Aztreonam

L'aztreonam è un antibiotico di tipo beta-lattamico appartenente alla classe dei monobattami. È un farmaco di origine completamente sintetica dotato di una certa resistenza nei confronti delle beta-lattamasi (enzimi prodotti da alcune specie batteriche in grado di idrolizzare l'anello beta-lattamico dell'antibiotico, rendendolo così inefficace).

Aztreonam

Aztreonam - Struttura Chimica

Lo spettro d'azione dell'aztreonam è ristretto solo ai batteri Gram-negativi.
L'aztreonam è commercializzato sotto forma di formulazioni farmaceutiche adatte sia alla somministrazione per via parenterale, sia alla somministrazione per via inalatoria.

Indicazioni terapeutiche

L'aztreonam viene impiegato per trattare infezioni provocate da batteri ad esso sensibili.
Più precisamente, l'aztreonam è indicato nel trattamento di:

Inoltre, l'aztreonam può essere utilizzato nella terapia preventiva delle infezioni chirurgiche.

Avvertenze

I pazienti con funzionalità epatica e/o renale compromesse devono eseguire regolari controlli per tutta la durata del trattamento con aztreonam.
Prima di cominciare il trattamento con aztreonam, è necessario informare il medico qualora ci si trovi in una delle seguenti condizioni:

Il trattamento con aztreonam potrebbe favorire lo sviluppo d'infezioni da Clostridium difficile (un battere Gram-positivo) che è il principale responsabile dell'insorgenza della colite pseudomembranosa. La colite, solitamente, si manifesta con diarrea grave e potrebbe richiedere l'interruzione della terapia con aztreonam. Allo stesso modo, il trattamento con aztreonam può favorire superinfezioni da altri batteri Gram-positivi o da funghi che normalmente si trovano nella flora batterica umana.
L'aztreonam potrebbe causare un prolungamento del tempo di protrombina.
Sono stati segnalati rari casi d'insorgenza di convulsioni in seguito al trattamento con aztreonam.
Va usata cautela nella somministrazione concomitante di aztreonam e di altri antibiotici.
L'aztreonam può alterare le analisi del sangue e i risultati del test di Coombs.

Interazioni con altri farmaci

La concentrazione ematica di aztreonam può essere aumentata dalla somministrazione concomitante di valproato (un farmaco impiegato nel trattamento dell'epilessia) o di furosemide (un diuretico).
L'aztreonam può aumentare l'attività degli anticoagulanti orali, pertanto - nei pazienti in terapia con tali farmaci - è necessario eseguire regolari controlli. Inoltre, potrebbe anche essere necessario un aggiustamento della dose di anticoagulanti somministrata.
In ogni caso, è necessario informare il medico se si stanno assumendo - o se sono stati recentemente assunti - farmaci di qualsiasi tipo, inclusi i medicinali da banco e i prodotti erboristici e/o omeopatici.

Effetti collaterali

L'aztreonam può provocare vari effetti avversi, sebbene non tutti i pazienti li manifestino. Il tipo di effetti avversi e l'intensità con cui si manifestano dipendono dalla diversa sensibilità che ciascun individuo possiede nei confronti del farmaco.
Di seguito sono elencati i principali effetti indesiderati che si possono manifestare durante la terapia con aztreonam, quando somministrato per via endovenosa o intramuscolare.

Alterazioni del sangue e del sistema linfatico

Il trattamento con aztreonam può causare:

Patologie gastrointestinali

La terapia con aztreonam può provocare emorragie gastrointestinali, colite pseudomembranosa (causata da superinfezioni da Clostridium difficile), dolori addominali, nausea, vomito, diarrea, alitosi e ulcerazioni della bocca.

Patologie cardiovascolari

Il trattamento con aztreonam può causare:

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

La terapia a base di aztreonam può causare:

Infezioni vaginali

Il trattamento con aztreonam può favorire l'insorgenza di vaginiti e di candidiasi vaginale (provocata da superinfezioni da Candida albicans).

Patologie del sistema nervoso

La terapia con aztreonam può causare:

Disturbi psichiatrici

L'aztreonam può causare insonnia e indurre uno stato confusionale.

Patologie dei polmoni e del tratto respiratorio

Il trattamento con aztreonam può causare:

Patologie epatobiliari

La terapia con aztreonam può causare aumento della concentrazione ematica di transaminasi e di fosfatasi alcalina, epatite ed ittero.

Altri effetti collaterali

Altri effetti indesiderati che possono insorgere durante il trattamento con aztreonam, sono:

Effetti collaterali dell'aztreonam somministrato per via inalatoria

Quando somministrato per via inalatoria, l'aztreonam può indurre effetti collaterali, quali:

Sovradosaggio

In caso di sovradosaggio da aztreonam (quando somministrato per via parenterale) possono essere utili l'emodialisi e/o la dialisi peritoneale.
In ogni caso, qualora si sospetti di aver assunto una dose eccessiva di farmaco - indipendentemente dalla via di somministrazione - è necessario contattare immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino centro ospedaliero.

Meccanismo d'azione dell'aztreonam

L'aztreonam esplica la sua azione antibiotica interferendo con la sintesi della parete cellulare batterica, cioè interferisce con la sintesi del peptidoglicano.
Il peptidoglicano è un polimero costituito da catene parallele di carboidrati azotati, unite fra loro da legami trasversali fra residui amminoacidici.
Questi legami si formano grazie all'azione di enzimi appartenenti alla famiglia delle peptidasi.
L'aztreonam si lega ad alcuni tipi di peptidasi impedendo così la formazione dei suddetti legami trasversali. In questo modo, all'interno del peptidoglicano si creano delle zone deboli che conducono alla lisi e alla morte della cellula batterica.

Modalità d'uso e posologia

L'aztreonam è disponibile per la somministrazione endovenosa o intramuscolare sotto forma di polvere e solvente per soluzione iniettabile che devono essere miscelati appena prima del loro utilizzo.
Inoltre, il farmaco è anche disponibile per la somministrazione per via inalatoria sotto forma di polvere e solvente per nebulizzatore.
La tipologia di somministrazione, la dose di aztreonam e la durata del trattamento devono essere stabilite dal medico in funzione del tipo e della gravità dell'infezione da trattare e in funzione dell'età, del peso e delle condizioni dei pazienti.
Di seguito sono riportate alcune indicazioni sulle dosi di aztreonam abitualmente impiegate in terapia.

Somministrazione endovenosa o intramuscolare

Negli adulti, la dose di aztreonam impiegata abitualmente varia dai 500 mg ai 2 g di farmaco, da somministrarsi ogni 6, 8 o 12 ore.
Nei bambini, la dose di farmaco solitamente impiegata è di 30 mg/Kg di peso corporeo, da somministrarsi ogni 6-8 ore.
Nei bambini con peso corporeo superiore ai 40 Kg vengono somministrate le stesse dosi utilizzate negli adulti.
Nella profilassi delle infezioni chirurgiche, solitamente, viene somministrato 1 g di aztreonam poco prima dell'intervento e poi viene somministrato di nuovo dopo 8-16 ore dalla prima dose.
In pazienti affetti da patologie epatiche e/o renali il medico può decidere di ridurre le dosi di aztreonam abitualmente somministrate.

Somministrazione per via inalatoria

Quando somministrato per via inalatoria, si raccomanda l'assunzione dell'aztreonam tre volte al giorno, in cicli ripetuti di 28 giorni di terapia seguiti da 28 giorni di pausa senza assumere il farmaco.
Le tre dosi di aztreonam devono essere assunte ad una distanza di almeno quattro ore l'una dall'altra mediante l'utilizzo dell'apposito nebulizzatore.
L'uso di aztreonam per via inalatoria non è indicato nei bambini con meno di 6 anni di età.

Gravidanza e Allattamento

L'aztreonam è in grado di attraversare la placenta e di arrivare al feto. Studi condotti su animali non hanno evidenziato tossicità a carico del feto in seguito all'utilizzo di aztreonam. Tuttavia, poiché non vi sono dati certi sulla sicurezza d'uso dell'aztreonam da parte di donne in gravidanza, il farmaco dovrebbe essere somministrato alle gestanti solo in caso di assoluta necessità.
L'aztreonam è escreto nel latte materno, pertanto, prima di assumere il farmaco, dovrebbe essere presa in considerazione la possibilità di interrompere l'allattamento. In ogni caso, è necessario chiedere sempre consiglio al medico.

Controindicazioni

L'utilizzo dell'aztreonam è controindicato in pazienti con ipersensibilità nota all'aztreonam stesso.