Propanololo

Il propranololo è un farmaco appartenente alla classe dei β-bloccanti. È commercializzato come propranololo cloridrato con il nome di Inderal®.

Propranololo

Propranololo - Struttura Chimica

Indicazioni terapeutiche

L'uso del propranololo è indicato nei seguenti casi:

Avvertenze

Prima di cominciare il trattamento con propranololo, è bene informare il medico se si è affetti da patologie epatiche, renali, respiratorie, tiroidee o cardiovascolari o se si è affetti da diabete. Inoltre, è necessario informare il medico se si stanno già assumendo verapamil o diltiazem (farmaci calcio-antagonisti impiegati nel trattamento delle aritmie).
Il propranololo potrebbe causare una riduzione della frequenza cardiaca. Di solito, questo effetto è normale, ma se diventa motivo di preoccupazione, è bene informarne il medico.
In pazienti affetti da disordini vascolari periferici, il propranololo può causare un peggioramento dei disturbi ad essi associati.
Il propranololo può causare ipoglicemia, anche in pazienti non affetti da diabete preesistente.
Il propranololo potrebbe causare effetti collaterali in grado di alterare la capacità di guidare veicoli o di utilizzare macchinari, perciò, va usata cautela.
Per chi svolge attività sportiva, l'uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e, comunque - anche quando utilizzato a dosi terapeutiche - può determinare positività ai test antidoping.

Interazioni con altri farmaci

Va usata molta cautela nell'uso di anestetici in pazienti in terapia con propranololo. Pertanto, qualora ci si debba sottoporre a un intervento chirurgico, è necessario informare il medico se si è in terapia con il farmaco.
Prima di cominciare la terapia con propranololo, è necessario informare il medico se si sta assumendo qualcuno dei seguenti farmaci:

L'assunzione di alcool durante la terapia con propranololo deve essere evitata.
Il propranololo può modificare la risposta all'insulina o ad altri farmaci utilizzati per trattare il diabete.

Effetti collaterali

Il propranololo può causare varie tipologie di effetti avversi, sebbene non tutti i pazienti li manifestino. Ciò dipende dalla sensibilità di ciascun individuo nei confronti del farmaco.
Di seguito, sono riportati i principali effetti indesiderati che possono manifestarsi durante la terapia con propranololo.

Patologie gastrointestinali

Il trattamento con propranololo può causare nausea, vomito e diarrea.

Patologie dei polmoni e del tratto respiratorio

In pazienti affetti da asma - durante il trattamento con propranololo - può verificarsi un peggioramento delle difficoltà respiratorie.

Patologie cardiovascolari

La terapia con propranololo può causare:

Patologie del sistema nervoso

Durante il trattamento con propranololo possono manifestarsi capogiri, stanchezza, affaticamento e confusione.

Disturbi psichiatrici

La terapia con propranololo può causare:

Altri effetti collaterali

Altri effetti collaterali che possono manifestarsi durante la terapia con propranololo, sono:

Sovradosaggio

In caso si sospetti di aver assunto una dose eccessiva di propranololo è necessario contattare subito un medico e recarsi nel più vicino centro ospedaliero.

Meccanismo d'azione del propranololo

Il propranololo agisce antagonizzando i recettori β1 e β2 per l'adrenalina e la noradrenalina che si trovano a livello cardiaco.

Modalità d'uso e posologia

Il propranololo è disponibile per la somministrazione orale sotto forma di compresse.
La posologia del farmaco varia in funzione della patologia che s'intende trattare.

Ipertensione arteriosa

La dose iniziale somministrata è di 40 mg di propranololo due volte al giorno.
Generalmente, le dosi abituali variano dai 160 mg ai 320 mg di farmaco al giorno.

Angina pectoris, ansia, emicrania, tremori essenziali

In questi casi, la dose iniziale di propranololo è di 40 mg, da assumersi due o tre volte al giorno. La dose può essere aumentata in funzione della risposta del paziente nei confronti della terapia.
Nel trattamento dell'ansia, dell'emicrania e dei tremori essenziali, di solito, si ottiene una risposta adeguata con una dose di 80-160 mg di farmaco al giorno.
Nel trattamento dell'angina pectoris, invece, non dovrebbe essere superata la dose massima di 240 mg di farmaco al giorno.

Aritmie cardiache, tachicardia su base ansiosa, cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva e tireotossicosi

In questi casi, la dose di propranololo abitualmente utilizzata è di 10-40 mg tre o quattro volte al giorno.

Profilassi post-infartuale

Il trattamento con propranololo deve essere iniziato fra il quinto e il ventunesimo giorno dopo l'infarto del miocardio. La dose di farmaco abitualmente somministrata è di 40 mg quattro volte al giorno.

Feocromocitoma

Nel trattamento del feocromocitoma, il propranololo può essere utilizzato solo in associazione ad β-bloccanti. La dose di propranololo varia - a seconda dei casi - dai 30 mg ai 60 mg al giorno.

Bambini

In certi casi, il propranololo può essere utilizzato anche per il trattamento delle aritmie nei bambini. La dose di farmaco da somministrare deve essere stabilita dal medico, in funzione dell'età e del peso corporeo del bambino.

Gravidanza e Allattamento

Se si è in gravidanza, è necessario informare il medico prima di cominciare il trattamento con il farmaco.
L'utilizzo di propranololo non è indicato in gravidanza e durante l'allattamento.

Controindicazioni

L'utilizzo del propranololo è controindicato nei seguenti casi:


ARTICOLI CORRELATI

Inderal - Foglietto IllustrativoINDERAL ® - PropranololoHemangiol - propranololoPropranololo su Wikipedia italianoPropranolol su Wikipedia ingleseATENOL ® - AtenololoBisoprololo - Farmaco Generico - Foglietto IllustrativoBLOCADREN ® - TimololoCaravel - Foglietto IllustrativoCardicor - Foglietto IllustrativoCOLVER ® - CarvediloloCONCOR ® - BisoprololoCongescor - Foglietto IllustrativoDilatrend - Foglietto IllustrativoFarmaci Beta-bloccantiFarmaci simpaticoliticiLobivon - Foglietto IllustrativoLOBIVON ® - NebivololoLopresor - Foglietto IllustrativoNebilox - Foglietto IllustrativoPRENT ® - AcebutololoSeloken - Foglietto IllustrativoSELOKEN ® - Metoprololo tartratoSotalex - Foglietto IllustrativoTenormin - Foglietto IllustrativoVISKEN ® - PindololoBeta Bloccanti su Wikipedia italianoBeta blocker su Wikipedia ingleseFarmaci per la cura dell'AnsiaAnsiolitici - Farmaci AnsioliticiBarbituriciBenzodiazepineIdrossizinaLormetazepamPregabalinPsicofarmaciRimedi per l'AnsiaTranquillanti - Farmaci TranquillantiAnsiolin - Foglietto IllustrativoAtarax - Foglietto IllustrativoBenzodiazepine - Come agiscono le Benzodiazepine?Depas - Foglietto IllustrativoDomar - Foglietto IllustrativoFrisium - Foglietto IllustrativoGardenale - Foglietto IllustrativoHalcion - Foglietto IllustrativoIpnovel - Foglietto IllustrativoLyrica - Foglietto IllustrativoMinias - Foglietto IllustrativoPasaden - Foglietto IllustrativoPrazene - Foglietto IllustrativoSerpax - Foglietto IllustrativoSongar - Foglietto IllustrativoXeristar - Foglietto IllustrativoAnsiolitici su Wikipedia italianoAnxiolytic su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 27/07/2016