L'allattamento al seno

A cura di Eugenio Ciuccetti, Ostetrico

Importanza dell'Allenamento al Seno

Dopo la nascita, il primo passo cruciale per garantire un sano sviluppo al nostro bambino è certamente quello di assicurargli un corretto e continuo allattamento al seno.

Allattamento senoQuindi, a meno che non sussistano importanti e documentate controindicazioni mediche (per esempio tumore alla mammella, HIV, TBC ecc.), è fondamentale che donna e operatori sanitari si comportino di conseguenza.

Benefici e Vantaggi

Il latte materno è senza dubbio il miglior latte possibile che la donna sia in grado di offrire al proprio piccolo. Come capita a tutti i mammiferi, d'altra parte, anche quello umano è un latte specie-specifico.

Ciò significa che il latte della madre sarà, per il proprio figlio, il più completo dal punto di vista nutrizionale. E non solo. Sarà anche il più idoneo dal punto di vista immunitario, proteggendo la prole da allergie e infezioni. E ancora, il latte materno non costa nulla e, in condizioni fisiologiche, è sempre disponibile.

Vantaggi per il Bambino

l latte materno è il migliore alimento per il bambino:

  • lo nutre in modo completo
  • lo protegge contro le infezioni respiratorie e l’asma
  • riduce il rischio di diabete
  • lo protegge da molte infezioni; il latte materno contiene infatti anticorpi che combattono enteriti, otiti, infezioni respiratorie e urinarie. Non a caso, la frequenza di queste infezioni è superiore nei bambini alimentati con latte artificiale.

Ma i pregi dell'allattamento al seno non finiscono qui. Ad esempio il profondo legame affettivo e di riconoscimento reciproco che in questo modo si instaura tra madre e bambino non viene altrettanto garantito - ma piuttosto compromesso - dall'artificiale mediazione di un qualsiasi biberon.

In tale ottica, è essenziale che la madre possa allattare al seno il proprio piccolo sin dai suoi primissimi momenti di vita. Ci sarà tempo per il bagnetto e per tutto il resto. La prima cosa però è il contatto magico della donna con il proprio figlio. Un rapporto costruito per nove mesi dentro la pancia e ora pronto a rinnovarsi nell'incontro fisico dei due corpi.

Il neonato, accolto dal grembo materno, viene riscaldato, accudito, nutrito e protetto. A sua volta la stimolazione del capezzolo aiuterà il seno della madre a prepararsi per la montata lattea e metterà in circolo gli ormoni necessari a favorire la necessaria involuzione uterina (come l'ossitocina).

Vantaggi per la madre

L'allattamento al seno:

  • Aiuta a perdere il peso accumulato durante la gravidanza
  • Riduce il rischio di sviluppare osteoporosi
  • Previene alcune forme di tumore al seno e all’ovaio
  • È gratuito
  • È pratico

Si tratta insomma di un rapporto reciproco di incontro e di scambio che dovrà proseguire, in modo esclusivo, per almeno 6 mesi.

Svantaggi del mancato allattamento

Secondo quanto riportato dall'OMS e dall'UNICEF, d'altra parte, il mancato allattamento al seno, e in particolare il mancato allattamento esclusivo al seno durante i primi sei mesi di vita, sono importanti fattori di rischio e possono causare una maggiore mortalità e propensione ad ammalarsi dei neonati e dei bambini, oltre a una maggiore difficoltà nelle attività scolastiche, una minore produttività e un diminuito sviluppo intellettuale e sociale.

Come allattare al Seno

Vedi l'articolo di approfondimento sulle poppate: posizione ideale del bambino, attaccamento al capezzolo, frequenza delle poppate, quantità di latte.


Poppata, attaccamento al seno

Promozione

Queste allora alcune delle principali strategie suggerite per promuovere l'allattamento al seno:

  • attività di formazione delle mamme specialmente durante i corsi di preparazione al parto e le visite ginecologiche; aggiornamento professionale del personale socio-sanitario; sensibilizzazione nelle scuole.
  • Fornire assistenza alle madri allo scopo di iniziare l'allattamento al seno appena possibile, quando mamma e neonato sono pronti, senza interferire.
  • Dimostrare praticamente alle madri le modalità corrette di allattamento al seno ed insegnare le strategie per mantenere la lattazione nel caso di separazione momentanea dal bambino.
  • Incentivare l'allattamento a richiesta.
  • Evitare la somministrazione di altri alimenti o bevande al di fuori del latte materno, salvo indicazione medica.
  • Disincentivare l'uso di tettarelle artificiali, biberon o succhiotti.
  • Incoraggiare una più ampia diffusione dell'iniziativa "Ospedali amici dei bambini", favorire la pratica del rooming-in e incoraggiare l'allattamento a richiesta.
  • Fornire sostegno alle mamme e ai loro bambini, dopo le dimissioni ospedaliere, tramite visite domiciliari del personale sanitario dei consultori familiari, visite di altre mamme con esperienza e idonea formazione sull'allattamento al seno, partecipazione a gruppi di sostegno ecc.
  • Verificare periodicamente la prevalenza dell'allattamento al seno esclusivo nei primi sei mesi e continuato fino ai due anni di età, ed i fattori che incidono su di esso.
  • Verificare l'applicazione del Codice per la commercializzazione dei sostituti del latte materno e delle successive risoluzioni pertinenti dell'Assemblea Mondiale della Sanità.

  alimentazione bambino Produzione latte, latte seno »

ARTICOLI CORRELATI

Aumentare la produzione di latte maternoConsigli per aumentare la produzione di lattePoppata, durata e frequenza delle poppateIngorgo mammarioCaratteristiche del latte maternoColostroFerro ed Endurance - L'Eccesso di FerroGalattoforeGalattofugheGalattogogheIngorgo Mammario - Malattie che causano Ingorgo MammarioLatte di donnaLatte maternoLatte materno e latte vaccinoLipidi e carboidrati nel latte maternoMinerali e vitamine nel latte maternoMontata Lattea - Malattie che causano Montata LatteaProduzione latte, latte senoProteine ed anticorpi nel latte maternolatte materno su Wikipedia italianoHuman breast milk su Wikipedia ingleseMammografiaRagadi al senoTumore al senoDolore al SenoDolore al seno ciclo-indipendente Dolore al Seno da CicloAumento del senoAutopalpazione del SenoCancro al seno: conosci i sintomi e le regole di prevenzione?Fibroadenoma al SenoMalattia di Paget del Capezzolo - Farmaci e CuraMastectomiaMastopatia FibrocisticaMastoplastica RiduttivaCarcinoma duttale in situ - carcinoma lobulare in situDolore alla mammella: Cause e SintomiEstetica del Seno: Migliorarla con Fitness e Chirurgica EsteticaFattori di rischio per il tumore al senoGinnastica per il senoGonfiore della mammella: Cause e SintomiGonfiore, calore al tatto e rossore della mammellaMalattia di Paget del capezzoloMammografia e mammografoMammografia e protesi al senoMammografia: quando fare la mammografiaMastite ed allattamento - Mastite puerperaleMastoplastica additivaNoduli al seno - Malattie che causano Noduli al senoPelle della mammella a buccia d'arancia: Cause e SintomiPresenza di un nodulo mammario: Cause e SintomiRagadi al seno - Erboristeriaseno su Wikipedia italianoBreast su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 29/04/2016