Corpo Umano

Generalità

Il corpo umano è la struttura fisica dell'organismo umano, formata da circa 37,2 trilioni di cellule e organizzata in una testa, un collo, un tronco, due arti superiori e due arti inferiori.
Corpo UmanoLa complessa architettura delle cellule costituenti il corpo umano dà vita ai tessuti e agli organi.
Gli organi, cooperando tra di loro, prendono parte alla formazione dei cosiddetti sistemi o apparati.
Il corpo umano presenta una specifica composizione chimica. Quest'ultima comprende principalmente: acqua, lipidi, proteine, glucidi, acidi nucleici e minerali inorganici.
A causa dell'invecchiamento, il corpo umano subisce numerosi cambiamenti, alcuni dei quali anche molto profondi.

Cos'è il corpo umano?

Il corpo umano è la struttura fisica dell'organismo umano, risultante dalla sinergia di un numero enorme di cellule diverse; tale struttura è organizzata in una testa, un collo, un tronco, due arti superiori (ciascuno comprensivo di un braccio,un avambraccio e una mano) e due arti inferiori (ognuno comprensivo di una coscia, una gamba e un piede).
Le cellule rappresentano le unità fondamentali della vita. Esse, infatti, costituiscono i tessuti → tessuti di tipologie diverse compongono gli organi → insiemi di organi differenti formano i sistemi (o apparati).

Struttura

Dalla nascita al raggiungimento dell'età adulta, il corpo umano subisce alcuni cambiamenti fisici, che però non alterano la sua organizzazione generale (quella che comprende una testa, un collo, un tronco ecc).
Questi cambiamenti riguardano, principalmente, l'altezza corporea, il peso corporeo e la distribuzione dei muscoli e dell'adipe, e dipendono da svariati fattori, tra cui la dieta (intesa come regime alimentare), l'esercizio fisico, il sesso e la genetica.

LE CAVITÀ DEL CORPO UMANO

Osservandolo dall'interno, il corpo umano presenta diverse cavità.
Le due cavità più importanti, per ampiezza, sono la cavità addomino-pelvica (la più grande) e la cavità toracica.
La cavità addomino-pelvica prende posto nella parte inferiore del tronco e contiene numerosi organi vitali, tra cui il fegato, i reni e l'intestino.
La cavità toracica occupa la parte superiore del torace e ospita, al suo interno, il cuore, i polmoni e un tratto dell'aorta, tutti organi fondamentali per la vita.
Cavità minori, che meritano una citazione particolare, sono i seni paranasali. Formati da alcune ossa del cranio, i seni paranasali sono spazi attraverso cui passa l'aria e che servono a migliorare la percezione degli odori e ad amplificare i suoni e la voce.

QUAL È LA STATURA MEDIA DEL CORPO UMANO?

L'altezza media del corpo umano di un uomo adulto è di circa 1,7-1,8 metri.
L'altezza media del corpo umano di una donna adulta, invece, è di circa 1,6-1,7 metri.
In Italia, secondo alcuni studi, la statura media della popolazione maschile è di circa 1,74 metri, mentre quella della popolazione femminile è di circa 1,62 metri.

QUANTE OSSA COMPRENDE IL CORPO UMANO?

Lo scheletro umano, con le sue ossa, è l'impalcatura che garantisce al corpo umano stabilità e sostegno.
Senza lo scheletro, l'essere umano non sarebbe in grado di mantenersi in posizione eretta e mancherebbe di un elemento protettivo degli organi interni d'importanza fondamentale.
Nel corpo umano, le ossa che costituiscono lo scheletro sono ben 206.

Composizione chimica

La composizione chimica del corpo umano comprende: acqua, elementi di natura organica e minerali inorganici.

ACQUA

L'acqua è la componente chimica, in assoluto, più cospicua. Infatti, nel corpo umano di un giovane adulto, il contenuto d'acqua rappresenta circa il 60-65% del peso totale.
L'acqua si distribuisce sia nei cosiddetti fluidi extracellulari (plasma sanguigno, linfa e fluidi interstiziali), sia all'interno delle cellule (qui, costituisce il cosiddetto fluido intracellulare).
L'acqua è un solvente e, come tale, agisce da veicolo di trasporto per le sostanze che mantengono in vita le singole cellule. Inoltre, concorre al processo digestivo, garantisce la termoregolazione (si pensi alla sudorazione) e favorisce l'eliminazione delle scorie, accumulatesi nell'organismo.


La quantità d'acqua contenuta nel corpo umano varia nel corso della vita?

Nel corso della vita, la quantità d'acqua, presente all'interno del corpo umano, subisce evidenti variazioni.
Infatti, dal confronto tra un neonato e un soggetto molto anziano emerge che il loro quantitativo d'acqua è decisamente differente: nel caso del neonato, è pari a circa il 75% del peso corporeo; nel caso del soggetto molto anziano, invece, è pari a circa il 50% del peso corporeo.
Quindi, durante il processo di invecchiamento del corpo umano, la componente acqua si riduce progressivamente (N.B: per gli altri effetti dell'invecchiamento, si veda il capitolo dedicato).

ELEMENTI DI NATURA ORGANICA

Gli elementi di natura organica, presenti nel corpo umano, sono le proteine, i lipidi, i glucidi (o carboidrati) e gli acidi nucleici.

  • Proteine: rappresentano la seconda componente più rilevante del corpo umano, con un contributo al peso corporeo pari a circa il 16%.
    Esistono vari tipi di proteine: le proteine con funzione enzimatica (o enzimi), le proteine con funzione di trasporto, le proteine con funzione contrattile, le proteine con funzione strutturale, le proteine con funzione di difesa (per esempio le immunoglobuline o anticorpi) e le proteine con funzione regolatrice.
  • Lipidi: esistenti principalmente sottoforma di trigliceridi, colesterolo e fosfolipidi, costituiscono la terza componente più considerevole del corpo umano, con un contributo al peso corporeo pari a circa il 13%.
    I trigliceridi rappresentano un'importante riserva di energia, in quanto sono in grado di liberare una grande quantità di calorie.
    Il colesterolo e i fosfolipidi sono due elementi strutturali fondamentali delle membrane cellulari. La buona salute delle membrane cellulari è essenziale per la sopravvivenza e il buon funzionamento delle cellule.
  • Glucidi o carboidrati: rappresentano una componente decisamente esigua all'interno del corpo umano, in quanto contribuiscono al peso corporeo totale per un 1% soltanto.
    Tuttavia, sono comunque molto importanti, poiché sono una comoda fonte di energia per i vari organi e tessuti che compongono l'organismo umano.
    Tra i vari glucidi presenti nel corpo umano, merita una citazione particolare il glicogeno. Accumulato nel fegato e nei muscoli, il glicogeno è una sorta di riserva energetica, che l'essere umano utilizza il caso di necessità.
  • Acidi nucleici: contribuiscono in minima parte al peso corporeo totale, ma sono fondamentali per la vita. L'acido nucleico forse più noto è il DNA, ossia il materiale genetico. Per svolgere adeguatamente le proprie funzioni, il DNA si avvale di un altro acido nucleico: l'RNA.

MINERALI INORGANICI

I minerali inorganici presenti nel corpo umano rappresentano il 5% circa del peso corporeo totale.
I principali sono: il calcio, il fosforo, il sodio, il potassio, il magnesio e il ferro.
Le loro funzioni sono numerose. Per esempio, calcio e fosforo, combinati assieme, partecipano alla formazione dello scheletro osseo; il calcio come ione è un elemento fondamentale per la contrazione muscolare; tra i vari ruoli ricoperti, il sodio e il potassio presiedono alla trasmissione dei segnali nervosi; il ferro prende parte alla formazione dell'emoglobina ecc.

Altri minerali inorganici presenti nel corpo umano:

Organizzazione

Nel corpo umano ci sono circa 37,2 trilioni di cellule, appartenenti a circa 200 tipi diversi.
Nonostante questo numero enorme di tipi cellulari, le cellule umane possono raggrupparsi in sole 4 classi:

  1. le cellule che costituiscono i tessuti di tipo epiteliale (o tessuti epiteliali);
  2. le cellule formanti i tessuti di tipo muscolare (o tessuti muscolari);
  3. le cellule costituenti i tessuti di tipo nervoso (o tessuti nervosi);
  4. le cellule che formano i tessuti di tipo connettivo (o tessuti connettivi).

Dall'unione di almeno due tessuti differenti, deriva un organo. Nel corpo umano, esistono organi formati da anche tutti e quattro i tessuti, come per esempio il cuore.
Gli organi funzionano sempre in collaborazione con altri organi, dando vita, in questo modo, ai sistemi (o apparati).
Un sistema, per definirsi tale, deve comprendere almeno due organi.


Curiosità. Il sangue rientra tra i tessuti di tipo connettivo.
Nel corpo umano, la quantità di sangue circolante è pari a poco più di 5 litri.

SISTEMI DEL CORPO UMANO

Il corpo umano comprende 9 sistemi maggiori:

  • Il sistema tegumentario (o apparato tegumentario). Consiste nella pelle e in tutte quelle strutture associate alla pelle, come ghiandole, peli, unghie ecc. La pelle costituisce una barriera difensiva contro le minacce provenienti dall'ambiente esterno (come per esempio i microbi) e rappresenta una sorta di interfaccia sensitiva, che permette di riconoscere i cambiamenti del mondo circostante (per esempio, percepisce i cambiamenti di temperatura, la presenza di vento ecc).
  • Il sistema muscolo-scheletrico. Consiste nello scheletro (della cui funzione si è già parlato) e nei muscoli. I muscoli garantiscono all'essere umano la capacità di movimento.
    Comprende anche le cartilagini, i tendini e i legamenti.
    È possibile pensarlo come il frutto dell'unione tra il sistema scheletrico e il sistemare muscolare.
  • Il sistema respiratorio (o apparato respiratorio). È l'insieme di tutti quegli organi che permettono la respirazione; è formaro dalle strutture che permettono l'inalazione d'aria ai polmoni.
  • Il sistema circolatorio (o sistema cardiocircolatorio). Include il cuore e i vasi entro cui scorre il sangue (vasi sanguigni). Il cuore funziona come una pompa e permette la circolazione del sangue all'interno dei polmoni (N.B: sede in cui il sangue si carica di ossigeno) e poi nei vari organi e tessuti del corpo umano.
  • Il sistema digerente (o apparato digerente). Consta principalmente di bocca, esofago, stomaco e intestino (ano compreso). Serve all'assorbimento degli elementi nutritivi, introdotti con la dieta, e all'eliminazione dei prodotti di scarto (feci).
  • Il sistema escretore (o apparato escretore). Comprende i reni, gli ureteri, la vescica, l'uretra e serve all'eliminazione dell'urina, che è un prodotto di scarto.
  • Il sistema nervoso. Include il cervello, il midollo spinale e tutti i nervi che percorrono il corpo umano. Serve alla trasmissione delle informazioni sensoriali e degli stimoli motori.
  • Il sistema riproduttore (o apparato riproduttore). Consiste negli organi sessuali e serve alla riproduzione. Com'è noto, uomo e donna possiedono un sistema riproduttore ampiamente diverso.
  • Il sistema endocrino. Comprende tutte le diverse ghiandole che secernono ormoni, quindi: l'ipofisi, la tiroide, i surreni, il pancreas, le paratiroidi e le gonadi.
    Gli ormoni sono molecole segnalatrici, che mettono in atto reazioni cellulari e garantiscono il corretto sviluppo e funzionamento del corpo umano.

Effetti dell'invecchiamento

L'invecchiamento ha diversi effetti sul corpo umano.
La pelle rappresenta il principale indicatore del trascorrere degli anni: col tempo, infatti, diventa sempre più sottile e secca, perde di elasticità e tende a ricoprirsi di piccole macchioline (note come “fegato spot” o “età spot”).
I capelli s'ingrigiscono e si assottigliano.
La capacità di rimarginazione delle ferite tende a ridursi gradualmente: secondo alcuni studi, in un sessantenne sarebbe 5 volte inferiore, rispetto a un bambino di 10 anni.
Il sistema nervoso subisce delle perdite in termini di numero di fibre nervose: per esempio, i nervi dell'apparato uditivo muoiono progressivamente e ciò spiega per quale motivo le persone anziane percepiscano di meno i suoni.
Organi importanti come il fegato e i reni riducono la propria massa e diventano meno efficienti.
Il cervello si fa più piccolo, pur mantenendo integre le proprie capacità mentali e intellettive (N.B: sono malattie come il morbo di Alzheimer che influiscono su quest'ultime).
Le ossa tendono ad alleggerirsi e a perdere calcio. La perdita di calcio rende lo scheletro più fragile e soggetto a fratture.
Le cartilagini diventano sempre più sottili, favorendo la comparsa di artrite.
I muscoli perdono lentamente di forza ed elasticità e ciò spiega perché i medici consiglino, alle persone anziane, di praticare esercizio fisico (ovviamente in relazione all'età e alle condizioni di salute del soggetto).
La colonna vertebrale subisce una compressione generalizzata, che comporta una riduzione della statura.
I vasi sanguigni, in particolare le arterie, subiscono un processo di indurimento, perdono di elasticità e hanno maggiori probabilità di subire lesioni, in alcuni casi anche molto pericolose.
L'elenco degli effetti dell'invecchiamento sul corpo umano potrebbe continuare, ma, per ragioni di spazio, riteniamo opportuno fermarci qui.



Ultima modifica dell'articolo: 16/05/2016