Filler Labbra - Inestetismi delle Labbra e Tipi di Fillers

Il filler per le labbra è una delle procedure più affermate nel campo dell'estetica, perché consente, fondamentalmente, di ottenere un miglioramento nel volume e nella forma delle labbra. La tecnica prevede l'utilizzo di diversi tipi di materiali (di origine naturale o sintetica) con differente modalità di applicazione, e, seppur semplice, deve soddisfare le esigenze del paziente evitando complicazioni o reazioni avverse al trattamento. Filler per LabbraLa scelta del filler ideale dipende da età, tipo di inestetismo da correggere, caratteri morfologici della persona e area anatomica da trattare. Attualmente, i fillers specifici per le labbra sono composti principalmente da particolari varianti di acido ialuronico Nasha (di derivazione non animale), frutto delle più avanzate ricerche sperimentali. La sostanza introdotta in tale filler "biotecnologico" conferisce estrema plasmabilità alla soluzione da iniettare nella mucosa labiale, donando definizione e volume alle labbra; grazie alle caratteristiche dell'acido ialuronico iniettato, le labbra risultano molto naturali, in grado di assecondare i movimenti della mimica facciale senza svelare la correzione. Inoltre, i tempi di recupero post-intervento sono più rapidi e le tecniche risultano essere meno traumatiche, anche grazie all'introduzione della lidocaina (ad azione anestetica) quale componente del filler.

Labbra: caratteristiche ed estetica

La bocca caratterizza in maniera evidente ciascun individuo: la forma, la grandezza, il colore delle labbra sono caratteristiche uniche. La bocca rappresenta anche un fulcro dell'attenzione e per questo risulta indispensabile mantenerla al meglio; in questo senso, i cosmetici rappresentano un valido ausilio nel trattare e caratterizzare le labbra.
Qualora esista un'asimmetria, un problema di volume, un grave inestetismo, oppure alla comparsa dei segni dell'invecchiamento, sulle labbra o sul loro contorno, si può ricorrere a trattamenti mirati di medicina estetica. Tali interventi garantiscono correzioni naturali che rispettano i volumi e la morbidezza delle labbra, oltre alla loro forma.


La cura cosmetica quotidiana delle labbra: prevenzione e trattamento


I cosmetici risultano molto utili nella cura quotidiana delle labbra e rappresentano la soluzione ideale per i diversi effetti che è possibile ottenere. La gamma di prodotti, che varia dal balsamo idratante o protettivo in stick allo specifico prodotto rimpolpante, consente di mantenere le labbra morbide e idratate, di proteggerle dai raggi UV, e di prevenire e correggere rughe e screpolature.
Anche il make-up può contribuire a conferire idratazione e protezione: svolgono una importante funzione di barriera e rendono turgide le labbra. Spesso, infatti, rossetti e gloss sono arricchiti di principi attivi trattanti ed emollienti (come ad esempio: acido ialuronico, vitamina E, filtri UV).

I canoni di bellezza delle labbra

I canoni estetici sottolineano l'importanza nella proporzione delle labbra e la loro armonia con il resto dei tratti somatici del volto. Esistono alcuni parametri da tenere in considerazione:Aree labiali

  • L'altezza del labbro superiore è generalmente di 6-7 millimetri nel suo punto medio.
  • Da questo punto il vermiglio sale in alto, a destra e a sinistra, di circa 3-5 mm, a formare l'arco di Cupido.
  • Il labbro inferiore è sempre più carnoso di quello superiore ed ha mediamente un'altezza di 10 millimetri.

Nel caso si ricorra a trattamenti estetici, che prevedano ad esempio la correzione del volume delle labbra, è importante rispettare soprattutto la proporzione tra labbro superiore e labbro inferiore: il primo deve sempre essere meno voluminoso, per evitare l'innaturale effetto "paperino".

Inestetismi delle labbra

Gli inestetismi delle labbra sono dovuti fondamentalmente correlati a due aspetti:

Nel primo caso i difetti legati alla conformazione delle labbra sono di natura congenita: anche i soggetti più giovani possono ricorrere a trattamenti per risolvere inestetismi quali l'asimmetria delle labbra, una bocca sottile o dal disegno irregolare.
L'invecchiamento della mucosa labiale subentra in genere con l'avanzare dell'età ed è determinato biologicamente dall'assottigliamento della pelle, dalla perdita di idratazione e di grasso, e dal riassorbimento dell'osso mandibolare e degli alveoli dentali.

Cosa può indurre l'invecchiamento delle labbra?

L'invecchiamento delle labbra è un processo naturale e biologico e può determinare l'insorgenza di inestetismi caratteristici:

  • Diminuzione del volume e della morbidezza
  • Comparsa di rughe su labbra e sul contorno delle stesse
  • Perdita di definizione del disegno delle labbra e/o dell'arco di Cupido
  • Abbassamento delle commissure (gli angoli della bocca)
  • Appiattimento delle colonne filtrali, i due canali nasolabiali.

I filler per le labbra: classificazione ed evoluzione dei trattamenti

Esistono diversi tipi di fillers per le labbra: nel corso del tempo sono state proposte diverse opzioni di trattamento, estetico che differenziavano per la diversa natura delle sostanze e per i materiali innietati (cera, silicone, prodotti di origine animale). Attualmente si assiste ad una continua evoluzione soprattutto per i filler per labbra a base di acido ialuronico.
I materiali di riempimento possono essere:

  • Materiali permanenti: derivati polimerici con legami alchil-ammidici e poliacrilamide.

Caratteristiche generali:

  • Sono costituiti da una componente riassorbibile e da una componente permanente (presente in minima parte)
  • Il risultato del trattamento è definitivo, ma talvolta tali sostanze possono non essere tollerate dall'organismo. Il rigetto non è una reazione prevedibile e difficilmente si può intervenire con scopo correttivo.
  • Un tempo l'olio di silicone iniettabile era un filler permanente molto utilizzato: attualmente è vietato dalla legge in quanto responsabile di numerose reazioni avverse.

Caratteristiche generali:

  • Sono costituiti da una componente riassorbibile e da una componente permanente (presente in minima parte).
  • Il risultato del trattamento varia dai 12 ai 36 mesi.
  • Materiali riassorbibili: acido ialuronico e collagene

Caratteristiche generali dei materiali riassorbibili:

  • Collagene e acido ialuronico sono sostanze naturalmente presenti nella cute e nel tessuto connettivo: sono componenti strutturali fondamentali, anche delle labbra.
  • A seguito del trattamento, mediante iniezione del filler, vengono progressivamente riassorbiti con tempi variabili (da alcune settimane fino a sei mesi). Il tempo della degradazione isovolumetrica dipende dal volume occupato dalle molecole e dai legami intermolecolari che riescono a stabilire.
  • Sono altamente tollerati, ma l'effetto al trattamento è temporaneo.

Filler per le labbra a base di collagene bovino ed umano

Il trattamento con collagene bovino ha rappresentato per molti anni la proposta estetica di riferimento per quanto riguardava i filler facciali. L'applicazione della tecnica - che prevede l'utilizzo di collagene bovino ricavato da animali provenienti da allevamenti chiusi e molto controllati, selezionati ed immuni da patologie trasmissibili - richiede una prova per stabilire se il soggetto è sensibile o allergico a questo componente di origine animale; il test allergologico permette di valutare se il trattamento estetico può essere applicato al paziente: un piccolo quantitativo di filler (generalmente pari a 0,1 ml) viene inoculato a livello dell'avambraccio e dopo un'attesa di 30 giorni si valuta la presenza o meno di una reazione avversa al collagene bovino.

Un'evoluzione di questo tipo di filler è rappresentata dai moderni trattamenti con collagene umano o con collagene autologo; questi filler prevedono l'iniezione di materiale dermico (collagene soprattutto) prelevato in minima parte dalla pelle di un donatore o del paziente stesso e coltivato/modificato in laboratorio. In quest'ultimo caso, l'utilizzo di collagene autologo elimina i rischi di reazioni avverse (è indicato nei pazienti fortemente allergici) anche se spesso il riassorbimento è molto veloce.

Filler per le labbra a base di acido ialuronico

La sintesi biotecnologica di acido ialuronico a diverso peso molecolare (precedentemente estratto dalla cresta dei galli) ha rappresentato una vera e propria svolta nell'evoluzione dei filler per le labbra: è un componente di sintesi (non di origine animale) ed in genere non richiede un test allergologico preventivo al suo utilizzo, in quanto il trattamento estetico risulta sicuro ed efficace. I fillers per le labbra a base di acido ialuronico presentano inoltre una durata superiore ai due mesi, a differenza dei trattamenti con collagene bovino.
La durata prolungata del trattamento è determinata dal processo di riassorbimento (degradazione isovolumetrica):

  • Nel caso dei fillers a base di collagene bovino il riassorbimento è determinato dalla degradazione delle fibre di collagene, le quali vengono fagocitate con conseguente diminuzione nel volume.
  • L'acido ialuronico consente invece di mantenere l'ingombro tridimensionale dell'impianto per un tempo maggiore, in quanto durante il processo di riassorbimento (quindi di degradazione delle componenti del filler) viene richiamata acqua dalle molecole del filler residuo.

Attenzione!
Importante è non confondere le indicazioni per il filler labiale con quelle della tossina botulinica: quest'ultima provoca una paralisi parziale della muscolatura mimica e la conseguente distensione dei tessuti trattati, senza determinare un riempimento dei medesimi. Si utilizza tipicamente, con ottimi risultati, per distendere le rughe sottili della fronte.