Rimedi Vene Varicose

Le vene varicose (o semplicemente varici) sono dilatazioni patologiche delle vene. Si tratta di un disturbo che predilige gli arti inferiori, sebbene possa manifestarsi anche in altre aree. Vene Varicose

Sempre allungate ed evidenti, le vene varicose assumono un caratteristico andamento tortuoso, costituendo un vero e proprio disagio estetico per moltissime donne. Oltre all'insufficienza venosa - che ne costituisce la causa principale - le vene varicose possono essere conseguenza di svariati disturbi, quali: trombi a carico delle vene profonde, compromissione dei vasi, deficienza della pompa muscolare, obesità e sedentarietà.

Al di là dei disturbi estetici, le vene varicose possono provocare sintomi come: caviglie gonfie, crampi muscolari, formicolii alle gambe, gambe gonfie/stanche, percezione costante di freddo e teleangectasie.


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento delle Vene Varicose; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Cosa Fare

  • Mantenere il proprio peso ideale. Il controllo del peso è indispensabile per gestire le vene varicose, minimizzando il rischio di una degenerazione dei sintomi
  • Praticare esercizio fisico e sport regolare, utilissimo accorgimento per favorire la circolazione sanguigna. Si raccomanda di evitare sport che richiedono scatti o movimenti bruschi (es. tennis o jogging); piuttosto, preferire sport come il nuoto o puntare sulle lunghe camminate di buon passo
  • Rialzare il letto nella zona in corrispondenza dei piedi
  • Indossare calze elastiche/bende a compressione graduata: questo accorgimento costituisce un buon rimedio per contrastare il ristagno di sangue nei capillari (segno distintivo di insufficienza venosa e vene varicose)

Cosa NON fare

  • Rimanere in posizione eretta per molto tempo. Un simile atteggiamento può favorire l'ipertensione venosa
  • Indossare abiti troppo aderenti, come pantaloni, intimo troppo stretto, cinture e collant. Questo tipo di abbigliamento ostacola il circolo del sangue, mettendo in evidenza le vene varicose
  • Indossare spesso scarpe con tacchi alti: le scarpe basse obbligano i muscoli della gamba a lavorare di più, preservando l'integrità delle vene
  • Fumare: il fumo aumenta il rischio di insufficienza venosa, specie nei soggetti predisposti
  • Esporsi per lunghi periodi al sole o fare bagni molto caldi
  • Rimanere a lungo in ambienti troppo caldi: la temperatura esterna elevata può infatti favorire la vasodilatazione
  • Rimanere seduti o in piedi per lunghi periodi: il cambio di posizione incoraggia il flusso sanguigno
  • Sedersi con gambe incrociate: alcuni medici ritengono che questa posizione possa in qualche modo aggravare l'insufficienza venosa, favorendo la comparsa delle varici

Cosa Mangiare

Cosa NON Mangiare

Cure e Rimedi naturali

Per ridurre i segni antiestetici lasciati dalle vene varicose, si consiglia di applicare sulla pelle delle gambe creme o impacchi formulati con principi attivi naturali ad azione protettiva e capillarotropa:

Gli stessi principi attivi possono essere assunti anche sottoforma di compresse od opercoli, da utilizzare eventualmente anche come complemento alla cura farmacologica.

Cure Farmacologiche

  • Farmaci flebotonici: utili per aumentare il tono della parete venosa, riducendo la sensazione di pesantezza alle gambe (sintomo che accomuna molte donne colpite da vene varicose)
  • Farmaci profibrinolitici: questi attivi sciolgono gli accumuli di fibrina, raccolti nelle varici:
    • Streptochinasi (es. Streptase)
  • Scleroterapia: l'iniezione di sostanze sclerosanti è un ottimo rimedio farmacologico per alleggerire i segni lasciati dalle vene varicose. L'iniezione del farmaco provoca una reazione flogistica ed una fibrosi della parete venosa: così facendo, è possibile migliorare sensibilmente il circolo ematico, dato che il sangue viene deviato nelle vene sane.
    • Sodio tetradecilsolfato (es. Fibro Vein)
    • Etanolamina oleato (es. Ethamolin)
  • Farmaci anticoagulanti (applicazione topica): utile rimedio volto a favorire la circolazione del sangue in presenza di vene varicose:
    • Eparan solfato (es. Clarema, Hemovasal)

Prevenzione

  • Indossare calze o bende elastiche per prevenire le complicanze da vene varicose: l'obiettivo principale è evitare l'ipertensione venosa
  • Elevare le gambe al di sopra del livello del cuore: da sdraiati in posizione supina, appoggiare le gambe su 3-4 cuscini. Così facendo, è possibile prevenire la formazione di vene varicose, incoraggiando il flusso sanguigno
  • Non fumare
  • Ricordare di muovere spesso le gambe. I soggetti che, per motivi lavorativi, sono costretti a rimanere nella stessa posizione per lungo tempo, dovrebbero muovere di tanto in tanto le gambe e sollevarsi sui polpacci, per favorire la circolazione sanguigna, prevenendo l'insorgenza delle vene varicose

Trattamenti medici

  • I trattamenti chirurgici per la cura delle vene varicose sono indicati in caso di severità ed alto rischio di complicanze. L'intervento prevede la rimozione del tratto venoso malato ed il successivo ricollegamento dei tratti a monte e a valle dell'escissione.
  • Trattamenti alternativi:
    • Valvuloplastica
    • Ablazione con radiofrequenza
    • Laserterapia

Ultima modifica dell'articolo: 02/09/2016