Cisti Sebacee

Generalità

La cisti sebacea è una neoformazione sottocutanea di natura benigna, generalmente rotondeggiante.
Ciste SebaceaQuesta lesione si sviluppa in seguito all'occlusione di una ghiandola sebacea; dopo tale evento, quest'ultima non è in grado di smaltire correttamente il proprio secreto, che si raccoglie sviluppando la cisti.

L'incisione di tale formazione rivela tipicamente un contenuto di aspetto caseoso, spesso con odore fetido, formato da detriti epiteliali e materiale grasso.
La cisti sebacea si presenta come una massa a lento accrescimento, rilevata sul piano cutaneo, di consistenza semi-solida. Questa formazione cistica è indolente, salvo in caso di infezione.
Le cisti sebacee si osservano frequentemente a carico di cuoio capelluto, orecchie, volto e dorso. Le dimensioni di queste lesioni sono piuttosto variabili e, talvolta, possono raggiungere i 5-6 cm di diametro.
Il trattamento prevede il drenaggio e l'escissione chirurgica dell'intera cisti, compresa la relativa capsula, per prevenire le possibili recidive.


Cisti Sebacea

Cause e fattori di rischio

La cisti sebacea è una raccolta di materiale cheratinico, follicolare o sebaceo, che si presenta come una massa tondeggiante sottocutanea.
La cisti sebacea si forma in seguito a un'occlusione di una ghiandola sebacea o del suo condotto (cioè quel canale che consente il passaggio dei relativi prodotti). Se tali strutture si bloccano o vengono danneggiate, la ghiandola non riesce più a smaltire la secrezione di cheratina, sebo e cellule morte, che continua a prodursi. Come risultato, questo materiale confluisce, appunto, nella cisti e si solidifica.
L'occlusione di una ghiandola sebacea si verifica solitamente a causa di un trauma nell'area interessata. Un graffio, una ferita chirurgica o una patologia della pelle (come, ad esempio, l'acne) possono favorire, quindi, lo sviluppo di una cisti.
Nell'insorgenza di queste lesioni, sembrano avere un ruolo concausale anche lo stress, l'abuso di alcolici e tabacco e l'impiego di certi cosmetici.

Altri fattori che possono favorire l'insorgenza di una cisti sebacea possono includere alcune patologie genetiche, come la sindrome di Gardner o la sindrome del nevo basocellulare.

Segni e sintomi

La cisti sebacea si presenta come un rigonfiamento rotondeggiante, paragonabile a un piccolo bozzo, facilmente visibile sotto la pelle. La crescita è lentamente progressiva; le dimensioni di questa neoformazione potranno variare da alcuni millimetri fino ad arrivare anche a 5-6 centimetri di diametro.
Alla palpazione, la massa cistica risulta semi-solida, globulare e mobile. Questo tipo di cisti raramente procura dolore, ma può provocare fastidio se insorge in zone del corpo più delicate, come il cuoio capelluto o l'inguine.
Le cisti sebacee di grandi dimensioni localizzate sul viso e sul collo possono causare, inoltre, una sensazione di pressione, oltre a risultare abbastanza sgradevoli dal punto di vista estetico.


Attenzione! Toccare o spremere una cisti sebacea può causare la fuoriuscita all'esterno del suo contenuto e aumenta i rischi di infezione. In tal caso, l'area coinvolta può arrossarsi e risultare dolente.

Localizzazione

Le cisti sebacee si osservano prevalentemente a livello di cuoio capelluto, orecchie, collo, schiena e parte superiore delle braccia. Tuttavia, queste lesioni possono svilupparsi in ogni zona del corpo, ad esclusione della pianta del piede e del palmo della mano.
Nei maschi, queste formazioni cistiche tendono a comparire abbastanza frequentemente anche a livello del sacco scrotale e del torace.

Possibili complicanze

Se la cisti sebacea va incontro a rottura, può verificarsi un'infezione batterica secondaria, con formazione di una raccolta ascessuale in rapida espansione. Questa complicanza è associata a dolore, arrossamento e suppurazione (formazione di materiale purulento). Talvolta, è possibile la fuoriuscita all'esterno del suo contenuto, materiale di colore biancastro o bianco-grigiastro, piuttosto denso e maleodorante.
Una grande cisti tende a recidivare frequentemente, a meno che la parete cistica non venga asportata completamente.

Diagnosi

La cisti sebacea viene diagnosticata generalmente con un semplice esame fisico, in quanto l'aspetto di tale lesione è facilmente riconoscibile con l'ispezione e la palpazione.
Se sono presenti segni insoliti, tuttavia, il medico può indicare l'esecuzione di ulteriori esami per analizzare il contenuto all'interno della cisti e per escludere altre patologie più gravi.
Queste indagini possono comprendere:

Trattamento

La cisti sebacea può essere trattata con farmaci per via orale o soluzioni topiche, come creme cortisoniche o antibiotiche.
Tuttavia, se la cisti sebacea cresce di volume o incide sull'aspetto estetico, è consigliabile rimuoverla chirurgicamente. L'intervento prevede il drenaggio e l'escissione della massa con rimozione completa della parete cistica.
Cisti Sebacea TrattamentoDurante la procedura, in anestesia locale, viene praticata una piccola incisione per evacuare il contenuto, quindi si asportano le pareti della cisti con un bisturi o una pinza emostatica; in caso contrario, la lesione potrebbe recidivare.
In caso di rottura della cisti o suppurazione, è necessario procedere alla tempestiva incisione della lesione, quindi si introduce una garza da drenaggio che viene rimossa dopo 2-3 giorni.
Dopo il trattamento, per prevenire ulteriori complicanze nella zona interessata, possono essere prescritti degli antibiotici per via orale, come cloxacillina ed eritromicina, mentre la ferita chirurgica suturata rimane coperta e sterile indicativamente per 7-10 giorni.



Ultima modifica dell'articolo: 14/07/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Acne: cos’è il test Sebutape?