Acanthosis nigricans

L'acanthosis nigricans è una dermatosi (malattia della pelle) caratterizzata da ipercheratosi (aumento di spessore) e da iperpigmentazione (iscurimento) della pelle, con comparsa di aree cutanee scure specialmente in prossimità delle pieghe del corpo. Nella maggior parte dei casi, le sedi più colpite sono ascelle, inguine e collo.

L'acanthosis nigricans non è contagiosa o dannosa, ma talvolta rappresenta un segnale di avvertimento per un problema di salute che richiede attenzione medica. Questa dermatosi, infatti, è comunemente associata ad obesità, iperinsulinemia e sindrome dell'ovaio policistico. Più raramente, questa alterazione della pelle può essere un segnale di avvertimento per particolari neoplasie maligne che colpiscono un organo interno, come lo stomaco. Non esiste un trattamento specifico per l'acanthosis nigricans, ma la gestione terapeutica della condizione medica di base, di solito, può ripristinare la normale pigmentazione delle zone colpite.

Acanthosis nigricans

Vedi anche: Foto Acanthosis nigricans Benigna e Foto Acanthosis nigricans Maligna

Cause dell'acanthosis nigricans

L'acanthosis nigricans può essere benigna oppure associata ad una patologia maligna sottostante.
Le persone possono sviluppare questa condizione per molte ragioni. L'obesità e tutte le situazioni caratterizzate da un eccesso di insulina nel sangue rappresentano le principali cause alla base dell'acanthosis nigricans. In particolare, quando la comparsa delle lesioni cutanee è connessa all'obesità, la gestione del peso rappresenta una componente importante del trattamento: una dieta che contribuisce a ridurre l'insulina può anche aiutare a prevenire l'acanthosis nigricans.


La forma benigna interessa soprattutto soggetti di età inferiore ai 40 anni, può essere ereditata geneticamente ed è perlopiù associata a endocrinopatie come ipotiroidismo, acromegalia, malattia policistica dell'ovaio, diabete insulino-resistente o malattia di Cushing. Non è, invece, associata ad ipertiroidismo.


Malattie endocrine e metaboliche. La causa più comune di acanthosis nigricans è l'insulino-resistenza, che induce un aumento dei livelli circolanti di questo ormone secreto dal pancreas. L'elevata concentrazione di insulina nel sangue può innescare una crescita anormale delle cellule della pelle (iperplasia). Alti livelli circolanti dell'ormone attivano, probabilmente, i recettori del fattore di crescita insulino-simile di tipo 1 (IGF1-R), che guidano la rapida proliferazione dei cheratinociti e dei melanociti. La condizione più comunemente associata a insulino-resistenza è il diabete mellito di tipo 2, ma è anche una caratteristica comune in caso di obesità e sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). Il controllo dei livelli di glicemia attraverso l'esercizio e la dieta spesso migliora i sintomi.
Altre malattie e sindromi associate all'acanthosis nigricans sono:

Farmaci. L'acanthosis nigricans può essere indotta €‹anche da particolari farmaci, come pillola anticoncezionale, dieitilbestrolo o farmaci tiroidei, e anche da alcuni integratori. Tutti questi farmaci possono causare un'alterazione dei livelli di insulina, elevandone la concentrazione. Anche la terapia con ormone della crescita, corticosteroidi sistemici, alte dosi di niacina ed alcuni medicinali usati per alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia possono contribuire all'insorgenza dell'acanthosis nigricans. Nella maggior parte dei casi, la condizione si risolve quando i farmaci vengono sospesi.


Forme maligne. L'acanthosis nigricans può manifestarsi meno comunemente comesintomo di specifiche sindromi paraneoplastiche con coinvolgimento muco-cutaneo (carcinoma gastrico, tumore del polmone, carcinoma dell'utero e cancro del pancreas). Nel contesto di un tumore aggressivo sottostante, la dermatosi viene, quindi, indicata come acanthosis nigricans maligna. In genere, questa forma è caratterizzata da un esordio improvviso ed interessa soggetti di età superiore ai 40 anni. Tra le neoplasie più frequentemente associate ricordiamo:

  • adenocarcinoma del tratto gastrointestinale (soprattutto stomaco e colon) o dell'utero;
  • meno comunemente: tumore del polmone, della prostata, della mammella o dell'ovaio.

Le lesioni dell'acanthosis nigricans maligna sono riconoscibili, in quanto coinvolgono strutture - come le membrane mucose della cavità orale o la lingua, la mucosa del naso, dell'esofago e della laringe - generalmente non interessate dalle più comuni forme benigne.


Altre cause. L'acanthosis nigricans può manifestarsi anche in presenza di alcune malattie genetiche (esempio: displasia di Saddan), mentre in altre occasioni la comparsa delle macchie scure non sembra presentare alcun collegamento con altre condizioni mediche (causa idiopatica).

Fattori di rischio

L'acanthosis nigricans può colpire individui di qualsiasi età (compresi i bambini) e di tutte le etnie. Tuttavia, è più comune negli adulti e nelle persone con la pelle più scura, come i nativi americani, gli ispanici ed alcune popolazioni africane. Maschi e femmine sono colpiti in egual misura.
Gli individui maggiormente suscettibili a sviluppare acanthosis nigricans sono:

  • Persone in sovrappeso o obese;
  • Soggetti con alterazioni endocrine o metaboliche;
  • Pazienti che assumono alcuni farmaci in maniera regolare (ad esempio contraccettivi orali, corticosteroidi sistemici ecc.);
  • Soggetti sottoposti a trapianto di rene;
  • Persone affette da tumore maligno a carico di un organo interno (causa molto rara di acanthosis nigricans, nello specifico maligna).

Segni e sintomi dell'acanthosis nigricans

I cambiamenti a livello cutaneo sono gli unici segni di acanthosis nigricans. Le alterazioni della pelle tendono a svilupparsi lentamente, a volte nel corso di mesi o anni. Se appaiono all'improvviso, si dovrebbe immediatamente consultare un dermatologo, poiché le lesioni potrebbero rappresentare un segnale di pericolo per condizioni patologiche molto gravi.
A livello cutaneo si possono notare:

  • Macchie scure, che possono variare nella colorazione dal grigio al marrone o al nero, localizzate in prossimità delle pieghe del corpo;
  • Le lesioni appaiono come ispessimenti "vellutati" (cute secca e ruvida) rispetto alla pelle circostante;
  • La pelle bruno-scura può sollevarsi a formare piccoli rilievi (papillomatosi);
  • La zona colpita può anche essere maleodorante o pruriginosa.

Le pieghe del corpo interessate più comunemente dall'insorgenza dell'acanthosis nigricans includono:

  • Lati e retro del collo;
  • Ascelle;
  • Inguine.

Meno frequentemente, le lesioni cutanee dell'acanthosis nigricans possono influenzare anche queste aree:

Molto raramente, l'acanthosis nigricans può svilupparsi in:

Complicazioni

A volte, anche una piccola alterazione cutanea può rappresentare un segno di allarme precoce per una condizione patologica sottostante, che necessita di cure. Per questa ragione, è importante consultare un dermatologo se si nota una zona di pelle scura o più spessa, soprattutto se il cambiamento compare all'improvviso. Le persone con acanthosis nigricans presentano una maggiore probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2: la lesione cutanea può rappresentare un segno di prediabete e per questo apportare alcune modifiche nello stile di vita può prevenire l'insorgenza della patologia vera e propria. Se l'acanthosis nigricans tende a diffondersi e a coinvolgere altre aree interessate meno comunemente, come le mani o le labbra, dovrebbe richiedere l'attenzione medica immediata. In questi casi, inoltre, il paziente deve essere sottoposto a controllo per i tipi di tumori maligni che sono stati collegati alla malattia.

Diagnosi e terapia dell'acanthosis nigricans

Il medico cercherà sicuramente di stabilire che cosa sta provocando l'iperpigmentazione e l'ispessimento cutanei. L'acanthosis nigricans, in genere, si riconosce facilmente durante un esame della pelle, per cui solo in rari casi lo specialista decide di prelevare un piccolo campione di cute (biopsia) per la caratterizzazione istologica. Per definire l'acanthosis nigricans, il medico può raccomandare esami del sangue, radiografie o ulteriori analisi per escludere altre possibili cause.
In molte situazioni, trattando la condizione patologica di fondo è possibile ripristinare la normale pigmentazione della pelle. La gestione della forma benigna associata ad obesità e a stati di insulino-resistenza si basa sulla riduzione dei livelli di insulina in circolo; spesso una semplice dieta contribuisce a risolvere notevolmente le lesioni cutanee. Altre condizioni cliniche sottostanti devono essere trattate adeguatamente (come nel caso, ad esempio, di patologie della tiroide o disturbi delle ghiandole surrenali). Nel caso la condizione sia indotta da farmaci, il medico può valutare l'opzione di modificare o sostituire la prescrizione dei medicinali incriminati.
Una volta che la condizione medica di base è stata confermata dal punto di vista diagnostico, per migliorare l'aspetto della pelle, o nel caso le lesioni diventino pruriginose o maleodoranti, il medico può indicare una crema topica oppure una lozione.
Il trattamento dell'acanthosis nigricans include quanto segue:

Nessuno di questi trattamenti è specificamente progettato per il trattamento dell'acanthosis nigricans, ma tutti possono contribuire ad alleviare i segni provocati dal disturbo.
Il trattamento dei casi più resistenti di Acanthosis nigricans può includere:

  • Olio di pesce, da includere nella dieta mediante l'assunzione di integratori alimentari;
  • Isotretinoina, potente farmaco adottato di solito nel trattamento di cicatrici ed acne.

Alcune procedure per il trattamento estetico dell'acanthosis nigricans includono:

  • Dermoabrasione, un processo meccanico di raschiamento chirurgico controllato della pelle, che può essere d'ausilio per diminuire la consistenza di alcune aree colpite;
  • Terapia laser, per ridurre lo spessore della pelle (distrugge gli strati più superficiali).

Suggerimenti per la gestione dell'acanthosis nigricans

Il mantenimento di un sano stile di vita può prevenire, nei soggetti suscettibili, l'insorgenza dell'acanthosis nigricans, oltre a ridurre i rischi per molti altri tipi di malattie. Perdere peso, controllando la dieta e sostituendo i farmaci che stanno contribuendo alla condizione, sono tutti passaggi cruciali. I dermatologi possono quindi dare consigli ai loro pazienti affetti da acanthosis nigricans:

  • Adottare un regime alimentare controllato e sano. L'obesità è la causa più comune di acanthosis nigricans in adulti e bambini. Gli studi dimostrano che quando i soggetti obesi perdono una quantità significativa di peso corporeo, si può registrare un miglioramento spontaneo delle lesioni.
  • Prima di utilizzare una crema schiarente, un esfoliante o un altro prodotto per la cura della pelle, chiedere consiglio ad un dermatologo. Alcuni prodotti, oltre a non produrre effetti positivi sulle macchie iperpigmentate e ispessite dell'acanthosis nigricans, possono contribuire ad irritare la pelle, peggiorando la condizione.


Ultima modifica dell'articolo: 22/11/2016