Cistatina C

Generalità

La Cistatina C è una proteina dosabile nel sangue, che fornisce indicazioni sullo stato della funzionalità renale.

Cistatina CLa misura della concentrazione di Cistatina C a livello ematico consente quindi di diagnosticare e monitorare eventuali patologie a carico dei reni.

Cos'è

La Cistatina C viene prodotta costantemente da tutti i tipi di cellule nucleate dell'organismo.
La sua massa molecolare relativamente piccola (120 aminoacidi) permette:

  • Una facile filtrazione da parte delle membrane glomerulari del rene;
  • Un rapido riassorbimento e metabolizzazione da parte delle cellule tubulari.

La velocità con cui il liquido - in cui si trova anche la Cistatina C - viene filtrato dai reni è chiamata glomerular filtration rate (GFR).
Una diminuzione di funzionalità renale porta a un decremento di GFR e a un aumento ematico di Cistatina C e di composti di scarto, come la creatinina (prodotto del metabolismo muscolare, misurabile nel sangue e nell'urina).

A differenza della creatinina, la Cistatina C non risente significativamente della massa muscolare (sesso o età) e della dieta (soprattutto proteica).

Ruolo biologico

La cistatina C è una proteina di basso peso molecolare, che agisce come inibitore delle cisteina proteasi; come tale, la cistatina C è importante per arrestare l'azione di questi enzimi coinvolti nella distruzione di cellule e proteine anomale, che diverrebbero pericolosi se lasciati liberi di attaccare anche le proteine “sane” dell'organismo.

Perché si Misura

La cistatina C viene prodotta in quantità pressoché costante da tutte le cellule nucleate. Si trova quindi nel plasma e, grazie al basso peso molecolare, viene liberamente filtrata dai glomeruli renali, quindi riassorbita e catabolizzata per il 99% circa nel tubulo prossimale (non viene secreta).
Di conseguenza, in condizioni fisiologiche la sua concentrazione nelle urine è pressoché nulla; il dosaggio della cistatina C nel plasma rappresenta quindi un ottimo marker endogeno di funzionalità renale, superiore anche alla tradizionale creatininemia ed alle formule basate su di essa.

Quando viene prescritto l'esame?

  • Il dosaggio della Cistatina C nel sangue viene indicato quando il medico sospetta che la funzionalità renale sia alterata.
  • L'esame può essere prescritto a intervalli regolari per monitorare la disfunzione in pazienti affetti da patologie renali.

Gli esami associati alla determinazione della Cistatina C includono, di solito, la creatininemia (misura della creatinina), il dosaggio dell'urea e l'eGFR (stima di GFR calcolata, di solito, a partire dalla concentrazione di creatinina nel sangue).

Valori normali

La cistatina C viene prodotta in quantità costante da tutte le cellule e non dipende in maniera significativa dal peso e dalla massa magra (tranne che per le fasce più estreme di composizione corporea), dall'età (tranne che per il 1° anno di vita), dal sesso o dalla razza.
Dopo il primo anno di vita, i valori di Cistatina C rimangono pressoché costanti fino all'età di 70 anni, quando si ha un graduale declino del filtrato glomerulare correlato all'invecchiamento, quindi un corrispettivo aumento dei livelli di Cistatina C nel sangue. Inoltre, questo marker di funzionalità renale non sembra influenzato dai vari metaboliti o medicamenti (eccetto i glucocorticoidi) che falsano l'analisi della creatininemia (come ad esempio la bilirubina, i chetoni, le ciclosporine, le cefalosporine o l'aspirina).

Cistatina C

Cistatina C Alta - Cause

Quando i reni funzionano normalmente, la concentrazione di Cistatina C nel sangue è stabile, ma al deteriorarsi della funzionalità renale, essa inizia ad aumentare.
Un'alta concentrazione sierica di Cistatina C corrisponde a una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare (GFR) e all'insufficienza renale.
Dal momento che la Cistatina C è prodotta nell'organismo a velocità costante e viene metabolizzata dai reni, dovrebbe rimanere a una concentrazione ematica costante se i reni funzionano in modo efficiente e la GFR è normale.

Cistatina C Bassa - Cause

L'assunzione di ciclosporina può diminuire la concentrazione di Cistatina C.

Come si misura

Il dosaggio della Cistatina C prevede la raccolta di un campione di sangue da una vena del braccio.

Preparazione

Nelle 8-12 ore precedenti all'esame della Cistatina C, può essere richiesto al paziente di rimanere a digiuno.

Interpretazione dei Risultati

Cistatina C e salute dei reni

I livelli sierici di Cistatina C dipendono principalmente dal filtrato glomerulare, cioè dalla quantità di plasma che i reni riescono a filtrare in un minuto; di conseguenza, se l'attività renale è compromessa da una malattia, i livelli plasmatici di cistatina C aumentano e la filtrazione glomerulare si riduce. Anche in soggetti diabetici (sia tipo 1 che tipo 2) la cistatina C viene considerata, in associazione alla microalbuminuria, un marker precoce di danno renale.
Il dosaggio della cistatina C trova poi un'altra importante applicazione in tutte quelle condizioni che possono determinare una riduzione della creatininemia e, conseguentemente, una sovrastima del filtrato glomerulare; è il caso, ad esempio, dell'età anziana, della malnutrizione calorico-proteica, della cirrosi epatica e della cachessia (notevole riduzione della massa muscolare).


Il fatto che le concentrazioni di cistatina C non dipendano in maniera significativa dall'entità della massa muscolare (salvo per i casi estremi), rappresenta un importante vantaggio anche per chi pratica allenamenti di muscolazione, come i bodybuilder, spesso allarmati da valori elevati di creatininemia ed azotemia, in realtà fisiologici nella maggior parte dei casi.


Trattandosi di un marker di recente impiego clinico, è probabile che nei prossimi anni si assista a una maggiore diffusione del dosaggio di cistatina C, a un allargamento del suo significato clinico e a una migliore definizione dei parametri di riferimento nelle varie fasce di popolazione.




ARTICOLI CORRELATI

Batteri nelle Urine
Ultima modifica dell'articolo: 10/07/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e Patate