Dermatite

Generalità

Sotto il termine dermatite si celano diverse malattie della cute, in gran parte caratterizzate da fenomeni infiammatori. Se intesa nel suo significato più ampio, la dermatite è un disturbo piuttosto comune, alquanto generico e come tale dovuto alle cause più disparate (infezioni, irritazioni, reazioni allergiche, carenze o eccessi alimentari ecc.). Esistono infatti diversi tipi di dermatite, come la dermatite seborroica e quella atopica (nota anche come eczema o dermatite eczematosa).

Dermatite

Dermatite severa alla mano

Nonostante questa grande variabilità per cause e manifestazioni, le dermatiti sono accumunate da alcuni sintomi caratteristici, come pruriti, arrossamenti e piccoli gonfiori della pelle, talvolta a carattere vescicolare fino a vere e proprie lesioni.

Come anticipato, la dermatite è una condizione piuttosto comune, non contagiosa, che tutto sommato non incide pesantemente sulla salute generale dell'individuo; nonostante ciò, può risultare alquanto sconfortevole per chi ne soffre, talvolta con ripercussioni negative sulla vita di relazione.

Sintomi

Per approfondire: Sintomi Dermatite


SINTOMI DELLA DERMATITE

Dermatite da contatto

Manifestazioni cutanee molto pruriginose, caratterizzate da rossore e comparsa di piccole vescicole su zone di pelle esposte al contatto con sostanze sensibilizzanti (irritanti o allergeniche). Vedi: dermatite allergica.

Psoriasi

Comparsa di chiazze rosso-biancastre eritemato-squamose di varia grandezza e forma, ad andamento cronico recidivante, ovvero soggette ad attenuazione, regressione e ricomparsa.

Dermatite seborroica

Condizione piuttosto comune del cuoio capelluto, spesso causa di forfora grassa; la perdita di squame untuose interessa non solo il cuoio capelluto, ma anche altre zone ricche di ghiandole sebacee, come le sopracciglia, le aree cutanee ai lati del naso e dietro agli orecchi, la zona inguinale e, talvolta, quella ascellare.

Dermatite periorale

I sintomi tipici della dermatite si localizzano al volto, distribuendosi intorno alla bocca in modo così tipico da determinarne la denominazione clinica.

Dermatite erpetiforme

I sintomi caratteristici della dermatite (pruriti, arrossamenti, bolle sierose) si accompagnano talvolta a disturbi gastrointestinali.

Dermatite atopica

Più comunemente conosciuta come eczema, si caratterizza per cicli alternati di esacerbazioni e stati clinici silenti.

Diagnosi

La diagnosi di una specifica forma di dermatite non è sempre agevole; come si può intuire, le manifestazioni cutanee sono spesso simili e per certi versi sovrapponibili, nonostante le singole malattie riconoscano cause ed evoluzioni differenti. Innanzitutto, una corretta diagnosi non può prescindere da un'accurata anamnesi, vale a dire da una raccolta approfondita di tutte le notizie relative alla vita del paziente e della sua famiglia, alle malattie passate e alle modalità d'insorgenza e di decorso della malattia in atto.

Ciò permette al medico di formulare una serie di ipotesi, che verranno poi smentite o confermate da esami specifici; qualora si sospetti una dermatite da contatto, per esempio, il dermatologo può effettuare patch test sulla cute per individuare le sostanze responsabili di tale disturbo. Si tratta, in sostanza, di applicare sulla pelle della schiena del paziente alcuni dischetti di alluminio, contenenti ciascuno una particolare sostanza (allergene) potenzialmente responsabile della dermatite (le sostanze da testare nel singolo soggetto sono scelte tra quelle con le quali può venire in contatto durante le attività quotidiane, da cui l'importanza di un'anamnesi approfondita). Tali dischetti vengono mantenuti sulla cute per 48 ore grazie a particolari cerotti anallergici.  Una volta tolti, l'eventuale risposta allergica a una o più sostanze applicate sarà individuata dalla presenza di arrossamento, prurito e piccole vescicole localizzate alla sede di contatto; l'interpretazione dei risultati e l'esecuzione del test sono di esclusiva competenza medica.

Per diagnosticare altri tipi di dermatite può rendersi necessaria una piccola biopsia cutanea ed esami ematici.

Cause

CAUSE DI DERMATITE

Dermatite

da contatto

La dermatite è causata dal contatto diretto della cute con sostanze irritanti o allergeniche. Nel primo caso, affinché la malattia si manifesti occorrono concentrazioni importanti di sostanza, da applicarsi localmente per un certo periodo; nel secondo sono sufficienti piccolissime dosi di allergene per un tempo brevissimo. Tra gli irritanti più comuni ricordiamo il sapone ed i detergenti in genere (compresi detersivi e simili), mentre nella categoria degli allergeni rientrano metalli come il cromo ed il nichel, alcuni profumi, cosmetici, latice, erbe infestanti come l'edera, farmaci ad uso topico (come quelli a base di neomicina) ed alcune sostanze impiegate nell'industria tessile e dell'abbigliamento.

Psoriasi

Patologia multifattoriale che deriva dall'interazione tra numerosi fattori predisponenti, ma che non conosce una precisa causa di origine; nella maggior parte dei casi, la componente genetica e lo stress giocano un ruolo molto importante.

Dermatite seborroica

Questa forma di dermatite è comune nelle persone con pelle e capelli grassi ed è dovuta all'iperattività delle ghiandole sebacee e ad un'alterazione nella composizione del loro secreto; le caratteristiche del sebo lo rendono un terreno fertile per la crescita del fungo Malassezia furfur, la cui massiccia presenza irrita la cute. Nei neonati questa malattia è nota come crosta lattea e ha un'orgine incerta.

Dermatite periorale

L'eziologia, così come per molte altre forme di dermatite, è ancora oggetto di discussione; da alcuni autori è ritenuta una complicanza della dermatite seborroica, da altri una varietà particolare di rosacea. La causa esatta non è nota, ma applicazioni al volto di corticosteroidi topici o alcuni prodotti dentali contenenti fluoro ricoprono un ruolo statisticamente significativo.

Dermatite erpetiforme

L'elevata frequenza con cui si associa alla malattia celiaca, una condizione di intolleranza permanente al glutine, suggerisce un importante correlazione tra le due condizioni, anche se talvolta una dieta di esclusione non è sufficiente a risolvere il problema.

Dermatite atopica

La dermatite atopica rappresenta una sindrome allergica ereditaria, comune negli individui allergici o nel cui nucleo famigliare si registrano parenti con problemi analoghi (in particolar modo asma allergica e febbre da fieno ). Solitamente compare durante l'infanzia e tende ad attenuarsi nell'età adulta, a meno che non persista il contatto con l'elemento allergizzante (ad esempio per l'esposizione professionale). L'esatta causa di origine non è nota ma probabilmente è dovuta alla combinazione di alterazioni cutanee (eccessiva permeabilità, pelle secca) e disordini del sistema immunitario; lo stress può aggravare la dermatite atopica, ma non può essere considerato la causa primaria.

 

Cura e prevenzione della dermatite »



Ultima modifica dell'articolo: 16/08/2016