Cloro

Funzioni nell'Organismo

Il cloro è il principale anione (ione caricato negativamente) intra ed extracellulare; per due terzi (70% circa) si trova all'esterno delle cellule, per il rimanente al loro interno, nell'osso e nel tessuto connettivo.

Il cloro è particolarmente abbondante nei succhi gastrici, in particolare nell'acido cloridrico, che gioca un ruolo essenziale nella digestione proteica e nella difesa dai germi introdotti con gli alimenti.

CloroNell'organismo, così come nei cibi, il cloro è presente soprattutto come cloruro di sodio (il normale sale da cucina) e di potassio. L'assorbimento avviene nel primo tratto dell'intestino tenue, attraverso uno scambio con i bicarbonati; l'eliminazione avviene prevalentemente per via urinaria e fecale, ma anche attraverso il sudore.

Una volta assorbito, interviene nella regolazione dell'equilibrio acido-base, della pressione osmotica e del bilancio idrico (regola la distribuzione dei liquidi all'interno e all'esterno delle cellule e con essa la volemia, cioè il volume di sangue presente nell'organismo); facilita inoltre il trasporto dell'anidride carbonica da parte dei globuli rossi.

Cloro negli Alimenti

La fonte principale di cloro alimentare è rappresentata dal sale da cucina; la presenza di cloro negli alimenti riflette pertanto la loro concentrazione in cloruro di sodio.

Ne sono particolarmente ricchi i cibi stagionati, i formaggi, i salumi, l'acqua ed i prodotti da forno salati.

Fabbisogni, Carenza, Eccesso

La dose giornaliera consigliata è molto simile a quella proposta per il sodio, nell'ordine di 1-5 grammi al giorno; generalmente si assume una quantità di cloro superiore, che in persone sane viene eliminata per via renale senza causare problemi. E' quindi molto difficile che si verifichino carenze di cloro, comunque possibili in presenza di vomito (per la massiccia eliminazione di succhi gastrici), diarrea (per inadeguato scambio intestinale con i bicarbonati) o sudorazione eccessiva.

Un sovradosaggio cronico di cloro, dal momento che si accompagna ad un eccessivo introito di sodio, favorisce l'insorgenza dell'ipertensione.



Ultima modifica dell'articolo: 16/01/2016