Setto nasale Deviato

Il naso è costituito da due parti distinte: una esterna, palpabile e in rilievo chiamata piramide nasale, e una interna rappresentata dalle due fosse (o cavità) nasali. Queste ultime comunicano con l'esterno attraverso le narici e sono separate sagittalmente da una sottile lamina osteo-cartilaginea, chiamata setto nasale. Setto nasale DeviatoDi norma, tale lamina è ben allineata in senso verticale, mentre in alcuni soggetti il setto nasale risulta deviato. Per colpa di questa deviazione, il flusso d'aria attraverso una delle due narici è compromesso, tanto che, a volte, è perfino inesistente. Questa situazione, quando si instaura, prende il nome di congestione nasale.
Il setto nasale deviato è, in molte situazioni, asintomatico (cioè non provoca alcun disturbo), ma in alcuni casi può determinare diverse manifestazioni, come per esempio epistassi frequente, sonno disturbato, disturbi respiratori ecc.
La diagnosi si basa, in genere, su un accurato esame obiettivo.
Se i disturbi sono insopportabili, è necessario ricorrere alla settoplastica, ovvero l'intervento chirurgico per il raddrizzamento del setto nasale deviato.

Cos'è il setto nasale deviato?

Il setto nasale deviato è un disturbo che si verifica quando la lamina osteo-cartilaginea interposta tra le due cavità nasali subisce una deviazione a destra o a sinistra.
Tale deviazione, in molte persone, restringe il canale della narice interessata, riducendo il flusso d'aria attraverso di essa. Se questa riduzione è così severa da costituire un vero e proprio impedimento al passaggio dell'aria, si parla di ostruzione nasale (o congestione nasale) di tipo patologico.
Le deformità causate dalla deviazione del setto nasale sono permanenti.

COS'È L'OSTRUZIONE NASALE (O CONGESTIONE NASALE) PATOLOGICA

L'ostruzione nasale patologica, nota più comunemente come congestione nasale patologica o naso chiuso, è un comunissimo disturbo delle vie respiratorie, che può insorgere per uno o più dei seguenti motivi:

Cause di setto nasale deviato

Il setto nasale può essere deviato fin dalla nascita, oppure può deviarsi nel corso della vita, a causa di un evento traumatico ai danni del naso.
Inoltre, come si vedrà più avanti, anche l'invecchiamento gioca un ruolo determinante.

SETTO NASALE DEVIATO ALLA NASCITA

La deviazione del setto nasale, presente fin dalla nascita, può essere l'effetto di un evento che avviene durante lo sviluppo fetale (eventualità del tutto imponderabile), oppure la conseguenza di un parto problematico.
In questi frangenti, in genere, la deviazione non è così evidente e problematica; tuttavia, può diventarlo nel corso della vita, per effetto dell'invecchiamento o di uno o più traumi ripetitivi.

Caso particolare. Alcuni individui, che nascono con gravi malattie genetiche come la sindrome di Marfan, la omocistinuria o la sindrome di Ehlers-Danlos, possono presentare, tra le varie caratteristiche patologiche, il setto nasale deviato.

SETTO NASALE DEVIATO DA TRAUMA AL NASO

Nella maggior parte dei casi, il setto nasale deviato insorge a seguito di episodi traumatici, che occorrono nel corso della fanciullezza, dell'adolescenza e della vita adulta.
Quando si è piccoli o adolescenti, le cause più comuni sono le cadute involontarie o gli scontri con altri coetanei durante un gioco.
Quando si è adulti, invece, i motivi più ricorrenti sono gli infortuni sportivi (soprattutto negli sport di contatto, come calcio, rugby, pugilato ecc), quelli domestici e gli incidenti stradali (specie quelli in cui non si indossa la cintura di sicurezza).

SETTO NASALE DEVIATO E INVECCHIAMENTO

Fattori di rischio più comuni:

  • Sport di contatto (calcio, rugby, pugilato ecc)
  • Incidenti stradali, specie quelli in cui l'autista non usa le cintura di sicurezza

Fattori di rischio meno comuni:

  • Malattie congenite particolari (sindrome di Marfan, omocistenuria, sindrome di )

Il normale processo di invecchiamento influenza l'anatomia delle cavità nasali, peggiorando, in alcuni casi, la deviazione del setto nasale e rendendola problematica. Questo processo si traduce nell'esigenza, in età adulta, di ricorrere alla chirurgia, nonostante non si siano mai verificati eventi traumatici di rilievo.

Sintomi, segni e complicazioni

In molti casi, le deformità del setto nasale deviato non provocano alcun sintomo, tanto che i pazienti non sanno nemmeno di esserne affetti.
In altre persone, invece, possono dare diversi disturbi, alcuni anche molto fastidiosi:

  • Ostruzione di una o entrambe le narici. La deviazione del setto nasale può essere così accentuata che il paziente respira con difficoltà. Questa possibilità può interessare una o entrambe le narici. Spesso, il problema viene accentuato dall'insorgenza di un raffreddore o di un'allergia, in quanto restringono ulteriormente il passaggio per l'aria.
  • Sangue da naso frequente (epistassi). A causa delle deformità del setto, i tessuti di rivestimento delle cavità nasali (la mucosa) si seccano, aumentando il rischio di epistassi, ovvero sangue da naso.
  • Dolore facciale. Sembra (ma si sta ancora dibattendo sulla veridicità di tale ipotesi) che il setto nasale deviato provochi dolore alla faccia, dalla stessa parte dove la narice è parzialmente occlusa.
  • Disturbi respiratori nel sonno. Ne soffrono, in particolare, i neonati e i bambini. Spesso, sono il frutto della contemporanea presenza di una deformità del setto nasale e di un'infiammazione dei tessuti che rivestono le cavità nasali.
  • Consapevolezza del ciclo nasale. Il ciclo nasale è un processo fisiologico degli esseri umani e di altri animali, durante il quale le cavità nasali vanno incontro, in modo alternato, a congestione e decongestione. In altre parole, le narici non sono mai pervie contemporaneamente, ma una volta lo è quella di destra, un'altra volta lo è quella di sinistra. Particolarità di questo processo è il fatto di essere del tutto impercettibile. Quando si soffre di setto nasale deviato, tuttavia, ci si riesce a rendere conto di come si svolge il ciclo nasale.
  • Dormire preferibilmente su un lato del corpo. Alcuni pazienti si accorgono di dormire meglio su uno dei due lati del corpo, in quanto tale posizione consente loro di respirare in modo migliore.

COMPLICAZIONI

Un setto nasale assai deviato può essere causa di quella situazione che è stata definita in precedenza congestione nasale patologica.
Quest'ultima, quando insorge, comporta una o più delle seguenti complicazioni: bocca secca, senso di pressione a una delle cavità nasali e sonno disturbato.
La cosiddetta bocca secca (o xerostomia), è provocata dal fatto che il paziente, non riuscendo a respirare in modo efficace tramite il naso, respira costantemente attraverso la bocca.
Allo stesso modo, anche il sonno disturbato dipende dalla cattiva respirazione: il paziente non riesce a trovare una posizione, nel letto, che sia conciliante con il sonno.

QUANDO RIVOLGERSI AL MEDICO?

Si consiglia di rivolgersi al proprio medico, per un consulto, quando si sviluppano continue infezioni dei seni nasali, quando si è soggetti a ripetuti episodi di epistassi o, infine, quando il naso chiuso non migliora con i vari spray e medicinali decongestionanti.
Quest'ultimo caso merita un'attenzione particolare: il setto nasale deviato è, come si è detto, una condizione permanente, pertanto la congestione nasale, che potrebbe derivarne, lo è altrettanto; al contrario, un'ostruzione nasale provocata da un'infiammazione della mucosa è una situazione temporanea, che può essere curata con gli spray decongestionanti e i farmaci appropriati.

Diagnosi

La procedura più adottata, per diagnosticare il setto nasale deviato, è sottoporre il paziente a un accurato esame obiettivo e chiedergli di descrivere tutti i sintomi avvertiti.
Durante il controllo, il medico fa uso di una luce molto luminosa e di uno strumento particolare, chiamato speculum nasale, capace di aprire per bene le narici. È molto frequente che le cavità nasali vengano osservate sia prima che dopo un trattamento decongestionante, in modo tale che ci si possa rendere conto di qual è l'aspetto dei tessuti interni del naso.
In alcuni casi particolari, è richiesto un esame diagnostico più invasivo rispetto al semplice esame obiettivo: l'endoscopia nasale.


Approfondimento: cos'è l'endoscopia nasale?


L'endoscopia nasale è una procedura diagnostica mini-invasiva, tramite la quale si osservano dettagliatamente le strutture e il rivestimento interno delle cavità nasali. Essa prevede l'uso di un endoscopio, ovvero un sottile tubo rigido munito, a un'estremità, di una sorgente luminosa e di una telecamera; tale apparecchio, una volta che luce e telecamera sono state messe in funzione, proietta le immagini di ciò che "vede" su un monitor.
L'endoscopia nasale non è particolarmente dolorosa, tuttavia può dar fastidio, specie se il paziente soffre di setto nasale deviato o di una grave infiammazione della mucosa interna.
Dura circa 20 minuti e richiede, prima dell'esecuzione, un trattamento decongestionante e l'impiego di un anestetico locale.

Terapia

L'unico modo per correggere il setto nasale deviato, quando questo crea dei disturbi insopportabili, è mediante un intervento chirurgico, noto con il termine di settoplastica.
In attesa dell'operazione, molto spesso si sottopone il paziente ad alcuni trattamenti farmacologici, come decongestionanti nasali, antistaminici ecc, i quali alleviano i sintomi e permettono un sollievo, quanto meno temporaneo.

TRATTAMENTO FARMACOLOGICO IN ATTESA DELL'INTERVENTO

I farmaci, qui di seguito riportati, non guariscono dal setto nasale deviato, ma sono, comunque, una buona soluzione temporanea.
È possibile ricorrere a:

  • Decongestionanti. Sottoforma di pillole o di spray, questi medicinali riducono lo spessore dei tessuti di rivestimento interni del naso. Ciò garantisce un'apertura più ampia delle narici e un miglior passaggio d'aria attraverso di esse.
    Effetti collaterali: l'uso frequente può creare dipendenza e/o peggiorare l'intensità dei sintomi, una volta interrotta la loro assunzione. Inoltre, provocano ansia, ipertensione e tachicardia. Per tutti questi motivi, è meglio assumere tali medicinali con estrema cautela.
  • Antistaminici. Vengono assunti, in genere, per prevenire le allergie e alcuni disturbi associati, come prurito al naso e ostruzione nasale, ma possono avere effetti benefici anche in caso di raffreddori e di altre manifestazioni non propriamente allergiche.
    Effetti collaterali: possono dare sonnolenza, pertanto, prima di mettersi alla guida di un veicolo o di compiere altre attività simili, è bene non farne uso.
  • Spray cortisonico. Il cortisone, che è il principio attivo di questi farmaci, è un potente antinfiammatorio. Gli spray cortisonici sono particolarmente adatti quando il paziente soffre, oltre che di setto nasale deviato, anche di un'infiammazione dei tessuti interni del naso.
    Effetti collaterali: i medicinali a base di cortisonici provocano tantissimi effetti collaterali, dall'osteoporosi al diabete, dall'ipertensione all'aumento del peso corporeo. Quindi, si consiglia normalmente di assumerli per un periodo di tempo limitato, che va da un minimo di una a un massimo di tre settimane.

INTERVENTO CHIRURGICO: LA SETTOPLASTICA

Durante la settoplastica, il chirurgo raddrizza e riposiziona al centro delle cavità nasali il setto nasale deviato.
Settoplastica - Setto Nasale DeviatoIn alcuni frangenti, quando la deviazione è molto accentuata, è prevista un'operazione più invasiva, in cui, prima, si rimuove il pezzo di setto deviato e, poi, una volta corretto questo a parte, lo si reinserisce nel sito appropriato.
La procedura si può svolgere in anestesia generale o in anestesia locale, in base alle caratteristiche del paziente (età, allergie ai farmaci anestetici ecc) e alle intenzioni del chirurgo operante.
La settoplastica garantisce ottimi risultati, anche se, ovviamente, i benefici migliori li ottiene chi ha un setto nasale solo lievemente deviato.

Nota importante: la settoplastica non risolve il problema delle manifestazioni allergiche, come naso chiuso e prurito al naso. Queste, infatti, si verificano indipendentemente dal setto nasale deviato; pertanto, chi ne è abitualmente soggetto, continuerà ad esserlo anche dopo la settoplastica.

Prognosi

Chi vuole guarire dai disturbi provocati dal setto nasale deviato, può soltanto ricorrere all'intervento di settoplastica. Tale intervento è sicuro, efficace ed è di tipo ambulatoriale, pertanto la prognosi è positiva.
Chi, invece, pur presentando una deviazione del setto nasale, non manifesta alcun sintomo, può anche far a meno di sottoporsi all'intervento.

PREVENZIONE

Indossare le protezioni appropriate durante gli sport di contatto, mettere la cintura di sicurezza in automobile, procedere con cautela durante le faccende di casa ecc., sono le misure precauzionali più consigliate per prevenire il setto nasale deviato o un suo peggioramento.



Ultima modifica dell'articolo: 03/10/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Cane con Naso Umido: Che significa?