Rapporto colesterolo totale/HDL

Rispetto al passato, l'influenza del colesterolo totale sul rischio cardiovascolare di un soggetto è stata notevolmente ridimensionata. Oggi, infatti, si preferisce valutare l'idoneità della frazione LDL e di quella HDL; inoltre, il rischio cardiovascolare viene calcolato in maniera globale, tenendo conto non solo della colesterolemia, ma anche di altri fattori come il peso corporeo, la glicemia a digiuno, l'abitudine tabagica, la trigliceridemia e la sedentarietà .

Per valorizzare l'importanza delle frazioni di colesterolo LDL e HDL - rispettivamente ribattezzate colesterolo buono e colesterolo cattivo - sono stati stabiliti specifici indici e criteri. Tra questi il più conosciuto ed utilizzato è il cosiddetto indice di rischio cardiovascolare, che mette in relazione il colesterolo totale con la fazione HDL.

L'indice di rischio cardiovascolare

L'indice di rischio cardiovascolare viene calcolato dividendo i valori di colesterolo totale per quelli di colesterolo HDL, rilevati su un piccolo campione di sangue venoso prelevato a digiuno. L'indice di rischio è considerato accettabile quando risulta inferiore a 5 nell'uomo e a 4,5 nella donna.

In termini di valutazione del rischio cardiovascolare, stabilire il rapporto Totale:HDL è preferibile alla stima del rapporto LDL:HDL. Infatti, i valori di colesterolo totale dipendono anche dalle concentrazioni plasmatiche di VLDL, ricche di trigliceridi e per questo direttamente correlate all'aumento del rischio cardiovascolare.

ColesteroloTOT = HDL + LDL + VLDL

Esempio: un individuo che presenta una colesterolemia totale di 240 mg/dL ed una colesterolemia HDL di 70 mg/dL ha un indice di rischio pari a 3.43, quindi molto basso. Come tale si trova in una condizione decisamente migliore rispetto a chi ha il colesterolo totale a 190 mg/dL e quello buono a 36 mg/dL, con un indice di rischio pari a 5.3, quindi medio.

 

  Colesterolo totale / Colesterolo HDL
Rischio cardiovascolare*Uomini Donne
Molto basso (dimezzato) 3.43 3.27
Medio 4.97 4.44
Rischio moderato (raddoppiato) 9.55 7.05
Molto Alto (triplicato) 24 >11.04

 

*Framingham Heart Study

 


Colesterolo totale

mg/dL

Colesterolo HDL

mg/dL Sesso
 
Il tuo indice di rischio è ed è    




COME AUMENTARE IL COLESTEROLO HDL SENZA FARMACI?

1) Pratica di regolare esercizio fisico di tipo aerobico

2) Astensione dal fumo (se fumatore)

3) Riduzione del peso corporeo (se sovrappeso)

COME DIMINUIRE IL COLESTEROLO LDL SENZA FARMACI?

1) Diminuzione dell'apporto di colesterolo e grassi saturi con la dieta

2) Aumento dell'apporto di fibre

3) Riduzione del peso corporeo (se sovrappeso)

NOTA BENE: il rapporto tra colesterolo totale e colesterolo HDL non aiuta a stabilire un'adeguata strategia terapeutica per ridurre il rischio cardiovascolare. A tal proposito è importante valutare i livelli assoluti di colesterolo HDL e LDL, poiché esistono farmaci in grado di intervenire positivamente soprattutto su una o l'altra frazione.


SELF-TEST DOMESTICO PER LA PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE

Di facile utilizzo, certificato CE e con elevate percentuali di sensibilità e specificità: sono queste le caratteristiche di PRIMA Home Test Colesterolo, uno strumento pensato per la prevenzione cardiovascolare che controlla la concentrazione del colesterolo nel sangue e verifica eventuali valori elevati.

Il tutto nella privacy e nel comfort di casa propria.

Per maggiori informazioni sui test di autocontrollo domestico, accedi al sito PRIMA Home Test o leggi l'articolo informativo su my-personaltrainer.it


Rapporto LDL - HDL >>



ARTICOLI CORRELATI

Rapporto ApoB/ApoA1In diversi studi, il rapporto ApoB / ApoA1 si è dimostrato un fattore di rischio cardiovascolare più significativo rispetto al classico...Apolipoproteina A1 L'apolipoproteina A-I, nota anche come APO1, è un gene umano che codifica per l'omonima proteina, componente proteico principale...Aumentare il colesterolo HDLI lettori più aggiornati conoscono da tempo l'effetto protettivo sulle malattie cardiovascolari esercitato dal colesterolo HDL...Calcolo colesterolo HDLAlcuni laboratori si limitano a rilevare la concentrazione plasmatica di colesterolo totale, colesterolo LDL e trigliceridi, calcolando...Colesterolo buono e colesterolo cattivo Le lipoproteine a bassa densità (LDL) sono chiamate colesterolo cattivo. Le lipoproteine ad alta densità (HDL) sono...Lipoproteine plasmatiche Le lipoproteine (o lipoprotidi) sono macromolecole derivanti dalla combinazione di una proteina con lipidi di varia natura: colesterolo...Rapporto colesterolo LDL - HDLCalcola il rapporto tra i valori di colesterolo LDL ed HDL, per ottenere una stima del relativo rischio di subire malattie cardiovascolari...VLDL LDL HDL: quanti nomi ha il colesterolo? I chilomicroni, deputati al trasporto delle molecole lipidiche assorbite a livello intestinale, non sono le sole lipoproteine presenti...HDL Colesterolo buono su Wikipedia italianoHigh-density lipoprotein su Wikipedia ingleseEmoglobina FetaleNei globuli rossi del feto è possibile identificare una forma di emoglobina diversa da quella dell'adulto. Dal punto di vista strutturale...Analisi del sangue Nel grande gruppo delle analisi del sangue rientrano tutti quegli esami di laboratorio e domiciliari condotti su campioni ematici...Reticolociti Reticolociti Nell'adulto vengono prodotti circa 2 milioni di globuli rossi al secondo. Durante la maturazione della cellula, c'è...Ematocrito L'ematocrito è il rapporto che intercorre tra gli elementi figurati del sangue ed il plasma. Dal momento che la parte corpuscolata...GlicemiaLa glicemia rappresenta la quantità di glucosio presente nel sangue (mg/dl) Ivalori glicemici a digiuno si attestano normalmente...Calcemia Il termine calcemia indica la concentrazione di calcio nel sangue, dove questo minerale si trova in parte in forma libera ed in parte...