Farmaci per l'impotenza: viagra cialis levitra

Impotenza è un termine largamente utilizzato, in maniera impropria, come sinonimo di deficit erettile, un disturbo dalle molte sfaccettature, caratterizzato dall'incapacità di raggiungere e/o mantenere un'erezione soddisfacente per l'attività sessuale.
Da una decina d'anni a questa parte sono disponibili farmaci molto efficaci per risolvere disfunzioni sessuali di questo tipo. Purtroppo, secondo uno stile tipicamente occidentale, questi prodotti vengono spesso assunti come soluzioni semplici ad un problema complesso, senza prendersi carico del perché tale disturbo si sia presentato. Oltre al rischio di una possibile "farmacodipendenza" o della definitiva rassegnazione nel caso in cui non sortissero l'effetto sperato, bisogna mettere in conto anche gli effetti collaterali di questi farmaci, generalmente lievi, ma piuttosto pericolosi per determinati individui.

Viagra, Levitra e Cialis sono i nomi commerciali dei farmaci più comunemente utilizzati in presenza di una disfunzione erettile, con risultati molto spesso soddisfacenti sia in termini di efficienza che di tollerabilità. Il loro meccanismo d'azione è molto simile, il taladafil (Cialis) ha però una durata d'azione nettamente superiore. Questa ed altre piccole differenze possono rendere un prodotto più o meno appropriato in relazione allo stato di salute dell'utilizzatore; anche per questo motivo è consigliabile una visita medica preventiva.
Intraprendere un percorso terapeutico per risolvere i problemi alla base dell'impotenza aiuta in molti casi a migliorare lo stato di salute generale e a prevenire una lunga serie di patologie, anche molto gravi. Spesso, infatti, i deficit di erezione sono un sintomo dell'aterosclerosi, oppure del diabete, dell'eccesso di fumo, così come del troppo alcol o dell'abuso di determinate droghe, per non parlare, poi, dell'obesità e del ridotto esercizio fisico (maggiore suscettibilità a problemi cardiovascolari, diminuzione dei livelli plasmatici di testosterone).

Tadalafil: meccanismo d'azioneCome agiscono

Questi farmaci inibiscono la degradazione enzimatica del cGMP, un messaggero enzimatico che porta, tra l'altro, ad una dilatazione delle arteriole del pene, con conseguente aumento del turgore e della dimensione dell'organo. Il cGMP viene rilasciato in seguito all'aumentata produzione di ossido nitrico, in risposta a segnali nervosi, scatenati dagli stimoli tattili provenienti dal glande e da altre zone erogene, o di natura visiva, uditiva ed olfattiva.
Viagra, Levitra e Cialis non sono quindi medicinali afrodisiaci, perché non aumentano il desiderio sessuale, ma si limitano a rendere più vigorosa e duratura l'erezione quando essa è già innescata da stimoli appropriati.

Qual è il migliore?

I farmaci per combattere l' "impotenza" possono differire sotto vari aspetti, come durata d'azione, effetti collaterali ed interazioni con altri medicinali; tutti questi parametri devono essere attentamente valutati prima di intraprendere la terapia.



Viagra
(sildenafil)

Levitra
(vardenafil)

Cialis
(tadalafil)

Come assumerli

Lontano dai pasti, non più di una volta al giorno

Lontano dai pasti, non più di una volta al giorno

Lontano dai pasti, non più di una volta al giorno

Quando assumerli

Da 30 a 60 minuti prima dell'attività sessuale

Da 30 a 60 minuti prima dell'attività sessuale

30 minuti prima dell'attività sessuale

Durata d'azione

media

Quattro ore

Quattro ore

Trentasei ore

Quando non vanno usati?

Viagra, Levitra e Cialis andrebbero utilizzati con particolare cautela se si soffre di ipotensione (pressione bassa), problemi cardiaci (pregresso infarto miocardico, angina pectoris, aritmie) e retinici.
L'importanza di una visita medica preventiva è legata anche alla valutazione delle possibili interazioni con le eventuali, altre, medicazioni assunte dal paziente, inclusi i rimedi fitoterapici.
Viagra, Levitra e Cialis non andrebbero mai utilizzati insieme ai nitrati, specialità medicinali rivolte al trattamento del dolore toracico associato a problemi cardiaci (angina). Entrambi, infatti, agiscono dilatando i vasi e ciò potrebbe causare un severo calo della pressione arteriosa, con conseguente comparsa di shock. I nitrati sono contenuti nei seguenti farmaci: nitroglicerina (Adesitrin, Deponit, Dermatrans, Epinitril, Keritrina, Minitran, Natispray, Nitraket, Nitrocor, Nitro-Dur, Nitrosylon, Nitroderm, Perganit, Top-Nitro, Triniplas, Trinitrina, Venitrin), isosorbide dinitrato (Carvasin, Dinike, Nitrosorbide), isosorbide mononitrato (Duronitrin, Elan, Ismo Diffutab, Ismo-20, Leicester, Monocinque, Monoket, Vasdilat), nitrito di amile e similari (poppers, droga utilizzata a scopo ricreativo).
Prudenza anche nella contemporanea assunzione di alfa bloccanti (terazosina, doxasozina, tamsulosina), medicinali utilizzati nel trattamento dell'ipertrofia prostatica e che, similmente a quanto visto nel caso precedente, possono determinare eccessivi ribassi pressori. In questo caso il medico imporrà il rispetto di determinate precauzioni, come l'assunzione dei due farmaci ad una distanza di tempo non inferiore alle 4 ore od una riduzione dei dosaggi. L'unica eccezione riguarda l'associazione di Cialis e tamsulosina (Omnic, Pradif), che non causa effetti collaterali di rilievo.