Paucisintomatico

L'aggettivo paucisintomatico viene utilizzato per indicare la scarsità di sintomi con cui si manifesta una determinata malattia o condizione anomala. Non a caso pauci, in latino, significa pochi; possiamo pertanto usare indistintamente come sinonimi i termini paucisaccaridi/oligosaccaridi ed oligosintomatico/paucisintomatico.

PaucisintomaticoSi dice che una malattia decorre in maniera paucisintomatica quando non produce sintomi di rilievo, al punto da passare del tutto inosservata o da essere tutt'al più attribuita ad un lieve malessere passeggero o al peso degli anni. La paucisintomaticità è tipica dello stadio iniziale di molte malattie e come tale rappresenta un grosso limite alla cura ed al trattamento delle stesse; sappiamo infatti che la diagnosi precoce è importantissima per rallentare od ostacolare la progressione di moltissime patologie, inclusi i tumori. Nonostante il processo morboso si manifesti in maniera paucisintomatica, infatti, molto spesso è possibile diagnosticarlo precocemente, anche se è evidente che un individuo che si sente tutto sommato bene ed in salute difficilmente si rivolgerà al medico per indagare problemi di salute di poco conto. Su queste considerazioni si basano i cosiddetti screening, procedure cliniche che non hanno lo scopo di diagnosticare, ma semplicemente di identificare un sottogruppo a rischio per una determinata patologia. Per la diagnosi definitiva, gli individui risultati "positivi" ad un test di screening devono sottoporsi ad un ulteriore accertamento, che - qualora risultasse positivo - permette l'adozione di un trattamento precoce, massimizzando le chance terapeutiche.



Ultima modifica dell'articolo: 01/09/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ