Il Fumo di Tabacco è da sempre Radioattivo

A cura di Marino Macchio

Le Vie del Polonio fino al Tabacco

L'industria del tabacco sa bene, da almeno 50 anni, che nelle sigarette c'è il POLONIO, isotopo radioattivo chiamato polonio-210. Le piante del tabacco, infatti, accumulano piccole concentrazioni di polonio-210; questo isotopo è prodotto soprattutto dalla radioattività naturale dei fertilizzanti. Alle alte temperature raggiunte durante la combustione del tabacco, il polonio si trasforma in vapore, viene inalato e si fissa nei polmoni dei fumatori, di conseguenza nel tempo può provocare il cancro. Gli effetti del solo polonio possono causare migliaia e migliaia di vittime all'anno in tutto il mondo.
Le ricerche hanno dimostrato che il polonio si accumula in aree specifiche del polmone. A causa del modo in cui le nostre vie aeree si diramano in bronchi ed alveoli, i radioisotopi si sedimentano e si concentrano nei punti di biforcazione, dove formano hot spot di radioattività, emettendo particelle alfa.

 

Gli effetti dannosi delle radiazioni da polonio-210e di altri agenti cancerogeni del fumo di sigaretta si amplificano a vicenda


COME SI ACCUMULA IL POLONIO-210 Nel Tabacco? Come passa nella pianta del tabacco?


Due ricercatori, Radford e Hunt, già in un articolo pubblicato nel 1964 avevano formulato due ipotesi rivelatesi in futuro esatte:

  • Gli isotopi figli del radon-222 presente naturalmente in atmosfera, incluso il piombo-210, si sedimentano sulle foglie
  • Il piombo-210 nel terreno concimato è assorbito dalle piante attraverso le radici.
Fumo radioattivo
Fig. 1 Le vie del polonio fino al tabacco

Il Problema

Il polonio-210 è uno dei numerosi prodotti di decadimento dell'uranio.
L'uranio è naturalmente presente nel terreno, ma si trova il concentrazioni molto più grandi nelle rocce fosfatiche da cui si ricavano i fertilizzanti. I ricercatori hanno scoperto due vie che portano dall'uranio al polonio nel tabacco: attraverso l'aria e attraverso le radici. Fig. 1


Le soluzioni

Le ricerche condotte dai produttori di tabacco hanno dimostrato che combinazioni delle seguenti misure potrebbero eliminare il polonio-210 dal fumo di sigaretta:

  • Aggiungere sostanze chimiche al tabacco per evitare la vaporizzazione pel polonio-210 e la sua successiva inalazione
  • Passare a fertilizzanti a basso contenuto di uranio
  • Lavare le foglie dopo averle raccolte
  • Fumare sigarette con filtri a scambio ionico per catturare il polonio
  • Creare piante di tabacco con fogli senza peli, i «tricomi», grazie all'ingegneria genetica

Il polonio potrebbe essere un eccellente primo «veleno» dal bandire dal tabacco. E' un singolo isotopo, non un ingrediente complesso del fumo. Altri veleni come il fenolo o il monossido di carbonio, sono difficili da separare dal fumo, ma il polonio no. Inoltre, alcuni passaggi che possono ridurre le concentrazioni di polonio nel fumo, come il lavaggio delle foglie di tabacco, potrebbero aiutare a rimuovere anche metalli tossici come piombo, arsenico e cadmio.
L'Organizzazione mondiale della Sanità ha dichiarato che il fumo in tutto il mondo è la causa di morte PIU' FACILE da evitare. Ogni anno muoiono in tutto il mondo 1,3 milioni di persone di tumore ai polmoni, il 90% a causa del fumo, dei quali il 2% a causa del polonio.

Pur sapendo del pericolo e addirittura di processi che avrebbero drasticamente ridotto le concentrazioni di questo isotopo nel fumo di sigaretta, l'industria del tabacco ha deciso di non agire e di mantenere segrete le ricerche. Di conseguenza, le sigarette contengono ancore la stessa quantità di polonio che contenevano mezzo secolo fa.

 

Letture


Polonium-210: A volatile Radioelement in cigarettes.Radford Jr. E.P. e Hunt V.R.
In «Scienze», vol 143, pp 247-249, 17 gennaio 1964.
Puffing on Polonium. Proctor R.N., in «New York Times», 1° Dicembre 2006.
The Cigarette Century: The Rise, Fall, and Deadly Persistence of the Product That Defined America. Brandt A.M., Basic Books, 2007.
Waking a Sleeping Giant: The Tabacco Industry's Response to the Polonium-210 Issue. Muggli M.E., e altri, in «American Journal of Public Health», Vol. 98, n.9, pp. 1643-1650, 16 luglio 2008.
The Polonium Brief: A Hidden History of Cancer, Radiation, and the Tobacco Industry. Rego b., in «Isis», Vol. 100, n.3, pp. 453-484, settembre 2009.

 

« 1 2 3