Labbra Gonfie

Le labbra gonfie sono generalmente dovute a un accumulo di liquidi al loro interno, negli spazi tra le cellule del tessuto e i capillari sanguigni.

Edema labiale

Labbra GonfiePoiché nel linguaggio medico si utilizza il termine edema per indicare l'accumulo di liquidi negli spazi interstiziali dell'organismo, il gonfiore delle labbra è anche detto edema labiale.

Cause di labbra gonfie

MECCANISMO DI FORMAZIONE DELL'EDEMA

Nella maggior parte dei casi, un edema localizzato insorge a causa di un processo infiammatorio in atto. Se i tessuti delle labbra vengono colpiti da uno stimolo infiammatorio (la puntura di un insetto, il contatto con un allergene, un'ustione ecc.), reagiscono con una serie di modificazioni atte a circoscrivere il danno e a ripararlo. A tale scopo, è fondamentale far pervenire in zona le cellule e le sostanze necessarie a sostenere i processi immunitari e riparativi; avremo pertanto un aumento del flusso sanguigno e della permeabilità capillare. In pratica, i minuscoli vasi sanguigni delle labbra si lasciano attraversare più facilmente dalle cellule immunitarie e dal plasma (parte liquida del sangue); si viene così ad accumulare un materiale (detto essudato) che determina il gonfiore delle labbra.

POSSIBILI CAUSE DI LABBRA GONFIE

  • Reazioni allergiche: il gonfiore delle labbra è un segno comune di molte allergie. Nelle persone sensibilizzante è sufficiente il contatto con piccolissime quantità di allergene per scatenare, entro pochi minuti, i sintomi tipici di una reazione allergica, tra cui appunto l'edema labiale.
    Basti pensare che in ambito clinico può essere utilizzato un esame chiamato "challenge labiale" per capire se un soggetto è allergico o meno ad un alimento; a tale scopo si sfrega direttamente l'alimento sulle labbra oppure si applica su di esse una goccia dell'alimento frullato e riposto in soluzione acquosa. Il soggetto si considera allergico se, entro 15 minuti dal contatto con l'alimento, sviluppa eritema (arrossamento) e/o edema labiale, orticaria periorale (attorno alla bocca) o sintomi di una reazione allergica generalizzata. Il soggetto allergico, dal canto suo, avvertirà un senso di tensione, prurito o intorpidimento a livello delle labbra.
    Tra le cause più comuni di reazioni allergiche si ricorda il contatto con:
  • Reazioni allergiche sistemiche: una reazione allergica sistemica è una reazione che si estende a gran parte dell'organismo, con sintomi gravi e generalizzati. E' detta comunemente anafilassi e, nelle forme più gravi, shock anafilattico. Tra i sintomi più caratteristici dell'anafilassi si ricordano: L'anafilassi è da considerarsi un'emergenza medica. Pertanto, se il gonfiore delle labbra dovesse presentarsi insieme a sintomi gravi (come le difficoltà respiratorie), è bene allertare tempestivamente i soccorsi sanitari e, se disponibile, procedere con un iniezione di adrenalina secondo istruzioni mediche. Nei casi meno gravi potrebbe essere sufficiente il ricorso ad antistaminici e corticosteroidi.
  • Reazioni pseudoallergiche: le allergie sono delle malattie del sistema immunitario, il quale produce anticorpi anomali diretti contro sostanze innocue per la maggior parte delle persone; il contatto del sistema immunitario con queste sostanze scatena una risposta che induce i sintomi tipici delle reazioni allergiche.
    Nelle cosidette reazioni pseuodallergiche il soggetto risulta sensibile agli effetti di alcune sostanze (dette vasoattive, come l'istamina e le amine biogene in genere) che si possono trovare in alcuni alimenti; tali sostanze sono simili a quelle prodotte da alcuni globuli bianchi nel corso di una reazione allergica. Pertanto, il contatto con importanti quantità di queste sostanze può produrre sintomi analoghi a quelli di una reazione allergica, sebbene non vi sia un intervento diretto del sistema immunitario. Gli alimenti più comunemente coinvolti nella comparsa di reazioni allergiche sono i prodotti della pesca e i cibi fermentati (alcuni formaggi, crauti, carne e pesce in scatola ecc.), specie se conservati in malomodo, ma anche fragole e pomodori.
    La comparsa di labbra gonfie potrebbe quindi essere un segno occasionale legato all'ingestione di quantità eccessive di questi alimenti. Anche in questo caso può rivelarsi molto utile l'impiego di un antistaminico.
  • Angioedema: un gonfiore labiale a insorgenza improvvisa, accompagnato a senso di tensione locale, può comparire in maniera imponente nell'edema angioneurotico di Quincke (detto più semplicemente angioedema). Si tratta di una forma di edema che coinvolge anche i tessuti più profondi (tessuti sottocutanei) e che generalmente è causata da reazioni allergiche. Esiste anche una forma di angioedema ereditaria.
  • Cheilite: labbra rosse e gonfie potrebbero essere un segno di una loro infiammazione, detta appunto cheilite. Tra i fattori potenzialmente responsabili si ricordano:

    Nota: La presenza di un infezione batterica è generalmente segnalata dalla comparsa di croste o piccoli ascessi dai quali fuoriesce materiale purulento. La presenza di un'infezione da Candida albicans si associa al mughetto. I papilloma virus producono piccole escrescenze (verruche o papillomi) su lingua, gengive o labbra.

  • Applicazione di fillers: labbra gonfie possono essere dovute all'iniezione - a scopo estetico - di sostanze riempitive (acido ialuronico, collagene, acido polilattico ecc.) all'interno delle labbra; a seconda dei casi, il riassorbimento di questi filler per labbra può avvenire nel giro di poche settimane, essere piuttosto lento o addirittura impossibile. In ogni caso un secondo intervento medico - ad esempio tramite iniezione di ialuronidasi - potrebbe rimediare il difetto estetico legato a labbra troppo gonfie.