Rapporto colesterolo LDL/HDL

« Rapporto colesterolo totale HDL

 

Colesterolo LDL e rischio cardiovascolare
mg/dL mmol/L Interpretazione
<70 <1.8 Valori ottimali per persone ad alto rischio cardiovascolare
<100 <2.6

Valori ottimali per persone a medio rischio cardiovascolare

100 - 129 2.6 - 3.3 Colesterolemia LDL ottimale per persone sane
130 - 159 3.3 - 4.1 Colesterolemia LDL vicina ai valori limite che delineano l'eccesso
160 - 189 4.1 - 4.9 Colesterolemia LDL elevata
>190 >4.9 Colesterolemia LDL molto elevata

 

Nota bene: il simbolo > significa maggiore; il simbolo < significa minore. mg/dL e mmol/L sono due diverse unità di misura con le quali i laboratori di analisi sono soliti esprimere i valori di colesterolo riportati nei referti.

 

Colesterolo HDL e rischio cardiovascolare
mg/dL mmol/L Interpretazione

<40 se uomo

<50 se donna

<1.03 Bassa colesterolemia HDL, aumentato rischio cardiovascolare
40-59 1.03-1.55 Colesterolemia HDL nella norma
>60 >1.55 Elevata colesterolemia HDL, condizione ottimale che protegge dal rischio cardiovascolare

Rapporto LDL/HDL

Dalle tabelle sopra riportate si evince - che per garantire una protezione ottimale dalle malattie cardiovascolari, come la cardiopatia ischemica - è auspicabile mantenere bassi livelli di colesterolo LDL contrapponendoli ad alti valori di colesterolo HDL. Per questo, i due valori possono essere messi in relazione per una stima immediata ed approssimativa del rischio cardiovascolare del paziente.

 

  Colesterolo LDL / Colesterolo HDL
Rischio cardiovascolare* Uomini Donne
Molto basso (dimezzato) 1 1.47
Medio 3.55 3.22
Rischio moderato (raddoppiato) 6.35 5.0
Molto Alto (triplicato) 8 6.14

 

*Framingham Heart Study

Nota: se non conosci il valore di colesterolo LDL puoi calcolarlo qui.



Colesterolo LDL

mg/dL

Colesterolo HDL

mg/dL Sesso
 
Il tuo indice di rischio è ed è    




Tale stima non tiene però conto di altri fattori di rischio cardiovascolare, come il diabete, l'ipertensione, il fumo di sigaretta, l'ipertensione, l'obesità (soprattutto di tipo androgeno), alti valori di marker infiammatori nel sangue, bassi livelli di omocisteina ematici, età avanzata... Il lettore può ottenere un quadro più dettagliato del rischio cardiovascolare seguendo le istruzioni riportate in questa pagina.



Ultima modifica dell'articolo: 03/03/2016