Placenta Previa

Generalità

Si parla di placenta previa quando la placenta cresce sul fondo dell'utero, in corrispondenza della cervice. Non tutte le placente previe si presentano allo stesso modo: in alcuni casi, viene coperta l'apertura tra utero e vagina (eventualità più grave); in altri casi, la placenta è posta, soltanto, accanto all'apertura.

placenta previa

Figura: confronto tra una placenta normale e una placenta previa. Dal sito: riversideonline.com

Più che una causa precisa, sono stati riconosciuti dei fattori di rischio. Il sintomo principale, fondamentale anche per la diagnosi, è la perdita di sangue dalla vagina.
La terapia consiste nell'adottare le misure più idonee per salvare la vita della madre e del feto.

In tal senso, diagnosi precoce e intervento tempestivo sono fondamentali per una prognosi positiva.

Breve richiamo anatomico: placenta e utero

Per comprendere al meglio cosa avviene nella placenta previa, è doveroso fare un breve ripasso anatomico della placenta e dell'utero.

LA PLACENTA

La placenta si forma all'interno dell'utero, in occasione di una gravidanza, per nutrire, proteggere e sostenere la crescita del feto. Si tratta, pertanto, di un organo temporaneo, o deciduo.
La placenta ha una duplice origine: materna e fetale. La componente materna deriva dall'endometrio dell'utero; la componente fetale corrisponde ai villi coriali.

I villi coriali sono dei prolungamenti ramificati della placenta, che affondano nell'utero (all'interno delle "lacune"), per prelevare le sostanze nutritive e l'ossigeno dai vasi sanguigni della madre. A questo punto, il nutrimento e l'ossigeno convogliano verso il cordone ombelicale e, da qui, raggiungono il feto.

POSIZIONE E DIMENSIONI DELLA PLACENTA

La placenta può crescere in una qualsiasi posizione all'interno dell'utero.
Al termine della gravidanza, la placenta assume le seguenti caratteristiche:

  • È di colore blu-rosso e forma discoidale
  • Il diametro misura tra i 15 e i 22 centimetri
  • Lo spessore varia tra i 2 e i 4 centimetri
  • Pesa 500-600 grammi (il 15% del peso del neonato)

FUNZIONI PRINCIPALI DELLA PLACENTA

La placenta è fondamentale per la sopravvivenza e la crescita del feto. Essa, infatti, è un organo multifunzionale: funge da polmone, rene, apparato digerente, sistema immunitario e barriera protettiva.Utero - Visione laterale

L'UTERO

L'utero è l'organo genitale femminile, che accoglie il feto, durante una gravidanza. Esso si trova nella piccola pelvi, precisamente tra vescica (anteriormente), intestino retto (posteriormente), anse intestinali (superiormente) e vagina (inferiormente).
Nell'utero si possono riconoscere due zone: il corpo dell'utero e la cervice uterina (o collo dell'utero).
Il corpo è la porzione superiore dell'utero.
La cervice, invece, è la porzione inferiore, che si collega alla vagina. Essa è di forma cilindrica ed è fornita di un'apertura (od orifizio), tra utero e vagina, che permette il passaggio degli spermatozoi, del flusso mestruale e del feto (durante il parto).

Cos'è la placenta previa

Per placenta previa s'intende la circostanza in cui la placenta cresce nella parte inferiore dell'utero, in corrispondenza della cervice. UteroSi tratta di una situazione potenzialmente pericolosa, sia per la madre sia per il feto.
La placenta previa, assieme al distacco di placenta, rappresenta una delle principali cause di emorragia antepartum, che, a sua volta, è una delle principali ragioni di morte materna e fetale.

N.B: si considera emorragia antepartum ogni perdita vaginale di sangue che si verifica dalla 24esima settimana di gestazione.

GRADO DI PLACENTA PREVIA

In base alla posizione assunta dalla placenta nella cervice uterina, si hanno quattro possibili tipologie di placenta previa:


Grado I
Caratteristiche: la placenta cresce sì nella porzione inferiore dell'utero, ma è distante dall'apertura della cervice, che collega utero e vagina.
Grado II
Caratteristiche: la placenta si posiziona a margine dell'apertura utero-vagina della cervice.
Grado III
Caratteristiche: la placenta copre una parte dell'apertura utero-vagina della cervice.
Grado IV
Caratteristiche: la placenta copre l'intera apertura utero-vagina della cervice.


Placenta Previa - Gravità

Figura: i diversi gradi di placenta previa. Si può apprezzare come il grado IV copra totalmente l’apertura tra utero e vagina.. Immagine dal sito mala-sanita.net


La gravità della placenta previa aumenta all'aumentare del grado. Episodi di grado I sono quindi meno pericolosi per la sopravvivenza della madre e del feto, rispetto a episodi di grado II, che a loro volta sono meno pericolosi rispetto a episodi di grado III o IV.

EPIDEMIOLOGIA

La placenta previa, in ogni sua manifestazione, si verifica con un'incidenza pari a un caso ogni 200 gravidanze. La forma di grado IV, quella più pericolosa, è molto più rara e colpisce una gestante ogni 1000.
Circa 1/3 delle emorragie antepartum è causato da placenta previa, che è anche causa del 2-3% circa delle morti perinatali.

N.B: il periodo perinatale è quello che va dalla 27esima settimana di gestazione ai primi 28 giorni di vita del neonato.

Cause di placenta previa

La precisa causa di placenta previa non è nota. Tuttavia, si è constatato che determinate circostanze, riguardanti la madre, ne favoriscono l'insorgenza. Ma quali sono queste situazioni favorenti?

FATTORI DI RISCHIO

I fattori di rischio sono diversi e, spesso, per essere determinanti, devono essere concomitanti tra loro. In altre parole, può non bastare il singolo avvenimento, ma servire un'accavallarsi di più condizioni favorenti.

Nell'elenco dei fattori di rischio, compaiono:

  • Episodi precedenti di placenta previa.
  • Età avanzata della madre.
    Superiore ai 35-40 anni
  • Precedenti interventi chirurgici all'utero.
    Sono il parto cesareo e l'intervento di fibroma uterino.
  • Forma anomala dell'utero.
    Un'anatomia insolita dell'utero potrebbe favorire la scorretta posizione della placenta
  • Fumo e abuso di droghe.
    Fumare durante la gravidanza o far uso di droghe, come la cocaina, predispone le donne alla formazione anomala della placenta.
  • Gravidanza multipla.
    In questi casi, la placenta può essere di ampia estensione e invadere, di conseguenza, la cervice.
  • Precedenti aborti spontanei o indotti.

CONTINUA: Placenta Previa - Sintomi, Diagnosi e Terapia »


Ultima modifica dell'articolo: 11/10/2016