PDW - analisi del sangue

PDW è l'acronimo di Platelet Distribution Width, italianizzabile in "ampiezza di distribuzione piastrinica". Questo parametro di laboratorio esprime il grado di variabilità delle dimensioni piastriniche; di conseguenza, alti valori di PDW indicano una grossa discrepanza tra i volumi di queste "cellule", mentre quando PDW è basso significa che le piastrine hanno dimensioni uniformi.

PDW alto - PDW bassoConsiderato questo suo significato clinico, PDW è noto come indice di anisocitosi piastrinica; l'anisocitosi, infatti, si riferisce alla presenza nel sangue di globuli rossi di diversa dimensione.

Alti valori di PDW si registrano nelle sindromi mieloproliferative, ma anche in presenza di anemia megaloblastica ed anemia refrattaria. Questo perché la trombopoiesi, cioè la sintesi di nuove piastrine, è associata alla produzione di piastrine giovani, caratterizzate da un volume medio aumentato (> MPV) rispetto a quelle anziane.

Il significato clinico del PDW dev'essere necessariamente valutato insieme agli altri indici piastrinici, come il numero totale (PLT), il volume medio (MPV) e la concentrazione ematica delle piastrine (PCT).

I valori di PDW possono essere considerati un indice di attivazione piastrinica, dato che il volume delle piastrine tende ad aumentare per l'emissione di pseudopodi durante l'attivazione dei processi di coagulazione.