Ipnosi, gravidanza e problemi femminili

A cura di Eugenio Ciuccetti, Ostetrico

In che modo l'ipnosi può aiutare la donna in gravidanza e rispetto al parto?

Fin dai primi giorni della gravidanza, il corpo della donna si trasforma per accogliere una nuova vita. I cambiamenti non riguardano solo il fisico ma anche il mondo mentale ed emotivo. Il supporto psicologico con l'ausilio dell'ipnosi si dimostra un valido aiuto per questa sua particolare fase della vita.
Con il supporto psicologico, in particolare, potremo alleviare i piccoli disagi della gestante, facilitando il rapporto con il proprio corpo e le proprie emozioni e preparandola ad affrontare il momento della nascita in maniera più consapevole.  Con l'ipnosi poi potremo aiutare la donna a rilassarsi a trovare dentro di sé le risorse, la forza, l'energia per vivere al meglio questo momento meraviglioso.
Gli obiettivi, in sintesi, sono: vivere una gravidanza il più possibile serena, sapendone gestire i sintomi, stare con se stesse e comprendere il proprio corpo, essere più consapevoli delle proprie emozioni, imparare ad ascoltarsi e saper gestire le ansie e le paure che condizionano il presente, condividere con altre donne le proprie esperienze.

Gli incontri sono individuali o di gruppo?

Gli incontri possono essere individuali o di gruppo. In gruppo il percorso è strutturato in otto incontri. Si alternano esercizi di rilassamento e momenti di condivisione delle esperienze vissute.
Spesso la gravidanza e il parto vengono vissuti con preoccupazione, ma invece possono rappresentare momenti di serenità e di crescita personale e di coppia. L'essenziale è affrontarli preparati, fiduciosi nelle proprie risorse e soprattutto liberi da ansia e angoscia.
Partendo proprio dall'efficacia che l'ipnosi ha dimostrato nella gestione dell'ansia, nel rinforzo dell'Io e nel controllo del dolore, è stato elaborato un progetto di preparazione al parto che renda la futura madre in grado di viverlo nel miglior modo possibile.
L'ipnosi è un  valido alleato per raggiungere uno stato di benessere interiore e di tranquillità e per attingere a potenzialità personali ancora inespresse. Durante l'induzione ipnotica si produce nella donna un rilassamento piacevole, una distrazione dell'attenzione, una aspettativa ottimistica con incremento dell'autostima. Introducendo poi adeguate suggestioni per ottenere una alterazione della percezione, il sollievo dal dolore risulterà ancora maggiore fino a diventare totale. La mente razionale si alleggerisce sino a liberarsi delle componenti sociali e ansiose del dolore e si afferma, rafforzandosi, la mente emozionale così da far emergere l'imprinting di quelle conoscenze innate che assecondano fisiologicamente l'espletamento del parto.

La preparazione al parto mediante l'ipnosi rappresenta un eccellente metodo per rompere il circolo vizioso "ansia-dolore-ansia-dolore", riducendo in modo evidente il rischio di danni materni e fetali.

Mediante la tecnica ipnotica non si annulla il dolore, ma lo si modula. La sensazione dolorosa, pur essendo presente, giunge alla coscienza della partoriente che si trova in uno stato modificato (la trance). Il segnale-dolore può essere percepito in modo attenuato e tollerabile. Soprattutto esso interferisce meno con la dilatazione in atto.

Tra i vantaggi oggettivi vi è quindi la riduzione dei tempi del travaglio, l'aumento dell'indice di vitalità del feto, la riduzione di interventi cruenti sul canale vaginale e di manovre estrattive del feto, la riduzione di emorragie ed il periodo di ripresa della puerpera più rapido e completo.

A ciò si aggiunge un miglior approccio ad un eventuale taglio cesareo e una migliore ripresa clinica e psicologica in fase post operatoria, con un minor dolore nell'assestamento dell'utero, una più rapida ripresa dell'intestino ed un minor periodo di immobilizzazione a letto.

E' inoltre documentato come questa esperienza, pur finalizzata all'evento parto, produca un miglioramento complessivo della persona. Le risorse individuali, mobilitate e rinforzate dall'ipnosi, possono divenire un patrimonio stabile ed accessibile nei momenti di bisogno.

Per ultimo, ma non di minore importanza, ricordiamo il beneficio generale che le donne ricavano dall'uso dell'ipnosi. Questo strumento potrà infatti venire utilizzato, anche successivamente al parto, in ogni momento della vita.


« 1 2 3 »


Ultima modifica dell'articolo: 09/11/2016