OGTT Test da carico orale di glucosio

OGTT è l'acronimo di Oral Glucose Tolerance Test, termine anglosassone italianizzato in Test da carico orale di glucosio.

Indicazioni OGTT

L'esame viene eseguito per la diagnosi e lo screening del diabete mellito e dell'intolleranza glucidica (IGT). Quest'ultima condizione è considerata uno stato pre-diabetico, con rischio di evoluzione in diabete conclamato negli anni a venire. L'OGTT viene eseguito, con le dovute accortezze, anche per la diagnosi e lo screening del diabete gestazionale e per monitorare le ripercussioni glicemiche della sindrome dell'ovaio policistico.

L'OGTT misura la capacità delle cellule dell'organismo di utilizzare il glucosio prelevandolo dal sangue; il glucosio, o destrosio, è lo zucchero che rappresenta la principale fonte energetica del nostro corpo.

Controindicazioni OGTT

Il test è controindicato se la glicemia a digiuno supera i 126 mg/dl, condizione già di per sé sufficiente a porre diagnosi di diabete. Analogo discorso se si rilevano valori glicemici random superiori a 200 mg/dl.

Preparazione all'esame OGTT

Presentarsi all'esame a digiuno assoluto (solo l'acqua è concessa) da almeno 8 ore, senza superare le 14 ore. Nei giorni che precedono il test seguire un'alimentazione normalmente equilibrata, senza eccessi calorici o particolari prevenzioni (ovviamente va evitato l'alcol); si consiglia un'assunzione di almeno 150/200 grammi di carboidrati al giorno. Evitare sforzi fisici strenui nei due o tre giorni antecedenti il test.

E' molto importante anche la preventiva sospensione di eventuali farmaci interferenti con il metabolismo glucidico (come gli steroidi), secondo i consigli del proprio medico che deve essere avvertito per tempo dell'esame (ameno qualche settimana).

Esecuzione OGTT

L'esame si svolge al mattino. L'infermiere esegue un prelievo per la glicemia basale (a digiuno), quindi - se il valore rilevato è inferiore ai 126 mg/dl - si fanno assumere 75g di glucosio disciolti in 250-300 ml d'acqua, possibilmente in un breve periodo di tempo. Nelle ore successive il paziente viene invitato a rimanere seduto, senza fumare o mangiare, possibilmente rilassato (lo stress emozionale può falsare i risultati). La glicemia viene misurata ad intervalli di tempo regolari, solitamente dopo 30, 60, 90 e 120 minuti dall'ingestione del primo sorso di glucosio.

OGTTEffetti collaterali OGTT

Nausea e vomito, soprattutto in gravidanza.

L'esame non è doloroso; i campioni ematici vengono prelevati come in ogni altro normale esame del sangue, per cui si può avvertire una puntura od un pizzicore al momento del prelievo. Nei soggetti con problemi di coagulazione si può avere difficoltà ad arrestare la piccola emorragia poste-prelievo. Il volume ematico prelevato nel complesso è contenuto, per cui normalmente non si registrano problemi (tipo anemia) in tal senso.

La soluzione acquosa di glucosio ha un sapore molto dolce.

Interpretazione OGTT

Se dopo 120 minuti la glicemia è tra 140 e 199 mg/dl si pone diagnosi di intolleranza glucidica.
Se dopo 120 minuti la glicemia è ≥ 200mg/dl, si fa diagnosi di diabete mellito.

 

Livelli glicemici Normale

Alterata glicemia a
digiuno
(IFG)

Alterata tolleranza
al glucosio
(IGT)

Diabete mellito

(DM)

Plasma venoso Digiuno 120' Digiuno 120' Digiuno 120' Digiuno 120'
(mg/dl) <110 <140 > 110* - <126 <140 <126 >140 < 200 >126 >200
(mmol/l) <6.1 <7.8 > 6.1 - <7.0 <7.8 <7.0 >7.8 >7.0 >11.1

 

1999 WHO Diabetes criteria - Interpretation of Oral Glucose Tolerance Test - OGTT

 

* > (100 mg/dl secondo l'ADA)

 

NOTE: il riscontro di glicemia superiore a 200 mg/dL dopo due ore da carico di glucosio indica (se confermato una seconda volta) la presenza di diabete mellito anche se la glicemia a digiuno è inferiore a 126 mg/dL.

L'alterata tolleranza al glucosio è una condizione da monitorare costantemente, sia per la possibile evoluzione a diabete mellito, sia per il maggior rischio cardiovascolare rispetto alle persone normoglicemiche. Discorso analogo in presenza di alterata glicemia a digiuno, condizione di per sé meno preoccupante rispetto alla precedente.

Varianti OGTT

In gravidanza, per la ricerca di diabete gestazionale, sono utilizzati il minicarico orale con 50g di glucosio (GCT) e l'OGTT con 100g di glucosio.



ARTICOLI CORRELATI

Curva glicemica OGTTGCT ed OGTT in gravidanza - curva glicemicaOGTT su Wikipedia italianoGlucose tolerance test su Wikipedia ingleseGlucosio nelle urineDestrosioAlterata tolleranza al glucosio IGTCiclo glucosio alaninaGlicosuria: Cause e SintomiGlucosio nei CosmeticiGlucosio, glicolisi e ciclo di KrebsGLUT 4 e gli altri trasportatori del glucosioSciroppo di glucosioglucosio su Wikipedia italianoGlucose su Wikipedia ingleseGlicemiaGlucometro - Il misuratore di glicemiaIperglicemiaStrisce Reattive per Misurare la GlicemiaCarboidrati e glicemiaGlicemia postprandialeAbbassare la glicemiaIpoglicemiaRimedi per la Glicemia AltaCrisi ipoglicemiche o iperglicemiche, come comportarsi?Alterata glicemia a digiuno e prediabeteCarboidrati e ipoglicemiaCarico glicemicoConversione glicemia mg/dL mmol/LEmoglobina glicata, emoglobina glicosilataGlicemia e alimentazioneIperglicemia: Cause e SintomiIpoglicemia e ipotermia nell'atletaIpoglicemia reattiva - Ipoglicemia postprandialeIpoglicemizzantiIpoglicemizzanti oraliOrmoni iperglicemizzanti o controinsulariPicco glicemicoRene e riassorbimento del glucosioglicemia su Wikipedia italianoBlood sugar su Wikipedia ingleseColonscopiaMammografiaColonscopia virtualeAntigene prostatico specifico - PSA -Pap testPap Test - Il quizTumori: Sai come Prevenirli?Visita Senologica - Visita al SenoTest per l'Autocontrollo DomesticoAnziani ed attività fisica: screening cardiologicoDuo testEsami della prostataEsplorazione rettale digitale della prostataMammografia e mammografoMammografia e protesi al senoScreening su Wikipedia italianoScreening (medicine) su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 23/05/2016