Nistatina

La nistatina è un potente farmaco antimicotico (o antifungino) che fu isolato per la prima volta da colture di Streptomyces noursei.
La nistatina è particolarmente utile per il trattamento delle micosi della cute e delle mucose.

Nistatina
Nistatina - Struttura Chimica

Indicazioni terapeutiche

L'utilizzo della nistatina è indicato per:

  • Prevenzione e trattamento delle infezioni della bocca provocate da funghi del genere Candida in pazienti sia pediatrici (da un mese di vita a 18 anni di età) che adulti;
  • Prevenzione delle infezioni del cavo orale provocate da Candida albicans (mughetto o candidiasi orale) nei neonati fino a un mese di vita.

Avvertenze

La nistatina agisce solo localmente (perché viene assorbita poco), pertanto, il suo impiego non è indicato per il trattamento delle infezioni fungine sistemiche.
Qualora durante la terapia con nistatina compaia un qualsiasi tipo di reazione allergica, il trattamento con il farmaco deve essere immediatamente interrotto.
Prima di iniziare il trattamento con nistatina e per tutta la sua durata, è necessario mantenere una buona igiene orale.

Interazioni con altri farmaci

Non sono stati riportati casi di interazioni con altri farmaci in seguito alla somministrazione di nistatina. Probabilmente ciò è dovuto allo scarso assorbimento sistemico del farmaco stesso.
In qualsiasi caso, è sempre bene informare il medico se si stanno assumendo - o se sono stati recentemente assunti - farmaci di qualsiasi tipo, inclusi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica e i prodotti erboristici e/o omeopatici.

Effetti collaterali

La nistatina può causare alcuni tipi di effetti collaterali, anche se non tutti i pazienti li manifestano. Ciò è dovuto alla diversa sensibilità che ciascun individuo possiede nei confronti del farmaco. Perciò, non è detto che gli effetti avversi si manifestino tutti e con la medesima intensità in ciascun paziente.
Di seguito, sono elencati i principali effetti indesiderati che possono insorgere durante il trattamento con nistatina.

Reazioni allergiche

La nistatina può scatenare reazioni allergiche in individui sensibili. Tali reazioni si possono manifestare con sintomi, quali:

Disturbi gastrointestinali

Durante la terapia a base di nistatina possono insorgere nausea, vomito, diarrea e fastidi addominali.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Il trattamento con nistatina può favorire la comparsa di eruzione cutanea e orticaria.

Sovradosaggio

In caso di assunzione di una dose eccessiva di nistatina possono manifestarsi nausea e disturbi a carico del sistema gastrointestinale.
Qualora si sospetti un sovradosaggio da nistatina, è necessario contattare subito il medico o recarsi nel più vicino centro ospedaliero.

Meccanismo d'azione della nistatina

La nistatina è un antimicotico polienico e, in quanto tale, svolge la sua azione alterando la membrana cellulare dei funghi.
La nistatina - come tutti gli antifungini polienici - possiede un'elevata affinità per le membrane cellulari contenenti steroli. Più nel dettaglio, la nistatina ha una grande affinità per le membrane contenenti ergosterolo (come quelle dei funghi, appunto).
La nistatina è capace di inserirsi all'interno della membrana cellulare dei funghi e di aumentarne la permeabilità.
Quest'aumento di permeabilità fa sì che le cellule fungine perdano costituenti per loro essenziali (come ioni e piccole molecole organiche) e, di conseguenza, muoiono.

Modalità d'uso e posologia

La nistatina è disponibile per la somministrazione orale sotto forma di sospensione orale.
Le dosi di farmaco somministrate variano in funzione dell'età dei pazienti e devono essere stabilite dal medico, così come la durata del trattamento.
Di seguito, vi sono alcune indicazioni sulle dosi di nistatina abitualmente impiegate in terapia. Tuttavia, qualora lo ritenesse necessario, il medico può decidere di aumentare la quantità di farmaco da somministrare.

Prevenzione e trattamento delle infezioni della bocca provocate da Candida in adulti e bambini

Per trattare e prevenire questo tipo d'infezioni in pazienti adulti e in bambini e adolescenti dai 2 ai 18 anni di età, la dose di nistatina solitamente impiegata è di 400.000-600.000 U.I., da assumersi quattro volte al giorno.
Nei bambini da un mese di vita fino a due anni di età, la dose di nistatina abitualmente somministrata è di 200.000 U.I. quattro volte al giorno.

Prevenzione della candidiasi orale (o mughetto) nei neonati

Per la prevenzione della candidiasi orale nei neonati fino a un mese di età, la dose di nistatina abitualmente somministrata è di 100.000 U.I. al giorno.

Gravidanza e Allattamento

L'utilizzo della nistatina da parte di donne in gravidanza dovrebbe essere effettuato solo se indispensabile e solo se i potenziali benefici attesi per la madre superano i potenziali rischi per il feto.
In ogni caso, prima di assumere la nistatina, sia le donne in gravidanza sia le madri che stanno allattando al seno, devono assolutamente chiedere consiglio al medico.

Controindicazioni

L'utilizzo della nistatina è controindicato in pazienti con ipersensibilità nota alla nistatina.



Ultima modifica dell'articolo: 12/09/2016