Farmaci SOP - Senza Obbligo di Prescrizione Medica

Definizione

I farmaci senz'obbligo di prescrizione medica - più semplicemente definiti come SOP - sono quei medicinali la cui dispensazione può avvenire in farmacia senza la presentazione della ricetta medica, poiché sono destinati al trattamento di disturbi considerati lievi e passeggeri.
Farmaci SOPGeneralmente, i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica possono essere definiti come una sorta di categoria intermedia fra i farmaci con obbligo di prescrizione medica (farmaci OP) e i farmaci da banco (farmaci OTC).
Dal punto di vista della classificazione dei medicinali in base al regime di fornitura e rimborsabilità, la maggior parte dei farmaci senz'obbligo di prescrizione medica appartiene alla fascia C, quindi, il loro costo è a completo carico del cittadino e non rimborsabile dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN), se non in specifici casi previsti dalla legge.

Dispensazione e Costi

Come accennato, il paziente può acquistare i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica direttamente in farmacia e senza la presentazione di alcun tipo di ricetta medica.
I farmaci SOP possono essere venduti sia nelle farmacie, sia nelle parafarmacie, così come nei cosiddetti "angoli della salute" presenti all'interno dei supermercati. Inoltre, possono essere venduti online tramite i siti web di farmacie autorizzate dal ministero della salute.
I prezzi dei farmaci SOP possono essere stabiliti dalle singole farmacie, parafarmacie o punti vendita che, se lo ritengono opportuno, sono liberi di applicare sconti di diverso valore.
Inoltre, va ricordato che qualora un paziente richieda al farmacista la dispensazione di un determinato farmaco, per il quale esiste il corrispondente medicinale equivalente (o farmaco generico, che dir si voglia) avente prezzo inferiore, il farmacista è tenuto ad informarne il paziente e ad erogarlo al posto della specialità medicinale "di marca", a maggior ragione se è proprio lo stesso paziente a richiederlo.

Farmaci SOP e OTC: quali differenze?

In base ad una prima analisi superficiale e alla luce di quanto finora detto, i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica potrebbero sembrare in tutto e per tutto sovrapponibili ai farmaci OTC, o farmaci da banco che dir si voglia.
In verità, vi è una sostanziale differenza fra queste due categorie, riguardante l'ambito pubblicitario. Infatti, mentre per gli OTC è consentita la pubblicità al pubblico, la legge impedisce che i SOP vengano pubblicizzati in alcun modo.
Inoltre - a differenza di quanto avviene per i farmaci da banco - i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica non possono essere esposti sopra al banco della farmacia o nelle aree cui i pazienti possono liberamente accedere.
Pertanto, il paziente può avere l'accesso a tali farmaci solo attraverso l'interazione diretta con il farmacista. Ciò avviene perché si ritiene che questi farmaci - pur essendo considerati sicuri e per i quali il monitoraggio del medico non risulta essere fondamentale - debbano essere dispensati solo su consiglio di una figura professionale quale è il farmacista (non a caso, i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica vengono talvolta definiti come "farmaci da consiglio").



Ultima modifica dell'articolo: 09/08/2016