Alfafetoproteina

Cos'è e perché si Misura

L'alfafetoproteina (AFP) è una sostanza glicoproteica con funzioni simili a quelle dell'albumina, sintetizzata soprattutto durante la vita fetale dal sacco vitellino e dal fegato. Dopo la nascita i livelli di alfafetoproteina cominciano a scendere sensibilmente, sino a raggiungere - nel giro di 12/24 mesi - valori caratteristici dell'adulto sano (inferiori a 5 ng/mL).

AlfafetoproteinaAl di fuori del periodo gestazionale, il dosaggio ematico di alfafetoproteina viene effettuato per valutare l'evoluzione di alcuni tumori. Non si tratta quindi di un test con finalità diagnostiche, ma di un esame complementare che fornisce un'indicazione sull'evolversi dei processi tumorali nel tempo, anche in relazione alle terapie intraprese. Nello specifico, l'alfafetoproteina è conosciuta per essere uno dei più importanti marcatori del tumore al fegato (epatocarcinoma), anche se in tal senso la sua specificità non è certo ottimale.

Valori Normali

In genere, un adulto sano presenta una concentrazione sierica di AFP inferiore a 10 ng/mL.

Il riscontro di livelli superiori a 500 ng/mL costituisce una diagnosi piuttosto probabile di epatocarcinoma, in quanto valori così elevati non sono quasi mai osservabili in altre patologie (salvo tumori delle cellule germinali o con metastasi epatiche).

Il monitoraggio dell'alfafetoproteina può essere utile anche come test di screening per una diagnosi precoce nella popolazione ad alto rischio di tumore al fegato, nonostante i suoi valori tendano ad essere già di per sé elevati nei pazienti portatori di malattie epatiche croniche. Inoltre, nel periodo post-operatorio o dopo altri interventi terapeutici, il dosaggio dell'alfafetoproteina diviene molto utile per riconoscere un'eventuale recidiva.

Cause di Alfafetoproteina Alta

Carcinoma primario del fegato, carcinoma del colon-retto, dello stomaco, del pancreas o dei polmoni, alcuni tipi di carcinoma del testicolo e dell'ovaio (teratocarcinoma), cirrosi epatica, epatite virale acuta e cronica, epatite da alcol.

Alti livelli di alfafetoproteina si registrano anche durante la gravidanza e tendono ad aumentare ulteriormente se il feto presenta difetti di chiusura del tubo neurale, come la spina bifida.

Cause di Alfafetoproteina Bassa

Età gestazionale inferiore a quella presunta (quando non si conosce con esattezza la data del concepimento); aborto non ancora identificato.

Nelle gestanti portatrici di feti con sindrome di Down i tassi sierici di alfafetoproteina e di estriolo non coniugato tendono a diminuire, mentre aumentano quelli di gonadotropina corionica umana ed inibina A.



Ultima modifica dell'articolo: 14/10/2016