In forma dopo il parto

A cura di Alessandro De Vettor


Ancora oggi sono molte le donne preoccupate che la gravidanza possa compromettere la loro forma fisica, provocare danni estetici irreparabili, e, se sportive, che possa impedire loro di ritornare ai livelli prestativi ed atletici pre-parto. Queste preoccupazioni sono del tutto legittime e più che comprensibili, tuttavia si può fin da subito tranquillizzare tutte le interessate. Una corretta attività fisica pre-parto non solo è in grado di rendere l'evento meno traumatico, ma migliora notevolmente anche le capacità di recupero post-parto. In forma dopo il partoSe anche quest'ultimo è poi accompagnato da una programmazione adeguata sarà rapido e addirittura "facilitato" dai cambiamenti ormonali in atto nel corpo femminile. Questo breve articolo si occupa proprio dell'attività fisica di accompagnamento all'immediato periodo post-parto e propone un percorso allenante di tre settimane attraverso il quale tutte le interessate potranno ritrovare delle utili indicazioni per recuperare la forma fisica migliore. Al termine delle 3 settimane potrà poi essere intrapreso l'allenamento "classico".
La cosa assolutamente da NON fare è lanciarsi immediatamente dopo la gravidanza in improbabili programmi di intenso allenamento, magari associati a diete più o meno drastiche. Tanto più se non si hanno precedenti esperienze ginnico sportive. Sembrerebbe un richiamo ovvio, tuttavia molte donne si accostano alla palestra o alla ginnastica per la prima volta proprio nel periodo post parto per "riprendere la forma fisica", vi arrivano assolutamente impreparate e si sottopongono ad un'intensità di allenamento che sarebbe pesante per un'atleta avanzata.
L'attività fisica e l'alimentazione possono essere impostate, ma modulandole nel rispetto dei cambiamenti fisiologici ed ormonali cui il corpo della donna è andato soggetto nella lunga fase di gestazione e che continuano nel post parto. Particolari ed ulteriori cautele sono necessarie qualora la donna stesse allattando, per non interferire con questa delicata ed importantissima fase post natale.
Il programma di allenamento proposto può essere svolto sia in palestra che comodamente a casa. E' infatti pensato proprio per i primi mesi dopo il parto in cui non è sempre facile organizzarsi per frequentare una palestra. In questa eventualità sarà sufficiente procurarsi dei semplici manubri componibili, acquistabili in qualsiasi centro specializzato in articoli sportivi.
Prima di cominciare, un'importante premessa. Come detto, durante il periodo di gestazione l'organismo della donna ha dovuto adattarsi alla crescita del bambino attraverso vere e proprie trasformazioni del corpo che interessano gli aspetti macroscopici muscolari ed ossei. Non si può quindi pensare di ritrovare nell'immediato post parto l'aspetto fisico che si aveva prima della gravidanza. Nel suo processo di ri-adattamento il corpo può impiegare anche un anno, ma questo non vuol dire che la forma migliore non sia recuperabile. Un esempio in questo senso è costituito dal peso corporeo. Il recupero del "peso forma" è uno degli aspetti che solitamente preoccupano di più. Si potrà sicuramente rientrare nel peso forma, ma sarà necessario attendere il tempo fisiologicamente necessario. Se infatti subito dopo il parto il peso si riduce drasticamente non essendoci più il peso del bambino, della placenta, del liquido amniotico e delle membrane, l'ulteriore calo ponderale conseguirà la riduzione dell'utero che mediamente avviene nelle successive 5-6 settimane.
Ciò detto passiamo ora a considerare alcune problematiche legate al periodo post parto, del tutto normali, ma che necessitano le dovute accortezze prima di mettere in pratica il programma di lavoro:

 

PARTO CESAREO


In caso di parto cesareo non ci si può allenare prima di sei settimane, periodo minimo necessario perchè si rimargini la ferita. Nel frattempo è bene cercare di stare in piedi il più possibile  per aiutare il corpo a riprendersi più velocemente. In questo periodo potrebbero anche verificarsi delle perdite ematiche vaginali. Se ciò accade non c'è motivo di allarmarsi. Esse sono ritenute del tutto normali in quanto il sangue della placenta e dell'utero va a raccogliersi proprio in questa zona. Non c'è motivo di abbattersi in questo periodo di attesa! Anzi, a differenza delle donne che hanno partorito naturalmente, quelle sottoposte a cesareo di norma presenteranno minori dolori nella zona pelvica nei periodi successivi al parto. Durante il periodo di attesa è controindicato nel modo più assoluto qualsiasi esercizio per gli addominali. Oltre allo stare in piedi, si possono però iniziare anche da subito dei semplici esercizi per riattivare la circolazione sanguigna, con tutti i benefici del caso, ed alcuni esercizi per i muscoli pelvici. La tabella 1 qui di seguito riporta uno schema descrittivo:

 

Tabella 1. Esercizi in caso di parto cesareo


PER LA CIRCOLAZIONE

Distese supine sul letto con le gambe distese, sollevate una gamba ed effettuate una rotazione della caviglia prima oraria poi antioraria circa 10 volte per lato, riportate giù la gamba sollevate l'altra e ripetete nuovamente l'esercizio

MUSCOLI PELVICI

Distese supine sul pavimento con le ginocchia piegate, divaricate leggermente i piedi (che rimangono in contatto con il terreno), aderite il bacino al pavimento, contraete e sollevate i glutei alzando la zona pelvica di circa 10-15 cm da terra, mantenete la posizione per 10 secondi e rilasciate tornando alla posizione iniziale. Ripetete quindi l'esercizio per 10 volte.

 

1 2 3 »


ARTICOLI CORRELATI

Peso forma calcolo peso formaAutostima, sport e forma fisicaCross training, forma fisica e tipologie fisicheAllenamento Total Body per Ritrovare la Forma FisicaBraccia - Petto - Schiena - Spalle in Forma con i ManubriCasalinghe - Mantenersi in Forma con le Faccende DomesticheConsigli per ritornare in forma dopo l'estateCosa fare per tornare in forma dopo l’estateForma fisica in palestraForma perfetta? Ecco some si faGlutei in forma senza andare in palestraHome Fitness: benessere e forma fisica nella comodità di casa propriaIn Forma con l'Hula HoopIn Forma con l'Uso delle Polsiere e delle CavigliereIn forma dopo il parto - seconda parte -In forma dopo il parto - terza parte -In forma dopo le festeMagri e in Forma con la Body BandMantenersi in forma senza andare in palestraPhysical fitness testProva costume in forma per l'estate (parte seconda)Rimettersi in Forma col Total Body WorkoutRimettersi In forma dopo le festeTapis roulant: valutare la propria forma fisicaTornare in Forma - Giorno UnoUltimi giorni di sole per mettersi in forma all'apertoForma fisica su Wikipedia italianoPhysical fitness su Wikipedia ingleseIl travaglio di partoCorsi di accompagnamento al partoDepressione Post-PartoDepressione Post-Parto - Farmaci e CuraEpisiotomia (o Perineotomia)Lochiazioni e Perdite Post-PartumParto Cesareo - Taglio CesareoParto indottoRottura delle AcqueForcipeParto PrematuroEmorragia Post-partum - Cause e SintomiGravidanza dopo il partoGravidanza dopo il parto e difficoltà del puerperioGravidanza dopo il parto e le difficoltà del puerperioLa ginnastica Post-partoMethergin - Foglietto IllustrativoPartorire - le varie fasi del parto -Postparto e difficoltà del puerperioSintomi del travaglioSintomi Depressione post-partumCorsi di accompagnamento al parto - 2a parteCorsi di accompagnamento al parto - 3a parteCorsi di accompagnamento al parto - Quarta parteparto su Wikipedia italianoChildbirth su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 11/10/2016