Malattie Renali

Generalità

Le malattie renali sono le condizioni morbose che alterano l'anatomia e la funzione dei reni, due organi fondamentali per la buona salute dell'essere umano.
Malattie RenaliL'elenco delle possibili cause di malattia renale è ampio e comprende: batteri, virus, parassiti, malattie autoimmuni sistemiche, il diabete mellito, tumori, diete errate, l'insufficienza epatica, patologie genetiche e la grave disidratazione.
Tra le principali e più diffuse malattie renali, meritano sicuramente una citazione: i calcoli renali, la pielonefrite, la glomerulonefrite, la sindrome nefrosica, la nefropatia diabetica, il rene policistico, l'idronefrosi, l'insufficienza renale e il tumore al rene.
Poiché molte malattie renali causano i medesimi sintomi e segni, la loro corretta identificazione impone  il ricorso a diversi esami diagnostici.

Breve richiamo anatomico e funzionale dei reni

In numero di due, i reni sono gli organi che, insieme alle vie urinarie, costituiscono il cosiddetto apparato urinario o apparato escretore, il cui compito è produrre ed eliminare le urine.
Rappresentanti le strutture principali del suddetto apparato, i reni risiedono nella cavità addominale – per la precisione ai lati delle ultime vertebre toraciche e delle prime vertebre lombari – sono simmetrici e possiedono una forma molto simile a quella di un fagiolo.


rene

Figura (di un rene e ingrandimento di un nefrone): un rene umano con le sue componenti principali (pelvi renale, corteccia renale, midollare renale ecc.).
L'ingrandimento a destra riporta il nefrone, che è l'unità funzionale dei reni, ossia la più piccola struttura in grado di svolgere tutte le funzioni dell'organo. Tra i vari elementi di un nefrone, meritano una citazione particolare i tubuli prossimale e distale, il glomerulo, la capsula di Bowman, l'ansa di Henle e il dotto collettore.

FUNZIONE DEI RENI

I reni ricoprono diversi funzioni; tra queste, le più importanti sono:

  • Filtrare le sostanze di rifiuto, quelle dannose e quelle estranee, presenti nel sangue, e convertirle in urina;
  • Regolare gli equilibri idro-salini del sangue;
  • Regolare gli equilibri acido-base del sangue.

Come i lettori avranno notato, le funzioni renali sono strettamente legate al sangue; quest'ultimo proviene ai reni dall'arteria renale e ritorna al sistema venoso attraverso la vena renale, la quale, poi, confluisce nella cosiddetta vena cava.

Cosa sono le malattie renali?

Le malattie renali sono le patologie che colpiscono i reni, alterandone più o meno profondamente le funzioni.
Data l'importanza fondamentale dei reni per l'essere umano e la sua buona salute, le malattie renali rappresentano condizioni mediche di notevole rilevanza clinica, specie quando le funzioni degli organi colpiti sono fortemente compromesse.

Cause

L'elenco delle possibili cause delle malattie renali è particolarmente lungo e comprende: agenti infettivi batterici o virali, parassiti, malattie autoimmuni sistemiche, alterazioni del genoma di carattere ereditario, tumori, una dieta errata (es: scarso apporto di fluidi, abuso del sale da cucina ecc.), il diabete mellito, malattie di cuore, l'insufficienza epatica, la disidratazione grave, alcuni farmaci, l'ipertensione, sostanze tossiche/nocive (cocaina, alcol o metalli pesanti) ecc.

Sintomi

Moltissime malattie renali, anche quando dipendono da cause estremamente diverse, producono sintomi e segni analoghi.
Un elenco dei sintomi e segni che accomunano tipicamente numerose malattie renali è presente nella tabella sottostante.


  • Bisogno di urinare alla notte (nicturia);
  • Accumulo di sostanze azotate nel sangue (uremia);
  • Mancata emissione di urina (anuria);
  • Edema alle gambe, alle caviglie, ai piedi, alle mani e al viso;
  • Ipertensione;
  • Debolezza e affaticamento

Diagnosi

Tra gli esami che permettono la diagnosi delle malattie renali, figurano:

Esempi

Le malattie renali sono numerose; tra queste, le più note e diffuse al Mondo sono:

  • I calcoli renali;
  • La pielonefrite;
  • La glomerulonefrite;
  • La sindrome nefrosica;
  • La nefropatia diabetica;
  • Il rene policistico;
  • L'idronefrosi;
  • L'insufficienza renale, la quale si suddivide nella forma acuta e nella forma cronica;
  • Il tumore al rene.

Calcoli renali

I calcoli renali sono piccoli aggregati di consistenza dura, simili a sassolini, che si formano nei reni o lungo le vie urinarie, per effetto dell'anomala precipitazione dei sali minerali contenuti tipicamente nelle urine.
Spesso legati a una dieta incongrua (es: troppo sale e/o scarso apporto di acqua), e a una certa predisposizione genetica,  i calcoli renali possono essere sia sintomatici che asintomatici.
In medicina, i calcoli renali sono anche noti come nefrolitiasi.

Pielonefrite

La pielonefrite è l'infiammazione della cosiddetta pelvi renale o bacinetto renale.
Esistente sia in forma acuta che in forma cronica, la pielonefrite è tipicamente dovuta ad alcuni batteri; tra questi batteri, i più importanti sono Escherichia coli, Klebsiella, Proteus ed Enterococcus.
Una grave pielonefrite può compromettere le funzioni dei reni al punto da causare perfino la morte dell'individuo interessato.

Glomerulonefrite

La glomerulonefrite è l'infiammazione dei glomeruli renali.
Dovuta generalmente a malattie autoimmuni di tipo sistemico, la glomerulonefrite è responsabile di una riduzione marcata e patologica delle capacità filtranti dei glomeruli renali coinvolti.

Sindrome nefrosica

La sindrome nefrosica è la condizione medica che deriva da un serio danno a carico dei glomeruli del nefrone e che ha tre tipiche conseguenze: proteinuria, riduzione delle proteine nel sangue e comparsa di edemi in più punti del corpo (viso, caviglia, piedi e addome).

Nefropatia diabetica

Rappresentante una delle complicanze a lungo termine del diabete mellito, la nefropatia diabetica è una malattia renale, che comporta un danno a carico della vasta rete di capillari costituenti i glomeruli renali.
Quando è severa, una malattia come la nefropatia diabetica può degenerare in sindrome nefrosica e/o glomerulosclerosi, le quali a loro volta possono sfociare in insufficienza renale.

Rene policistico

Il rene policistico è una malattia genetica, di tipo ereditario, che si caratterizza per la sostituzione del normale tessuto renale (parenchima renale) con una serie di cisti. In altre parole, i malati di rene policistico possiedono uno o entrambi i reni ricoperti da cisti, al posto del parenchima renale.
Chiaramente, nel rene polistico, la presenza delle cisti, abbinata all'assenza del normale tessuto renale, compromette seriamente le funzioni del o dei reni interessati.

Idronefrosi

I medici chiamano idronefrosi la particolare patologia dei reni in cui la pelvi renale e i calici renali subiscono una dilatazione e un rigonfiamento anomali, per effetto di un accumulo insolito di urina al loro interno.
A causare idronefrosi è generalmente un impedimento al normale flusso delle urine all'interno delle vie urinarie; tale impedimento può dipendere da un blocco interno alle vie urinarie (es: calcoli renali) oppure da una compressione esterna delle vie urinarie (es: tumore alla prostata, negli uomini, o gravidanza, nelle donne).

Insufficienza renale

Insufficienza renale è il termine medico che indica una grave incapacità da parte dei reni di adempiere correttamente alle proprie funzioni.
Le persone che soffrono di insufficienza renale necessitano di cure immediate e appropriate; in caso contrario, infatti, sono destinate a morire nel giro di breve tempo.
Esistono due forme di insufficienza renale: l'insufficienza renale acuta (o blocco renale) e l'insufficienza renale cronica. A distinguere queste due forme di insufficienza renale sono:

  • La velocità con cui i reni perdono le proprie capacità funzionali. Nell'insufficienza renale acuta, la perdita funzionale è improvvisa e repentina; nell'insufficienza renale cronica, invece, la perdita funzionale è graduale (può avvenire in mesi o anni) e progressiva;
  • La curabilità. Mentre l'insufficienza renale acuta è potenzialmente reversibile, l'insufficienza renale cronica è incurabile;
  • Le cause. L'insufficienza renale acuta è dovuta a cause diverse dall'insufficienza renale cronica.

Tabella. Riepilogo delle cause di insufficienza renale acuta e insufficienza renale cronica.


Cause di insufficienza renale acuta

Condizioni che rallentano o bloccano il flusso di sangue diretto ai reni.

Condizioni o eventi che recano un danno diretto ai reni.

Condizioni che bloccano il flusso di urina all'interno degli organi e delle strutture dell'apparato escretore.

Cause di insufficienza renale cronica

  • Diabete di tipo 1
  • Diabete di tipo 2
  • Ipertensione
  • Glomerulonefrite
  • Nefrite interstiziale
  • Rene policistico
  • Ostruzione prolungata a livello delle vie urinarie
  • Reflusso vescico-ureterale
  • Infezioni renali (es: pielonefrite)

Tumore al rene

Il tumore al rene è il risultato di un processo neoplastico di natura benigna o maligna, che ha inizio in una cellula dei reni.
Tra i fattori di rischio del tumore al rene, figurano: l'obesità, il fumo di sigaretta, alcune malattie genetiche ereditarie (es: sclerosi tuberosa, sindrome di Von Hippel-Lindau), l'esposizione ad alcuni inquinanti chimici (es: asbesto, cadmio o benzene) e alcune gravi malattie renali (insufficienza renale cronica).




Ultima modifica dell'articolo: 02/11/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Creatina, Integratori Reni