Nervo Sciatico

Generalità

Il nervo sciatico, o nervo ischiatico, è il più grande e lungo nervo del corpo umano, che inizia nella parte bassa della schiena e percorre tutto l'arto inferiore, piede compreso.
Nervo SciaticoAppartenente alla categoria dei nervi misti, è una derivazione degli ultimi due nervi spinali lombari (L4 ed L5) e dei primi tre nervi spinali sacrali (S1, S2 e S3). Queste strutture nervose si uniscono, a formare il nervo sciatico, circa a livello del muscolo piriforme del gluteo. Da qui, il nervo ischiatico scende lungo la parte posteriore della coscia e, superata la cavità poplitea, si dirama in varie branche. Le branche del nervo sciatico si distribuiscono tra la parte posteriore della gamba, la parte anteriore della gamba, il dorso del piede e la pianta del piede.
Una patologia molto conosciuta, che insorge a causa di una compressione del nervo sciatico, è la sciatica o sciatalgia.

Breve richiamo di cos'è un nervo

Per capire appieno che cos'è un nervo, è necessario partire dal concetto di neurone.
I neuroni rappresentano le unità funzionale del sistema nervoso. Il loro compito è generare, scambiare e trasmettere tutti quei segnali (nervosi) che consentono il movimento muscolare, le percezioni sensoriali, le risposte riflesse ecc.
In genere, un neurone consta di tre parti:

  • Un corpo, dove risiede il nucleo cellulare.
  • I dendriti, che equivalgono a delle antenne di ricezione dei segnali nervosi provenienti, in genere, da altri neuroni.
  • Gli assoni, i quali sono dei prolungamenti cellulari aventi la funzione di diffondere il segnale nervoso. L'assone ricoperto da mielina (guaina mielinica) è detto anche fibra nervosa.

Un fascio di assoni costituisce un nervo.
I nervi possono trasportare le informazioni in tre modi:

  • Dal sistema nervoso centrale (SNC) alla periferia. I nervi con questa proprietà prendono il nome di efferenti. I nervi efferenti controllano il movimento dei muscoli, quindi sono a capo della sfera motoria.
  • Dalla periferia al SNC. I nervi con questa capacità prendono il nome di afferenti. I nervi afferenti segnalano al SNC ciò che hanno rilevato in periferia, pertanto ricoprono una funzione sensitiva (o sensoriale).
  • Dal SNC alla periferia e viceversa. I nervi con questa doppia capacità prendono il nome di misti. I nervi misti svolgono una doppia funzione: motoria e sensitiva.

Cos'è il nervo sciatico?

Il nervo sciatico, o nervo ischiatico, è un importante nervo del corpo umano, che comincia nella parte più bassa della schiena, percorre posteriormente tutto l'arto inferiore e termina a livello del piede.
Tra i nervi presenti nel corpo umano, è il più lungo e il più grande in termini di larghezza.


Cause sciatica
Dal sito: healthyfoodhouse.com

Anatomia del nervo sciatico

Il nervo sciatico è una derivazione degli ultimi due nervi spinali lombari (L4 e L5) e dei primi tre nervi spinali sacrali (S1, S2, S3).
Coinvolte nella formazione del cosiddetto plesso lombosacrale, queste fibre convergono in un'unica struttura - per l'appunto il nervo sciatico - davanti al muscolo piriforme. Situato nella zona del gluteo, tra l'interno e l'esterno della pelvi, il muscolo piriforme mette in comunicazione la faccia anteriore dell'osso sacro con il grande trocantere del femore.
Nel proiettarsi al di sotto del muscolo piriforme, il nervo sciatico attraversa il grande foro ischiatico e comincia, da qui, a svilupparsi lungo tutto l'arto inferiore, posteriormente.
Fino alla cavità poplitea (parte posteriore del ginocchio), passa alle spalle del grande muscolo adduttore e davanti al capo lungo del muscolo bicipite femorale. Il bicipite femorale è un muscolo della coscia con sede postero-laterale, che forma, insieme al semimembranoso e semitendinoso, il cosiddetto gruppo dei muscoli ischiocrurali.
Quindi, a livello del cavo popliteo, il nervo sciatico si suddivide in due branche (cioè diramazioni):
il nervo tibiale e il nervo peroneo comune.

  • Il nervo tibiale percorre, fino al piede, il compartimento posteriore della gamba.
  • Il nervo peroneo (o fibulare) comune si staglia verso la regione anteriore e quella laterale della gamba e del piede.

A loro volta, sia il nervo tibiale sia il nervo peroneo comune danno origine a delle altre ulteriori branche. Insieme, formano il cosiddetto nervo surale; singolarmente, il nervo tibiale forma il nervo plantare mediale e il nervo plantare laterale, mentre il nervo peroneo comune si divide in nervo peroneo superficiale e nervo peroneo profondo.


Il nervo sciatico e le due diramazioni, o branche.
Nervo sciatico Nervo tibiale Nervo surale
Nervo plantare mediale
Nervo plantare laterale
Nervo peroneo comune Nervo surale
Nervo peroneo superficiale
Nervo peroneo profondo

BREVE RIPASSO DEI NERVI SPINALI

Presenti a coppie, i nervi spinali del corpo umano sono 31 paia.
Queste importanti strutture nervose hanno origine nel midollo spinale - che è una delle due componenti principali del sistema nervoso centrale (l'altra è l'encefalo) - e presentano sia cellule nervose con funzione sensitiva sia cellule nervose con funzione motoria. Quindi, secondo le definizioni date all'inizio dell'articolo, i nervi spinali sono nervi misti.
Per semplificarne lo studio anatomico, i medici hanno ritenuto opportuno suddividere le 31 paia di nervi spinali in 5 gruppi: gli 8 nervi spinali cervicali, i 12 nervi spinali toracici, i 5 nervi spinali lombari, i 5 nervi spinali sacrali e, infine, il paio coccigeo.
Osservando l'immagine sottostante, si può notare come la denominazione dei nervi spinali derivi dalla regione di colonna vertebrale da cui fuoriescono (e non dalla zona di midollo spinale da cui traggono origine).

Funzione

Derivando da alcuni nervi spinali (che sono nervi misti), il nervo sciatico possiede una funzione sensitiva e una funzione motoria. Infatti, è deputato al controllo di alcune precise regioni cutanee e di alcuni determinati muscoli dell'arto inferiore.

FUNZIONE MOTORIA

A livello del gluteo, il nervo sciatico non innerva alcun muscolo. Infatti, le sue innervazioni muscolari cominciano a partire dalla coscia. In questa sede, innerva i muscoli posteriori (muscoli ischiocrurali) e il muscolo grande adduttore.
Più in basso, nel punto in cui si divide in due, prende contatto con tutti gli elementi muscolari della gamba e gli elementi muscolari intrinseci del piede.
A voler essere più precisi:

  • Il nervo tibiale innerva i muscoli posteriori della gamba (quelli del polpaccio) e una parte dei muscoli intrinseci del piede.
    L'innervazione dei muscoli intrinseci del piede avviene per mezzo dei nervi plantare mediale e plantare laterale.
  • Il nervo peroneo comune innerva i muscoli anteriori e laterali della gamba e i rimanenti muscoli intrinseci del piede.
    A prendere contatto con i muscoli anteriori della gamba e con parte di quelli intrinseci del piede è il nervo peroneo profondo, mentre a stabilire l'innervazione con i muscoli laterali della gamba è il nervo peroneo superficiale.
I principali muscoli innervati dal nervo tibiale, insieme alle sue branche, e dal nervo peroneo comune, assieme alle sue branche.

Nervo

Muscolo

Nervo tibiale Popliteo
Gastrocnemio
Soleo
Flessore lungo delle dita
Flessore lungo dell'alluce
Flessore breve delle dita
Flessore breve dell'alluce
Tibiale posteriore
Abduttore dell'alluce
Adduttore dell'alluce
Nervo peroneo comune Tibiale anteriore
Estensore lungo delle dita
Estensore lungo dell'alluce
Estensore breve delle dita
Estensore breve dell'alluce

FUNZIONE SENSITIVA

Premessa: le fibre nervose sensitive dei nervi spinali hanno il compito di inviare, al midollo spinale, le informazioni che raccolgono alla periferia del corpo, precisamente a livello cutaneo.
La raccolta delle informazioni avviene per mezzo dei dermatomeri; i dermatomeri sono aree altamente specializzate, con proprietà tattili, propriocettive, termosensibili e nocicettive.
I termini “termosensibile” e “nocicettivo” significano, rispettivamente: “che riescono a captare le variazioni di temperatura” e “che sono capaci di captare gli stimoli dolorosi”.

A livello cutaneo, il nervo sciatico presenta soltanto innervazioni sensitive di tipo indiretto, che stabilisce attraverso le sue due branche principali e le diramazioni di queste:

  • Il nervo tibiale innerva il compartimento postero-laterale della gamba (quindi da sotto la cavità poplitea) e tutta la superficie plantare del piede (cioè la suola).
    L'innervazione della superficie plantare del piede avviene per opera dei nervi plantare mediale e plantare laterale.
  • Il nervo peroneo comune innerva il compartimento antero-laterale della gamba e tutta la superficie dorsale del piede.
    Nello specifico, il nervo peroneo superficiale contatta la cute antero-laterale della gamba e la cute dorsale del piede, mentre il nervo peroneo profondo prende contatti con la regione dorsale situata fra alluce e secondo dito.
  • Il nervo surale (che si ricorda essere una derivazione di alcune branche del nervo tibiale e del nervo peroneo comune) innerva la regione cutanea postero-laterale della gamba e la regione laterale di piede, calcagno e caviglia.

Patologie correlate

La principale patologia correlata al nervo sciatico è - come molti lettori già sapranno - la sciatica, nota anche come sciatalgia.
Sciatica è il nome che i medici utilizzano per qualsiasi condizione dolorosa, successiva a un processo di compressione o irritazione del nervo sciatico.
In genere, un individuo affetto da sciatica percepisce dolore nella parte bassa della schiena, sul gluteo e sulla gamba (che sono le regioni percorse dal nervo sciatico).
Inoltre, spesso lamenta anche una serie di sintomi secondari, quali: debolezza muscolare, formicolio alla gamba e difficoltà, più o meno marcata, nel controllare i movimenti dell'arto inferiore interessato.
Di solito, la compressione/irritazione che produce i sintomi della sciatica interessa i nervi spinali costituenti il nervo sciatico, cioè i lombari L4 e L5 e i sacrali S1, S2 e S3. Le tipiche cause di compressione/irritazione sono:

  • L'ernia del disco spinale. Secondo alcune statistiche, sarebbe responsabile del 15% dei casi di sciatica,
  • La discopatia degenerativa della zona lombo-sacrale.
  • La stenosi spinale del tratto lombo-sacrale.
  • La spondilolistesi
  • La sindrome del piriforme. A decretare il processo di compressione/irritazione è il muscolo piriforme (ecco spiegata l'origine del nome della suddetta circostanza), che è a stretto contatto con il nervo sciatico vicino al punto di emergenza di quest'ultimo.
    Spesso, il muscolo piriforme comprime o irrita il nervo sciatico dopo un aver subito un trauma o una contrattura.
  • I tumori spinali. È l'effetto massa, successivo alla crescita continua del tumore, che determina la sintomatologia. Infatti, ingrandendosi, le neoplasie spinali possono spingere sulle radici dei nervi spinali o sullo stesso midollo spinale.

sciaticaTra i principali fattori di rischio di sciatica, rientrano: l'artrite, le attività lavorative durante le quali si spostano spesso pesi o si torce soventemente la schiena, il diabete, l'età avanzata, l'obesità, l'osteoporosi, le patologie del rachide, la sedentarietà, i traumi alle natiche o alle cosce ecc.
Per conoscere con maggiori dettagli le caratteristiche della sciatica (sintomi, diagnosi e terapia), si consiglia di consultare l'articolo presente qui.

Nota bene: in genere la sciatica è un disturbo monolaterale; è molto raro che un individuo soffra di un doppia compressione/irritazione ai danni di entrambi i nervi sciatici.

LESIONI DEL NERVO SCIATICO

Un'altra importante condizione che può pregiudicare il funzionamento del nervo sciatico è la lesione a suo carico.
La principale causa di lesione a carico del nervo sciatico è l'intervento di protesi d'anca (o artroplastica dell'anca).
Sulla base delle ultime ricerche statistiche, le operazioni di artroplastica dell'anca che terminano con un danno del nervo sciatico sarebbero tra lo 0,5 e il 2%.



Ultima modifica dell'articolo: 08/11/2016