Liposuzione

La liposuzione è una procedura chirurgica utilizzata per rimodellare l'estetica del corpo, eliminando per aspirazione i depositi di grasso resistenti all'azione dimagrante di dieta ed esercizio fisico. LiposuzioneL'intervento di liposuzione non dev'essere considerato un metodo semplice ed alternativo per perdere peso, bensì una vera e propria procedura chirurgica a cui ricorrere solo quando i classici interventi di natura cosmetica, dietetico-comportamentale e di medicina estetica (es. mesoterapia) non hanno prodotto i risultati attesi in termini di riduzione delle adiposità localizzate, la cui percezione o entità risulta tale da compromettere l'armonia della silhouette ed interferire con l'autostima e la qualità di vita della persona.

Oltre alla tecnica tradizionale, nel corso di molti anni sono state sviluppate diverse procedure per eseguire la liposuzione. Il principio generale consiste nell'inserimento sottocute di una sottile cannula collegata ad un dispositivo di aspirazione, la quale - tramite opportune manovre del chirurgo - frantuma i cuscinetti adiposi. Quando si attiva la suzione vengono aspirati e rimossi pezzettini di tessuto sottocutaneo contenenti adipociti, sangue, linfa, sostanza amorfa ed altre cellule. Una volta raggiunto il risultato desiderato, si procede al bendaggio della zona trattata per favorire il rimodellamento dei tessuti. La liposuzione può essere eseguita su zone specifiche del corpo, come addome, cosce, ginocchia, braccia o glutei. Anche se l'intervento è più comunemente utilizzato per il rimodellamento estetico del corpo, può essere applicato anche per ridurre le dimensioni del seno negli uomini (ginecomastia) o per rimuovere i lipomi (tumore benigno del tessuto adiposo).
La tecnica viene comunemente ritenuta efficace, sicura e di facile applicazione. In realtà, la liposuzione è adatta soprattutto a persone con un peso corporeo stabile, con lieve o moderato sovrappeso, che presentano un paio di punti problematici e circoscritti. La liposuzione, infatti, non è un trattamento per l'obesità, ma una procedura di rimodellamento del corpo: nei casi di forte sovrappeso è più utile seguire una dieta bilanciata e praticare regolare esercizio fisico, oppure valutare eventuali procedure di chirurgia bariatrica, come il bypass gastrico.

Diversi fattori limitano la quantità di grasso che può essere rimossa in modo sicuro durante una singola seduta di liposuzione. L'allontamento di volumi molto grandi (più di 5 litri) rappresenta una procedura complessa e potenzialmente pericolosa per la vita. La sicurezza della tecnica non dipende solo dalla quantità di tessuto rimosso, ma anche dalla scelta dell'anestetico e dalle condizioni di salute generale del paziente. I potenziali rischi della liposuzione e le aspettative sui risultati estetici ottenibili devono essere sempre discussi con il medico prima di sottoporsi all'intervento. Infine, con il tempo, il tessuto adiposo può ripopolarsi ed il numero di adipociti può essere rispristinato. Il solo modo per assicurarsi che il tessuto adiposo allontanato durante la liposuzione non ritornerà in situ, consiste nell'adottare uno stile di vita sano, che include una dieta equilibrata ed un esercizio fisico adeguato.

Liposuzione: obiettivi ed aree del corpo

Il primo obiettivo di qualsiasi procedura di liposuzione è di rimuovere la giusta quantità di grasso provocando il minimo disagio per il paziente.
La liposuzione riduce gli accumuli di grasso in una specifica area del corpo, come:

  • Addome;
  • Braccia;
  • Glutei;
  • Polpacci, caviglie e ginocchia;
  • Seno e schiena;
  • Fianchi;
  • Esterno ed interno cosce;
  • Collo e sottomento.

La liposuzione è utilizzata anche per la riduzione della ginecomastia (cioè lo sviluppo del tessuto adiposo del seno maschile) e per trattare alcune condizioni mediche, tra cui:

  • Lipomi (tumore benigno del tessuto adiposo);
  • Lipodistrofia (anomalia del tessuto adiposo, con ridistribuzione dei lipidi nel corpo);
  • Iperidrosi (sudorazione eccessiva), per rimuovere le ghiandole sudoripare della zona ascellare.

Criteri e considerazioni sulla liposuzione

  • Dopo l'intervento chirurgico, la pelle deve rimodellarsi spontaneamente attorno ai nuovi contorni. Il chirurgo deve quindi valutare preventivamente l'elasticità della pelle, anche in relazione alla quantià di grasso che si intende asportare. Se si dispone di un buon tono cutaneo, la procedura migliora il profilo e la proporzione del corpo. Al contrario, se la zona trattata presenta una superficie cutanea sottile e dotata di scarsa elasticità (come nelle persone anziane), la pelle, dopo la liposuzione, può apparire allentata, poiché possiede una limitata capacità di adattarsi prontamente alla nuova forma.
  • Non tutti i soggetti rappresentano buoni candidati per la liposuzione. I pazienti ideali sono fisicamente attivi, con un peso corporeo stabile (che si discosta poco da quello ideale) e con un buon tono ed elasticità cutanei. Per sottoporsi alla liposuzione è necessario essere in buono stato di salute, senza condizioni che potrebbero complicare l'intervento chirurgico (infezioni, problemi cardiaci o di circolazione, disturbi della coagulazione, diabete o sistema immunitario debole). La liposuzione non è raccomandata per le persone in cura con farmaci che possono interferire con la coagulazione del sangue (come aspirina, warfarin ed eparina).
  • Il rimodellamento delle forme corporee, conseguente alla liposuzione, è generalmente di lunga durata, a patto che il peso rimanga stabile. Se una persona aumenta di peso dopo una procedura di liposuzione, la distribuzione del grasso può cambiare (ad esempio, se è stato trattato l'addome, i nuovi accumuli adiposi possono interessare prevalentemente le cosce o i i glutei, rendendole aree problematiche).
  • La liposuzione non migliora gli inestetismi della cellulite o altre irregolarità della superficie cutanea. Allo stesso modo, la procedura di rimodellamento tramite lipoaspirazione non rimuove le smagliature.
  • Alcune zone del corpo rispondono meglio alla liposuzione, e la procedura può avere esiti variabili da persona a persona. La densità del tessuto adiposo, infatti, varia soggettivamente e in base al sito corporeo..

Prima, durante e dopo la liposuzione

Prima della procedura. Prima di procedere con la liposuzione, il paziente deve sottoporsi ad un esame fisico completo (incluse le analisi del sangue), durante il quale vengono valutati lo stato di salute (sia fisico che psicologico), l'elasticità della pelle e la posizione dei cuscinetti adiposi. Se il medico decide che il soggetto rappresenta un candidato accettabile per la liposuzione, inizia una pre-procedura di consultazione in cui sono definiti i dettagli dell'intervento chirurgico: quale area esattamente verrà trattata, quale procedura è più adatta, cosa aspettarsi durante e dopo la liposuzione, quali risultati si possono ottenere e i possibili rischi associati. Il fumo di tabacco dovrebbe essere evitato per circa due mesi prima della chirurgia, poiché la nicotina interferisce con la circolazione e può causare la perdita di elasticità tissutale. Alcuni antidolorifici, come l'aspirina ed alcuni farmaci anti-infiammatori non steroidei (come ibuprofene o naprossene) sono da sospendere per almeno sette giorni prima dell'intervento. Il medico può prescrivere un antibiotico da assumere prima e dopo l'intervento chirurgico, per prevenire le eventuali infezioni.


Preparazione e procedimento. Le procedure di liposuzione si differenziano per alcuni dettagli; le modalità con cui vengono eseguite dipendono dalla specifica tecnica, ma esistono alcuni principi comuni a tutti i metodi di liposuzione. Il giorno dell'intervento, mentre il paziente è in posizione eretta, il medico con una penna segnerà cerchi e linee sulle aree bersaglio, per contrassegnare i siti di inserzione e le adiposità da aspirare. Possono anche essere scattate alcune foto, per confrontare le immagini prima e dopo la liposuzione. In sala operatoria, viene applicata una soluzione sterilizzante (ad esempio, a base di iodopovidone) sulle zone interessate. Viene quindi somministrato un anestetico locale, limitato alla specifica zona del corpo e alle sedi di inserzione, oppure generale (induce uno stato temporaneo di incoscienza).

Nella maggior parte dei casi, la prima fase prevede l'iniezione di una soluzione bagnante nella zona da trattare, composta da soluzione fisiologica, epinefrina (per ridurre il sanguinamento) e da un anestetico locale (per minimizzare temporaneamente il dolore sia durante che dopo l'intervento chirurgico). Il chirurgo procede realizzando una piccola incisione (o più incisioni) nella zona, attraverso la quale inserisce una cannula sottile collegata ad una pompa a vuoto mediante un tubo flessibile. Manipolando rapidamente la cannula avanti e indietro, il chirurgo può separare e rimuovere le cellule di grasso in eccesso; durante le varie fasi il medico controlla ripetutamente la quantità di liquido e grassi che vengono aspirati e raccolti; nel frattempo, se il paziente è vigile avverte solo una sensazione di raschiatura provocata dal movimento della cannula.

Il team chirurgico monitorerà la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e il livello di ossigeno nel sangue durante tutta la procedura. Nel complesso, l'intervento può durare da una a 4 ore, a seconda di quanto grasso viene rimosso, della tecnica di rimozione e del numero di siti che vengono aspirati fino al raggiungimento del risultato desiderato.

Dopo la procedura - per favorire il drenaggio dei liquidi dal sito di liposuzione - il chirurgo può lasciare aperte le incisioni o applicare un paio di punti di sutura. In alcuni casi, il medico può inserire un tubo di drenaggio. I pazienti devono essere consapevoli che nel post-intervento potrebbero apprezzare perdite di liquido color rosato attraverso i fori di inserzione della cannula, per circa 24 ore. Questo processo è normale ed aiuta a ridurre al minimo la comparsa dei lividi. In ogni caso, durante il drenaggio, le medicazioni devono essere cambiate con regolare frequenza. Dopo circa tre giorni, è sufficiente l'applicazione di alcune bende autoadesive.

Gli strati tissutali privati del grasso e collassati, durante la guarigione andranno a creare la nuova forma del corpo. Per questo motivo, dopo la liposuzione, il paziente deve indossare un indumento contenitivo di compressione.

Recupero dopo la procedura e risultati

Il recupero è abbastanza rapido e può variare in base a fattori quali il volume delle cellule adipose rimosse e l'area sottoposta a liposuzione. Il paziente può essere dimesso il giorno stesso in caso di anestesia locale o essere ricoverato per almeno una notte, presso la struttura medica o ospedaliera. Trascorrere qualche ora in osservazione clinica consente al personale medico di monitorare il recupero post-operatorio del paziente. I punti di sutura nei siti di incisione vengono rimossi dopo circa 10 giorni e possono rimanere delle minime cicatrici dove il medico ha inciso la pelle per inserire la cannula. Camminare, appena dopo l'intervento, può aiutare a prevenire la formazione di trombi nelle gambe. Dopo la liposuzione, molti pazienti provano dolore, intorpidimento, formicolio o bruciore durante il processo di recupero, ma questi sintomi scompaiono, di solito, entro sei-otto settimane. Dopo la liposuzione, possono comparire anche gonfiore e lividi, che possono richiedere da 4-6 settimane fino a sei mesi per attenuarsi fino a scomparire. Il chirurgo può prescrivere analgesici per aiutare a controllare il dolore e antibiotici per ridurre il rischio di infezione. Inoltre, potrebbe essere necessario indossare indumenti speciali di sostegno, che comprimano l'area interessata per ridurre il gonfiore e favorire il processo di rimodellamento e guarigione; la guaina di compressione dev'essere quindi elastica e consentire l'uso delle medicazioni.

Il risultato finale della liposuzione sarà evidente entro un paio di settimane, anche se occorrono alcuni mesi affinché il gonfiore scompaia rendendo visibili i miglioramenti estetici prodotti dall'intervento. A seconda della portata della liposuzione, potrebbe essere necessario attendere alcuni giorni prima di tornare al lavoro e fino ad un paio di settimane prima di riprendere le normali attività, compreso l'esercizio fisico. In alcuni casi, il paziente può tornare a lavorare entro 24-72 ore dopo la procedura. I risultati della liposuzione sono generalmente di lunga durata, purché si riesca a mantenere il peso corporeo stabile nel tempo; in ogni caso, è importante capire che la liposuzione non impedirà in alcun modo di aumentare di peso. Per mantenere la nuova forma ottenuta con la liposuzione, è quindi necessario seguire una dieta equilibrata, associata a regolare esercizio fisico.


 
Ultima modifica dell'articolo: 14/06/2014