa di natura patologica, rivestita da epitelio e ripiena di liquidi, gas o materiale...ColicaLa colica è un accesso di dolore addominale, in genere caratteristico per sede ed irradiazione, determinato da violente contrazioni...Defedato, defedazione L'aggettivo defedato viene riservato agli individui in in un grave stato di deperimento organico, conseguente a malattie più...Dizionario del Body buildingBIIO - BREVE INTENSO INFREQUENTE ORGANIZZATO: metodo ideato da Claudio Tozzi specificatamente per gli atleti natural, comprendente...Dizionario dell’età evolutivaMolto spesso, quando si parla di gravidanza, allattamento e puerperio, si utilizzano indistintamente alcuni termini medici, quasi fossero...Edema Vedi anche: essudato - bernoccoli L'edema è un accumulo di liquidi negli spazi interstiziali dell'organismo. Il sintomo più...Efficacia ed EfficienzaI termini efficacia ed efficienza, spesso usati indistintamente come sinonimi, riflettono in realtà due concetti ben distinti. Facciamo...Emorragia Per emorragia si intende la fuoriuscita di sangue dai vasi. A seconda della componente interessata si può parlare di emorragia...Essudato L'essudato è un liquido di consistenza variabile che si forma durante processi infiammatori acuti di varia natura, accumulandosi...Eziologia L'eziologia, o etiologia, consiste nello studio e nella ricerca delle cause di un determinato fenomeno. In campo medico, in particolare...