Lassativi naturali

Vedi anche: lassativi; alimenti lassativi; tisana lassativa; lassativi per dimagrire


Dati alla mano, "lassativi naturali" è una parola chiave assai popolare sui motori di ricerca. Più in generale, le statistiche mostrano un rinnovato interesse verso il naturale, con particolare attenzione a tutto ciò che dal mondo vegetale si può trarre per ricercare la salute. Attenzione però: come abbiamo più volte sottolineato, naturale non è sempre sinonimo di salutare. La regola, ovviamente, vale anche per i lassativi. Numerosi preparati di origine naturale, infatti, contengono princìpi attivi più drastici e pericolosi di quelli sintetici.

Lassativi naturali

Nella figura a lato, tratta dal libro di testo "Farmacognosia generale ed applicata di Alessandro Bruni, Ed. Piccin" troviamo un elenco dei principali lassativi naturali antrachinonici, ordinati secondo la potenza del loro effetto lassativo e secondo l'importanza delle relative controindicazioni. Non sorprende che le due caratteristiche procedano di pari passo e che all'aumentare dell'una aumenti anche l'altra. Sempre considerando questa diffusa categoria di lassativi naturali, l'effetto purgante varia anche in base alle condizioni in cui è cresciuta la pianta e alle metodiche di lavorazione adottate per produrre la droga. Nei lassativi di sintesi, al contrario, l'ingrediente attivo è purificato e precisamente dosato.

Oltre alle già citate fonti di sostanze ad azione purgante, la natura ci offre ulteriori rimedi per promuovere od accelerare l'evacuazione intestinale.

 

LASSATIVI NATURALI LASSATIVI DI SINTESI
Origine vegetale Origine minerale  

Droghe antrachinoniche:

 

    Aloe

    Senna

    Cascara

    Frangola

    Rabarbaro

 

Olio di ricino

Olio di oliva ed altri oli vegetali

Fibra alimentare

Integratori di fibra

 

    Crusca

    Guar e gomma di guar

    Gomma Karaya

    Psillio, psyllium, semi di psillio

    Agar agar

    Glucomannano

 

Alimenti lassativi

Sali inorganici

Olio minerale

Fenoftaleina

Bisacodile

Picosolfato

Sodio dioctil sulfosuccinato

Sorbitolo

Lattulosio

Metilcellulosa

Polietilenglicole

 

Non bisogna farsi ingannare dall'idea che un lassativo naturale sia per forza di cose sicuro; alcuni, infatti, hanno proprietà ed effetti collaterali molto importanti. Prima di ricorrere a "preparati di fortuna" spinti dal fai da te, si raccomanda di avvalersi del consiglio di un medico, di un farmacista o di un erborista qualificato.

Ricette Lassative

Combinare sapientemente le naturali proprietà lassative degli ingredienti, dando vita a ricette capaci di deliziare non solo il palato, ma anche l'intestino, "risvegliandolo" in caso di stipsi occasionale. Alice e MypersonaltrainerTv sono lieti di presentarvi le loro ricette blandamente lassative.


Torta Lassativa

Dosaggio e tempo di insorgenza d'azione di alcuni lassativi
Lassativo

Dose media giornaliera

(per os)

Insorgenza azione (ore)
Senna 15-60 mg 6-12
Cascara (estratto fluido) 5 ml 6-12
Crusca 20 g 12-72
Psillio 4 - 30 g 12-72
Sali di magnesio 2 - 30 g 0,5 - 3
Metilcellulosa 4 - 6 g 12 - 72
Sorbitolo (sciroppo)

15 - 60 ml

24 - 48
Lattulosio (sciroppo) 15 - 60 ml 24 - 48
Olio di ricino 30 - 60 ml 2-6
Oli minerali 15 - 45 ml 6-8
Bisacodile 10 - 20 mg 6-8

 

Tra tutti gli elencati, i lassativi che agiscono in maniera più delicata e "naturale" sono senza dubbio quelli di origine alimentare (prugne secche, fichi, succo di mela, alimenti ricchi di fibre ed i relativi integratori); l'ultima categoria, in particolare, sfrutta l'effetto rigonfiante della fibra a contatto con l'acqua. I lassativi cosiddetti "di massa" devono per questo essere accompagnati da generose quantità di liquidi: il loro effetto si manifesterà mediamente entro 12-72 ore dall'ingestione, per cui è necessaria un po' di pazienza per capire se funzionano o meno. Soggetti con ulcere, stenosi od aderenze gastrointestinali ed esofagee dovrebbero evitarne l'uso.