Creatininuria - Creatinina nelle Urine

Generalità

La creatininuria è la quantità di creatinina nelle urine.
Quest'esame fornisce informazioni utili sull'efficienza funzionale dei reni, essendo quest'ultimi deputati al filtraggio del sangue.

Il dosaggio della creatininuria viene spesso richiesto per misurare la clearance della creatinina e si esegue sulla raccolta delle urine delle 24 ore.

Cos'è

  • La creatinina è il prodotto del catabolismo della creatina fosfato (o fosfocreatina). Questa molecola è localizzata principalmente nel muscolo scheletrico e nel cuore. Per questi tessuti, la creatinina costituisce una fonte di energia immediatamente utilizzabile per la contrazione.
  • La produzione di creatinina è correlata al metabolismo della creatina. Durante l'assorbimento di questo amminoacido da parte dei muscoli, una piccola quota viene convertita in creatinina in maniera irreversibile e pressoché costante nel tempo.
  • La creatinina prodotta si riversa nel sangue e viene filtrata, successivamente, dai glomeruli renali. Il destino della molecola è quello di essere interamente eliminata con le urine, senza essere riassorbita o subire significative modifiche a livello dei tubuli renali.
  • Quando la filtrazione renale è nella norma, la concentrazione di creatinina nel siero e la quota eliminata nelle urine rimangono costanti e sono in relazione alla massa muscolare.
  • Se la presenza di creatinina nel sangue è troppo elevata, significa che i reni non riescono a farla passare nelle urine, quindi non svolgono bene il loro lavoro.
  • In presenza di una condizione patologica che compromette la capacità renale di filtrazione, la creatinina non viene eliminata correttamente; a risentirne sono i valori urinari e plasmatici.

Perché si Misura

Urina Test CreatininuriaIl dosaggio della creatinina nelle urine raccolte nel corso di 24 ore (creatininuria delle 24 h) è una valutazione spesso associata alla contemporanea misura del composto nel sangue (creatinemia). In un intervallo di tempo definito, questi parametri permettono di calcolare quanto plasma (parte liquida del sangue) viene filtrato nei glomeruli renali e viene depurato della creatinina ogni minuto (clearance” renale della creatinina).
Dal momento che tutta la creatinina filtrata dal glomerulo viene completamente escreta (non vi è riassorbimento), il suo livello nelle urine costituisce un indice sensibile e specifico di funzionalità renale. Se questo è troppo basso significa che l'attività filtrante del rene è compromessa e si avrà, di riflesso, un aumento della concentrazione di creatinina nel sangue.
Il dosaggio della creatininuria viene eseguito anche per monitorare il trattamento delle patologie dei reni (ad esempio, nei pazienti dializzati) o la funzionalità degli stessi organi durante certi tipi di terapie.

Valori normali

Gli intervalli di riferimento per la creatininuria sono i seguenti:

  • Valori normali donna: 600 - 1800 mg/24h;
  • Valori normali uomo: 800 - 2000 mg/24h.

Tuttavia, va considerato che la quantità di creatinina prodotta dall'organismo dipende dall'età, dallo sviluppo delle masse muscolari e dall'esercizio fisico eseguito: per questo, la concentrazione è leggermente superiore negli uomini rispetto alle donne e ai bambini.

Creatininuria Alta - Cause

La creatinina alta nelle urine può essere causata da:

Un aumento dell'escrezione urinaria può essere associato all'assunzione di farmaci, come captopril e corticosteroidi.

Creatininuria Bassa - Cause

Una diminuzione della concentrazione della creatinina urinaria può essere dovuta a diverse situazioni quali:

Come si misura

La creatininuria viene misurata su un campione di urine raccolte nelle 24 ore.

Preparazione

L'esame prevede la raccolta delle urine emesse durante un'intera giornata (per esempio: dalle 8 del mattino, alle 8 di quello successivo), nel medesimo contenitore di plastica pulito e senza aggiunta di additivi. Chiudere sempre bene il recipiente e conservarlo in luogo fresco e al buio.
Nelle 8-12 ore che precedono l'esame della creatininuria, è importante evitare di praticare un intenso esercizio fisico. Quest'attività può alterare, infatti, i valori.
Inoltre, può essere richiesto al paziente di rimanere a digiuno la notte precedente al prelievo o di astenersi dal mangiare carne.

Interpretazione dei Risultati

L'aumento della creatinina nelle urine indica un deterioramento della funzione renale, acuto o cronico, che può essere provocato da inadeguata perfusione (shock, emorragia, insufficienza cardiaca), da nefropatie (glomerulonefriti, pielonefriti, necrosi tubulare acuta ecc.) o da ostruzioni delle vie urinarie.
Nelle malattie renali croniche, accompagnate, in particolare, da una riduzione della massa muscolare, la creatininuria tende a ridursi. Livelli bassi di creatinina nelle urine possono essere causati anche da anemie, atrofia muscolare e stati debilitativi.
Occorre ricordare, inoltre, che i risultati delle analisi devono essere valutati nell'insieme dal medico di base, che conosce il quadro anamnestico del proprio paziente.




Ultima modifica dell'articolo: 16/10/2017