Cistatina C

Ruolo biologico

La cistatina C è una una proteina di basso peso molecolare, che agisce come inibitore delle cisteina proteasi; come tale, la cistatina C è importante per arrestare l'azione di questi enzimi coinvolti nella distruzione di cellule e proteine anomale, che diverrebbero pericolosi se lasciati liberi di attaccare anche le proteine "sane" dell'organismo.

Perché si Misura

La cistatina C viene prodotta in quantità pressoché costante da tutte le cellule nucleate. Si trova quindi nel plasma e grazie al basso peso molecolare viene liberamente filtrata dai glomeruli renali, quindi riassorbita e catabolizzata per il 99% circa nel tubulo prossimale (non viene secreta).

Di conseguenza, in condizioni fisiologiche la sua concentrazione nelle urine è pressoché nulla; il dosaggio della cistatina C nel plasma rappresenta quindi un ottimo marker endogeno di funzionalità renale, superiore anche alla tradizionale creatininemia ed alle formule basate su di essa.

Valori Normali

La cistatina C viene prodotta in quantità costante da tutte le cellule e non dipende in maniera significativa dal peso e dalla massa magra (tranne che per le fasce più estreme di composizione corporea), dall'età (tranne che per il 1° anno di vita), dal sesso o dalla razza.

Dopo il primo anno di vita i valori di Cistatina C rimangono pressoché costanti fino all'età di 70 anni, quando si ha un graduale declino del filtrato glomerulare correlato all'invecchiamento, quindi un corrispettivo aumento dei livelli di Cistatina C. Inoltre, questo marker di funzionalità renale non sembra influenzato dai metaboliti o dai vari medicamenti (eccetto i glucocorticoidi) che falsano l'analisi della creatinina (come ad esempio la bilirubina, i chetoni, le ciclosporine, le cefalosporine o l'aspirina).


Cistatina C

Cistatina C e salute dei reni

I livelli sierici di Cistatina C dipendono principalmente dal filtrato glomerulare, cioè dalla quantità di plasma che i reni riescono a filtrare in un minuto; di conseguenza, come mostrato in figura, se l'attività renale è compromessa da una malattia, i livelli plasmatici di cistatina C aumentano e la filtrazione glomerulare si riduce. Anche in soggetti diabetici (sia tipo 1 che tipo 2) la cistatina C viene considerata, in associazione alla microalbuminuria, un marker precoce di danno renale.

Il dosaggio della cistatina C trova poi un'altra importante applicazione in tutte quelle condizioni che possono determinare una riduzione della creatininemia e, conseguentemente, una sovrastima del filtrato glomerulare; è il caso, ad esempio, dell'età anziana, della malnutrizione calorico-proteica, della cirrosi epatica e della cachessia (notevole riduzione della massa muscolare). Il fatto che le concentrazioni di cistatina C non dipendano in maniera significativa dall'entità della massa muscolare (salvo per i casi estremi), rappresenta un importante vantaggio anche per chi pratica allenamenti di muscolazione, come i bodybuilder spesso allarmati da valori elevati di creatininemia ed azotemia, in realtà fisiologici nella maggior parte dei casi.

Trattandosi di un marker di recente impiego clinico, è probabile che nei prossimi anni si assista a una maggiore diffusione del dosaggio di cistatina C, a un allargamento del suo significato clinico e a una migliore definizione dei parametri di riferimento nelle varie fasce di popolazione.



ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 19/10/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e Patate