Aria nello Stomaco

Generalità

L'aria nello stomaco è un disturbo dell'apparato digerente che si verifica per l'eccessiva ingestione di gas, con l'introduzione degli alimenti, o la deglutizione frequente di saliva.

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/15/aria-nello-stomaco-orig.jpeg

Questa problematica riconosce cause sia fisiologiche, sia patologiche. L'aria nello stomaco è spesso la conseguenza di cattive abitudini alimentari, come la tendenza a consumare troppo frettolosamente il pasto. Anche l'ansia e l'abitudine al fumo possono favorire il problema. Tuttavia, l'aumento del contenuto di aria nello stomaco può essere dovuto ad altre cause, come malattie dello stomaco o di altri organi addominali (es. ernia iatale, gastrite, ulcera peptica, pancreatite e sindrome dell'intestino irritabile).

L'aria nello stomaco è generalmente seguita da gonfiore addominale, tensione gastrica, eruttazioni frequenti e flatulenza.

Il trattamento dell'aria nello stomaco varia a seconda della condizione scatenante. In ogni caso, la valutazione ed il consiglio di un medico è utile per trovare la soluzione più adatta.

Cos’è

L'aria nello stomaco è una condizione che si verifica per l'ingestione di grandi quantità di gas. Spesso, l'aumento del contenuto di aria nello stomaco è conseguenza di cattive abitudini alimentari (come mangiare frettolosamente, masticando poco e male oppure parlando).

La problematica colpisce comunemente anche le persone ansiose, le quali presentano la tendenza a deglutire inconsapevolmente con maggior frequenza. Anche fumare è un'occasione per ingerire aria, oltre ai vapori della sigaretta.

L'aria nello stomaco può dipendere anche da condizioni patologiche che coinvolgono prevalentemente l'apparato gastrointestinale.

Nota

Quando l'aria si accumula nello stomaco di parla di aerofagia, mentre la presenza di gas nell'intestino è definita meteorismo.

Cause

L'aria nello stomaco è una manifestazione causata dall'eccessiva ingestione di gas. Questo fenomeno può essere fisiologico o può dipendere da una condizione patologica.

Aria nello Stomaco: Situazione Normale

Entro certi limiti, l'aria nello stomaco costituisce un fenomeno del tutto normale, che si verifica involontariamente quando si parla e mentre si mangia o si beve.

Normalmente, l'aria presente nell'intestino proviene per la maggior parte proprio dalla masticazione e dalla deglutizione (circa il 70%), mentre in minore misura risulta dal circolo sanguigno (20%) e dalla fermentazione batterica dei residui organici indigeriti (10%).

L'eliminazione dell'aria nello stomaco in eccesso si verifica con vari meccanismi, tra cui: riassorbimento ematico, eruttazioni e flatulenze. Per questo, l'aria nello stomaco è spesso concausa di meteorismo.

Un'eccessiva quantità di aria nello stomaco può accumularsi per l'abitudine a mangiare velocemente (tachifagia), masticando poco oppure parlando: oltre ai bocconi di cibo, vengono ingerite, così, eccessive quantità di aria.

L'aria nello stomaco può essere associata all'uso abituale ed eccessivo di bevande gassate, gomme da masticare, prodotti lievitati e formaggi fermentati.

Aria nello Stomaco: Condizioni Patologiche

Quando non è fisiologica, l'aria nello stomaco assume caratteri patologici.

Le condizioni a cui si associa questa manifestazione sono numerose e comprendono:

Un aumento patologico dell'aria nello stomaco può verificarsi anche nelle condizioni caratterizzate da xerostomia (secchezza delle fauci) o scialorrea (abbondante salivazione) che portano a deglutire con maggior frequenza. In alcune malattie delle vie respiratorie, come la rinite e la sinusite cronica, la deglutizione di notevoli quantità di saliva può predisporre all'insorgenza del disturbo. Per lo stesso motivo, l'aria nello stomaco può essere favorita anche dall'utilizzo di protesi dentarie non adeguate o dall'abitudine a fumare. Queste situazioni comportano, infatti, un aumento della salivazione e dell'ingestione delle bollicine d'aria normalmente presenti nella saliva.

Anche l'ansia durante il pasto, correlata ad un'emozione o ad uno stato di disagio, può favorire l'ingestione di aria nello stomaco, in quanto si tende a mangiare con la bocca aperta, masticando in fretta e male.

Sintomi e Complicazioni

Nella maggior parte dei casi, l'aria nello stomaco si manifesta in combinazione a vari sintomi, quali:

Le persone che hanno la tendenza ad accumulare aria nello stomaco manifestano eventualmente anche disturbi del ritmo cardiaco (palpitazioni) e sensazione di mancanza di respiro.

In qualche caso, poi, è possibile la comparsa di un dolore retrosternale, difficilmente distinguibile dall'attacco anginoso (nota: l'insorgenza di un senso di oppressione toracica può essere erroneamente interpretato come un infarto miocardico).

Nei pazienti ansiosi con ridotta tolleranza gastrica all'estensione, l'aria nello stomaco può determinare:

Possibili conseguenze

L'aria accumulata nello stomaco viene riespulsa attraverso l'eruttazione oppure andrà a causare flatulenza e meteorismo.

Diagnosi

Quando l'aria nello stomaco è una manifestazione fastidiosa, continua (si protrae da oltre un paio di giorni) o ricorrente (cioè gli episodi di malessere si ripetono frequentemente, alternandosi a periodi di benessere), è opportuno consultare il proprio medico o un gastroenterologo, per un'attenta valutazione.

L'iter diagnostico prevede, innanzitutto, la raccolta della storia clinica del paziente (anamnesi) e l'esame obiettivo, in associazione con le analisi di sangue, urine e feci, per evidenziare un problema di malassorbimento (es. celiachia o morbo di Crohn) o controllare la funzionalità epatica.

In caso di dubbio, può essere richiesto un esame ecografico dell'addome.

Per stabilire le cause responsabili dell'aria nello stomaco e prescrivere l'opportuna terapia, il medico può indicare anche l'esecuzione di:

  • Esofagogastroduodenoscopia (EGDS): esame endoscopico che consente di visualizzare l'interno di esofago, stomaco e duodeno;
  • Colonscopia: esame indicato soprattutto in presenza concomitante di diarrea e perdita di peso ingravescente; la coloncopia permette di esaminare l'interno del colon, identificando polipi o lesioni cancerose;
  • TAC o RMN: studi di imaging, utili per evidenziare alcune lesioni neoplastiche.

Trattamento e Rimedi

Per quanto riguarda il trattamento, le opzioni variano in base alla causa dell'aria nello stomaco. Quando il disturbo non ha origine patologica, ma si presenta in maniera sporadica e dipende dallo stile di vita, dalle cattive abitudini alimentari o da comportamenti errati, non deve essere motivo di preoccupazione. In questi casi, non è necessario far ricorso a cure particolari, ma è importante correggere le abitudini che predispongono l'aria nello stomaco.

Per evitare d'ingerire aria, l'accorgimento più opportuno è quello di non consumare i pasti frettolosamente, dedicando il tempo opportuno alla masticazione. Altri rimedi utili consistono nel limitare la conversazione a tavola, per non deglutire di continuo e inghiottire "bocconi d'aria". Gli alimenti che andrebbero limitanti in caso di aria nello stomaco sono i più comuni "veicoli" di gas, come i prodotti lievitati ed i formaggi fermentati.

Se l'aria nello stomaco è un disturbo che si manifesta sempre con le stesse caratteristiche e risulta un malessere cronico, è consigliabile, innanzitutto, evitare il consumo di bevande gassate e di mangiare lentamente per ridurre l'ingestione di gas. Al contempo, il medico potrebbe consigliare l'assunzione di medicinali o integratori alimentari che prevengano la formazione di aria nel tratto gastroenterico.

Gli episodi acuti che si manifestano in forma grave possono essere trattati, sempre previa indicazione del medico, con l'assunzione di farmaci, come sedativi per ridurre l'ingestione di aria, sostanze adsorbenti (carbone vegetale) e procinetici.

Nel caso di aria nello stomaco secondaria ad altra malattia, invece, la terapia si basa sulla gestione di quest'ultima. Queste condizioni patologiche richiedono trattamenti mirati per la loro soluzione.


Ultima modifica dell'articolo: 19/03/2018