Bruciore agli Occhi

Il bruciore agli occhi è un sintomo comune a diverse patologie oculari. Una delle principali cause di bruciore agli occhi consiste nell'esposizione accidentale a sostanze irritanti, come il fumo di sigaretta e la polvere; tuttavia, una varietà di altri fattori, sia oculari che extra-oculari, può indurre questa manifestazione.

Sintomi associati

Bruciore oculareIl bruciore agli occhi può essere associato ad altri sintomi, che variano a seconda della condizione medica di base. Spesso, questo fastidiosa manifestazione insorge insieme a prurito, arrossamento ed irritazione oculare. Alcune persone, quando sperimentano bruciore agli occhi, lamentano anche una visione offuscata, maggiore sensibilità alla luce e difficoltà nella lettura.
La sensazione di bruciore si associa spesso ad altri sintomi oculari come:

Le cause ed i sintomi possono coinvolgere non solo gli occhi ma anche altri organi del corpo. Ad esempio, le manifestazioni nasali che possono accompagnare il bruciore agli occhi includono:

In alcuni casi, il bruciore agli occhi può essere un sintomo di una malattia grave che dovrebbe essere valutata in un contesto di emergenza. La condizione richiede l'attenzione medica se insorgono anche i seguenti segni:

  • Sanguinamento dall'occhio;
  • Secrezioni di materiale denso e di colore giallo o verdastro;
  • Improvvisa alterazione della funzione visiva, visione offuscata o doppia;
  • Dolore eccessivo agli occhi;
  • Lampi di luce (fotopsia);
  • Miodesopsie (comparsa di corpi mobili, punti neri, macchie scure o striature, nel campo visivo).

Cause

Diverse cause possono contribuire all'insorgenza del bruciore agli occhi. Uno degli eventi che provoca occasionalmente questo sintomo è l'esposizione ad irritanti ambientali (come il fumo di tabacco, lo smog e la polvere) o a sostanze chimiche presenti nei detergenti per la casa, come la candeggina. Una sensazione di bruciore si può sperimentare anche quando accidentalmente lo shampoo o il sapone entrano a contatto con gli occhi.

Anche le allergie stagionali o perenni possono causare un'infiammazione oculare (congiuntivite allergica) che si manifesta tipicamente con questo sintomo. Il bruciore agli occhi si può sviluppare come conseguenza della reazione ad allergeni presenti nell'aria, come pollini o peli di animali, o posti a diretto contatto con la mucosa congiuntivale, come il trucco e le creme idratanti. Ovviamente, tra le cause principali che provocano questa manifestazione sono incluse diverse patologie che colpiscono l'occhio e gli annessi oculari, come la cheratocongiuntivite secca (sindrome da occhio secco), la congiuntivite o la blefarite. Anche le infezioni delle alte vie respiratorie, come l'influenza o il raffreddore, possono essere accompagnate da bruciore agli occhi.


Cause ambientali di bruciore agli occhi

Cause chimiche di bruciore agli occhi

  • Sostanze chimiche irritanti presenti nell'aria;
  • Detergenti per la casa;
  • Shampoo, spray e/o tinture per capelli;
  • Sapone, profumi e cosmetici per la cura della pelle o il make-up degli occhi;
  • Cloro nelle piscine.

Condizioni patologiche

Altre cause

  • Età (alterazione del film lacrimale legato all'invecchiamento);
  • Farmaci (come effetto collaterale);
  • Indossare le lenti a contatto per periodi prolungati, non rimuoverle durante la notte e non cambiarle regolarmente;
  • Assenza di protezione degli occhi in ambienti di lavoro pericolosi (esempio: processi di saldatura);
  • Eccessivo uso di monitor da computer o televisori (affaticamento degli occhi);
  • Irritazione provocata da un corpo estraneo.

Quando vedere un medico

Se il bruciore agli occhi persiste o diventa cronico può essere un segno di una grave condizione di base, come un'allergia o un'infezione oculare. In genere, i sintomi oculari che non rispondono al trattamento dovrebbero essere valutati da un medico.

Trattamento

Il trattamento per il bruciore agli occhi dipende dalla causa sottostante e dalla gravità delle manifestazioni concomitanti. Dopo una visita oculistica approfondita, può essere indicata una terapia farmacologica che contribuisca ad alleviare i sintomi. Questa può prevedere gocce antibiotiche, pomate oculari, risciacqui con soluzione salina, lacrime artificiali o antistaminici.
Spesso, una volta eliminata l'esposizione ad un fattore irritante, il bruciore agli occhi si risolve spontaneamente entro breve tempo. In altri casi, l'uso di lacrime artificiali o di antistaminici (per via orale, colliri o pomate) può alleviare i sintomi e supportare la terapia indicata per la condizione di base. Se la causa consiste in un'infezione batterica, il medico può prescrivere colliri o pomate contenenti un antibiotico. Per evitare il bruciore agli occhi è molto importante prendere misure precauzionali: evitare gli inquinanti ambientali, utilizzare un umidificatore se l'ambiente è molto secco (ad esempio, per il riscaldamento in stanze chiuse) ed assicurarsi di lavare spesso le mani quando si manipolano le lenti a contatto. L'applicazione di impacchi freddi sulle palpebre, per circa 10 minuti, può essere un semplice rimedio domestico che offre sollievo.

Possibili complicanze

Una volta diagnosticata la causa di base, è importante seguire il protocollo terapeutico che il medico indica per gestire il disturbo in modo corretto. Questo consente di ridurre il rischio che insorgano potenziali complicazioni, come la compromissione della funzione visiva o la diffusione dell'infezione.