Terapia elettroconvulsivante

La terapia elettroconvulsivante (TEC) è probabilmente più conosciuta come elettroshock.
È una tecnica terapeutica che consiste nell'indurre convulsioni nel paziente, in seguito al passaggio di una corrente elettrica attraverso il cervello.
terapia elettroconvulsivanteQuesto tipo di terapia è in grado di incrementare la sensibilità dei recettori postsinaptici della serotonina.
La TEC è stata impiegata fin dall'inizio degli anni '30 per il trattamento di patologie psichiatriche, come la depressione maggiore. Tuttavia - nonostante la sua efficacia - questa tecnica spaventava i pazienti poiché causava dolore.
Oggi, la terapia elettroconvulsiva è migliorata molto. Dapprima viene somministrato un miorilassante e poi il trattamento viene eseguito sotto anestesia. Vengono posizionati degli elettrodi in punti precisi del cranio in modo da liberare gli impulsi elettrici; queste stimolazioni generano convulsioni di breve durata (circa trenta secondi).
I pazienti che si sottopongono a questa tecnica non avvertono consciamente la stimolazione elettrica e quindi non provano dolore.
Per far in modo di ottenere un effetto terapeutico completo, però, devono essere praticate numerose sedute di elettroshock (generalmente, con una cadenza di 2-3 volte a settimana).
La TEC può risultare molto utile per il trattamento di pazienti in cui i farmaci non hanno avuto successo, per il trattamento di pazienti che sviluppano resistenza alle terapie farmacologiche e per il trattamento di pazienti anziani che possono essere più suscettibili all'insorgenza degli effetti collaterali di un'eventuale terapia farmacologica.



ARTICOLI CORRELATI

Depressione ed ipericoAntidepressivi TricicliciBupropioneCitalopramClomipraminaDuloxetinaEscitalopramFarmaci per la cura della DepressioneFluoxetinaImipraminaInibitori Selettivi del Reuptake di Serotonina (SSRI)Litio come FarmacoMirtazapinaParoxetinaPsicofarmaciSertralinaTrazodoneAnafranil - Foglietto IllustrativoIMAO: Inibitori delle monoamino ossidasiAmitriptilinaAntidepressiviAntidepressivi e Farmacoresistenza: Analisi e SoluzioniAntidepressivi, farmaci contro la depressioneCacao e cioccolato: "antidepressivi" naturaliCarbolithium - Foglietto IllustrativoCipralex - Foglietto IllustrativoCitalopram - Farmaco Generico - Foglietto IllustrativoCitalopram - Foglietto IllustrativoCymbalta - Foglietto IllustrativoDaparox - Foglietto IllustrativoDropaxin - Foglietto IllustrativoEfexor - Foglietto IllustrativoElopram - Foglietto IllustrativoEntact - Foglietto IllustrativoFevarin - Foglietto IllustrativoFluoxetina - Farmaco Generico - Foglietto IllustrativoFluvoxaminaInibitori delle monoamminoossidasi, MAO-inibitoriLaroxyl - Foglietto IllustrativoParoxetina - Farmaco Generico - Foglietto IllustrativoRemeron - Foglietto IllustrativoSamyr - Foglietto IllustrativoSereupin - Foglietto IllustrativoSeropram - Foglietto IllustrativoSeroxat - Foglietto IllustrativoSertralina - Farmaco Generico - Foglietto IllustrativoTisana antidepressivaTisana contro la depressione con IpericoTrittico - Foglietto IllustrativoXeristar - Foglietto IllustrativoAntidepressivi su Wikipedia italianoAntidepressant su Wikipedia ingleseDepressione su Wikipedia italianoDepression su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015