Ictus - Sintomi, Segni e Complicazioni

Introduzione

Conoscere quali sono i sintomi e i segni tipici dell'ictus è fondamentale per identificare sul nascere il problema e allertare prontamente i soccorsi.

Sintomi Ictus

Figura: la prova che aiuta un individuo a riconoscere un ictus in corso: si alzano le due braccia (A) e si osserva quale delle due tende a cadere, senza controllo volontario (B). Dal sito: busnagosoccorso.com

La gravità dell'ictus è correlata alla durata e all'entità dell'ischemia (mancanza momentanea di irrorazione sanguigna), nonché all'estensione dell'area cerebrale colpita; si passa così da una momentanea atrofia o da un senso di formicolio ad un arto, ad una paralisi totale, al coma e alla morte.

Sintomi

Per approfondire: Sintomi Ictus


I sintomi dell'ictus dipendono dall'area di cervello coinvolta dal disturbo, in quanto regioni diverse dell'encefalo controllano distretti differenti del corpo. Inoltre, ha un'importanza fondamentale l'entità del danno: infatti, più l'ictus è esteso e grave, più possono essere drammatiche e letali le conseguenze. Pertanto, ogni paziente colpito da ictus rappresenta un caso a sé stante.
La sintomatologia tipica è la seguente:

  • Paralisi e intorpidimento della faccia o degli arti
    Caratteristiche: l'episodio è improvviso e il paziente mostra il disturbo su un lato soltanto del corpo (per esempio solo sul braccio destro o solo sul sinistro).
    Per riconoscere il segno: alzando entrambe le braccia davanti a sé o sopra la testa, si riesce a capire quale delle due è più debole, in quanto è tendente a cadere; oppure, provando a sorridere, si riesce a vedere se e quale angolo della bocca cede ed è incontrollabile.
  • Difficoltà a camminare
    Caratteristiche: il paziente, all'improvviso, comincia a incespicare, a soffrire di vertigini e a perdere l'equilibrio e la coordinazione.
  • Difficoltà a parlare e a capire
    Caratteristiche: il paziente è confuso e non riesce a capire ciò che gli altri dicono; parla farfugliando e in modo ingarbugliato.
  • Difficoltà visive
    Caratteristiche: il paziente, sempre all'improvviso, comincia a vedere in modo annebbiato od offuscato. Il disturbo può insorgere a carico di uno o di entrambi gli occhi.
  • Mal di testa
    Caratteristiche: il paziente avverte un forte mal di testa, accompagnato, molto spesso, da vomito, nausea, torcicollo e perdita di coscienza.

Approfondimento


Perché i sintomi compaiono solo su un lato del nostro corpo?
La domanda è lecita e la spiegazione è semplice: l'emisfero destro del nostro cervello controlla la parte sinistra del corpo umano, mentre l'emisfero sinistro controlla la parte destra. Ciò significa che un danno cerebrale alla metà destra dell'encefalo si manifesta a livello dei muscoli del lato sinistro, e viceversa.
Inoltre, a ciascun emisfero è legato il controllo specifico anche di altre funzioni e facoltà, non propriamente motorie. Per esempio, il cervello di destra controlla la parola e il linguaggio; un danno a suo carico si manifesta con difficoltà nell'articolare un discorso sensato e chiaro.

Quando Rivolgersi al Medico?

Ictus Sintomi Viso

Figura: in presenza di un ictus, se si prova a sorridere, metà faccia rimane paralizzata e non si riesce a muovere. Dal sito: busnagosoccorso.com

Un individuo colpito da ictus necessita di assistenza medica immediata, in quanto più tempo passa dalla comparsa del disturbo e più i danni cerebrali conseguenti saranno estesi e irrimediabili.

Ecco per quale motivo è fondamentale conoscere quali sono i sintomi, i segni e i modi per riconoscerli, senza dover aspettare un consulto medico. La prima cosa da fare è, quindi, rivolgersi al soccorso ospedaliero.

Complicazioni

L'ictus può provocare delle invalidità temporanee o permanenti. La loro gravità dipende da quanto a lungo il cervello è rimasto senza i rifornimenti di sangue, prima dei soccorsi, e dalla parte di cervello colpita.
Le complicazioni tipiche dell'ictus sono:

  • Ictus Sintomi

    Figura: I 3 sintomi tipici dell'ictus: paralisi facciale da un lato con impossibilità di sorridere normalmente; incapacità di mantenere sollevate entrambe le braccia; difficoltà a parlare.
    Se si avvertono sintomi simili chiamare immediatamente il 118. Dalla campagna di sensibilizzazione irish heart condition.

    Paralisi semi-totale o totale dei muscoli motori
    Caratteristiche: si verifica se il cervello è rimasto privato a lungo di sangue. Il paziente non riesce più a controllare determinati muscoli degli arti e del viso, solitamente su un lato soltanto del corpo. Con un'adeguata terapia fisica, si può recuperare parte delle capacità motorie.
  • Gravi difficoltà a parlare e a deglutire
    Caratteristiche: gravi ictus possono causare la perdita di controllo dei muscoli della bocca e di quelli deputati alla deglutizione. Il paziente non riesce a deglutire il cibo, a produrre e comprendere il linguaggio correntemente parlato (disartria e afasia) ecc. Con l'aiuto di un esperto logopedista, si possono recuperare parte delle capacità perse.
  • Perdita di memoria e incapacità di ragionamento
    Caratteristiche: alle perdite di memoria, si aggiungono delle difficoltà di pensiero, di giudizio e di ragionamento. Con le terapie appropriate, può verificarsi un netto miglioramento.
  • Dolore post-ictus
    Caratteristiche: ictus prolungati possono provocare, a distanza di tempo, la spiacevole sensazione di continuo dolore e formicolio; inoltre, il paziente soffre i cambiamenti di temperatura, in particolare quelli dal caldo al freddo. I rimedi, per questo tipo di problema, sono pochi.
  • Problemi emotivi e cambiamenti del comportamento
    Caratteristiche: il paziente può perdere il controllo delle proprie emozioni e sviluppare una forma di depressione. Inoltre, diventa introverso, meno socievole e più impulsivo.
  • Incapacità a curarsi di se stessi
    Caratteristiche: il paziente, dopo ictus gravi, non è più totalmente indipendente e necessita di una persona che abbia cura della sua persona. Col tempo, si possono avere dei miglioramenti.
« 1 2 3 4 »