Eccesso di Acido Folico

Vedi anche: carenza di acido folico - acido folico - quiz sull'acido folico - acido folico in gravidanza

Apporto Massimo Consigliato

Il rischio di tossicità derivante da un apporto eccessivo di acido folico è ridotto.

Secondo l'Institute of Medicine's Food and Nutrition Board statunitense, l'upper limit uptake per un adulto è di 1000 mcg al giorno, a fronte di un'assunzione consigliata di 400 mcg di folati/die. L'upper limit uptake indica qual è il massimo apporto quotidiano di un nutriente compatibile con l'assenza di effetti collaterali da sovradosaggio; tale valore tiene conto dell'assunzione totale, sommando quindi l'apporto alimentare con il contributo di eventuali farmaci o integratori. Ecceso di acido folicoDurante la gravidanza, comunque, le gestanti particolarmente a rischio possono arrivare ad assumere sino a 5 mg di acido folico al giorno, sottoforma di integratori specifici. In queste situazioni, infatti, i benefici raggiungibili in termini di prevenzione sui difetti di chiusura del tubo neurale del nascituro, superano di gran lunga gli ipotetici rischi di un eventuale sovradosaggio.

Acido Folico negli Alimenti

L'acido folico è contenuto nei vegetali a foglia verde scura, nei cereali integrali, nel fegato, nel lievito di birra ed in alimenti fortificati. Gli apporti di acido folico sono quindi tendenzialmente più elevati nelle popolazioni che seguono una dieta vegetariana o crudista (buona parte dell'acido folico viene persa con la cottura) rispetto a quelle onnivore.

Rischi per la Salute

L'insidia più pericolosa di un eccessivo apporto alimentare di acido folico è che tende a nascondere gli effetti precoci di un eventuale carenza di B12, una vitamina contenuta quasi esclusivamente negli alimenti animali.

Pertanto, un vegetariano che per sua sfortuna è colpito da gastrite atrofica, morbo di Crohn, celiachia o da altre sindromi da malassorbimento, può essere esposto a sua insaputa alle gravi conseguenze dell'anemia perniciosa non trattata.

Questa patologia - determinata dal deficit protratto di vitamina B12 - in uno stadio avanzato provoca lesioni del sistema nervoso, fino alla degenerazione irreversibile dei cordoni posteriori del midollo spinale, con comparsa di parestesie, alterazioni della sensibilità e disturbi motori fino alla paralisi.


Le conseguenze che un eccesso di acido folico può avere in determinate situazioni è un ulteriore spunto per condannare il ricorso indiscriminato a megadosi vitaminiche, tanto inconsciamente pubblicizzato in alcuni siti internet.