Aneurisma

Un aneurisma è una dilatazione patologica permanente, una sorta di rigonfiamento simile ad una pallina, che interessa la parete di un vaso sanguineo, generalmente un'arteria. Il tratto di parete vasale colpito da aneurisma risulta indebolito e può dilatarsi fino a rompersi, determinando un sanguinamento copioso. Aneurisma

Gli aneurismi più pericolosi sono quelli che coinvolgono le arterie dell'encefalo, dove possono causare un ictus, o quelli dell'aorta, che possono determinare un'emorragia fatale entro pochi minuti.

Anche se non va incontro ad una tragica rottura, un aneurisma di grosse dimensioni può impedire la corretta circolazione sanguigna e favorire la formazione di coaguli di sangue o di trombi.

Gli aneurismi spesso sono causati da un aumento cronico della pressione arteriosa, ma tutti i traumi o le patologie che indeboliscono la parete dei vasi possono essere responsabili della loro insorgenza. Alcuni aneurismi aortici sono attribuibili a patologie ereditarie, come la sindrome di Marfan, alterazione che rende i tessuti connettivi più deboli (a causa della mutazione del gene FBN1 per la fibrillina 1). Inoltre, è bene ricordare che, con il progredire dell'età, le pareti dei vasi tendono a diventare meno elastiche e più soggette alla dilatazione.

I sintomi associati ad un aneurisma sono particolarmente scarsi e la diagnosi avviene spesso in modo accidentale. Il trattamento e la prognosi variano con la localizzazione e le dimensioni dell'aneurisma. Alcune persone sono più suscettibili a sviluppare queste dilatazioni anomale; pertanto, la strategia migliore è quella di identificare i soggetti a rischio per prendere le necessarie misure preventive.

Che cos è un aneurisma?

Un aneurisma è una dilatazione (o estroflessione) della parete di un'arteria, una vena o del cuore, che si produce come conseguenza di un indebolimento, causato da un trauma o da un'alterazione patologica. Gli aneurismi arteriosi si manifestano come dilatazioni pulsanti del vaso, associate in genere all'arteriosclerosi (eziologia degenerativa) o a processi infiammatori (a seguito di una malattia infettiva o vascolare). Altre forme, che riguardano soprattutto le arterie cerebrali, sono determinate dalla debolezza congenita o ereditaria della parete arteriosa (per un minor sviluppo della tonaca media del vaso).

Quali sono le cause di un aneurisma?

Le cause più frequenti che promuovono la formazione di un aneurisma sono l'aterosclerosi e l'ipertensione, ma tutti i fattori che provocano un indebolimento delle pareti dei vasi sanguigni possono essere responsabili.
Le cause principali che determinano un aneurisma sono:

  1. Una debolezza congenita della tonaca muscolare della parete arteriosa:
    • Distruzione della componente elastica o muscolare della tonaca media.
    • Predisposizione genetica:
      • Produzione di collagene modificato, incapace di tollerare insulti pressori o degenerativi (sindrome di Marfan);
      • Alterato equilibrio tra le metalloproteasi (MMP) - in grado di degradare le componenti della matrice extracellulare (collageno, elastina, proteoglicani, elastina, laminina ecc.) - ed i loro inibitori (TIMP).
  2. Un trauma subito dal vaso sanguigno (inserimento di protesi, traumi toracici, lacerazioni post-infartuali ecc.);
  3. Malattie vascolari, quali aterosclerosi, vasculiti, sifilide od altri infezioni.

Fattori di rischio connessi all'insorgenza dell'aneurisma

Dove si localizzano con maggiore frequenza gli aneurismi?

Un aneurisma può svilupparsi in ogni parte del corpo, ma le sedi prevalentemente colpite sono:

  • cuore: aorta, l'arteria principale del cuore (aneurisma aortico);
  • cervello: arterie cerebrali (aneurisma cerebrale);
  • arterie degli arti: gamba, a livello del ginocchio (aneurisma dell'arteria poplitea);
  • arterie viscerali: intestino (aneurisma dell'arteria mesenterica) e milza (aneurisma dell'arteria splenica).

Tipi di aneurisma

Esistono molti tipi di aneurisma, ma i più comuni si localizzano con maggior frequenza a livello delle grandi arterie, quali l'aorta, o del cervello:


Aneurisma aortico (aneurisma dell'aorta toracica;aneurisma dell'aorta addominale): coinvolge il grande vaso che trasporta il sangue arterioso, ricco di ossigeno, dal cuore ai vasi periferici. Gli aneurismi che si sviluppano nella porzione addominale dell'aorta (aneurismi aortici addominali) tendono ad occorrere negli uomini di età superiore ai 60 anni. La maggior parte degli aneurismi aortici è causata da aterosclerosi, condizione che può indebolire le pareti del vaso sanguineo, provocando degenerazione e dilatazione delle zone colpite.


Aneurisma cerebrale: consiste nella dilatazione circoscritta di un'arteria (o vena) intracranica. Queste alterazioni possono essere causate da un trauma cranico, da una malattia ereditaria (congenita), da una malformazione dei vasi, o ancora da ipertensione o aterosclerosi. Tonache arterieUn particolare tipo di aneurisma cerebrale, conosciuto come "aneurisma a ciliegia", tende a formarsi sulle principali arterie che irrorano il cervello e risulta particolarmente pericoloso; questi aneurismi, infatti, sono soggetti a facile rottura, con conseguente sanguinamento, spesso mortale, all'interno del cervello. Gli aneurismi cerebrali possono comparire a qualsiasi età, ma sono più comuni negli adulti che nei bambini.

Dal punto di vista anatomo-patologico si distinguono:

  • Aneurisma vero: caratterizzato dall'assottigliamento della lamina elastica della tonaca media, che costituisce la parete del vaso e che può risultare alterata qualitativamente o quantitativamente. La tonaca avventizia che costituisce la parete dell'aneurisma è conservata;
  • Aneurisma composto: consiste in un aneurisma vero, che con il tempo va incontro a rottura dell'avventizia.
  • Aneurisma falso: tutte le tonache del vaso sanguigno sono rotte e la parete dell'aneurisma è formata dal tessuto circostante.

In base alla forma, gli aneurismi si distinguono in:

  • Aneurismi sacciformi: interessano brevi tratti (5-20 cm), per una parte della circonferenza; sono spesso occupati da trombi;
  • Aneurismi navicolari: interessano brevi tratti, per tutta la circonferenza;
  • Aneurismi fusiformi: interessano lunghi tratti (anche 20 cm), sono prodotti in seguito ad una progressiva ma graduale dilatazione dell'intera circonferenza del vaso;
  • Aneurismi cilindrici: interessano lunghi tratti, per tutta la circonferenza del vaso sanguineo.

Aneurisma - Sintomi, Diagnosi e Trattamento »



Ultima modifica dell'articolo: 21/10/2016