Rimedi per le Ustioni

Le ustioni sono lesioni della pelle che possono essere provocate da:

  • Calore eccessivo.
  • Sostanze chimiche.
  • Correnti elettriche.
  • Agenti radianti troppo intensi.
Rimedi Ustioni

Le ustioni vengono suddivise in:

  • Primo grado: interessano solo l'epidermide.
  • Secondo grado: colpiscono anche il derma e vengono classificate in semplici e profonde.
  • Terzo grado: raggiunge anche gli strati profondi.

ATTENZIONE! I rimedi di cui parleremo interessano prevalentemente le ustioni di primo grado e di secondo grado semplici. Ciò nonostante, alcuni accorgimenti possono risultare molto utili nel primo intervento dei casi più impegnativi.


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento delle Ustioni; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Cosa Fare

  • Il primo accorgimento è sicuramente la prevenzione delle ustioni. Ciò implica il rispetto del buon senso e di alcune norme di sicurezza sui luoghi di lavoro.
  • Se le ustioni sono evidentemente gravi, è indispensabile chiamare immediatamente il pronto intervento.

I rimedi alle ustioni sono diversi nella fase acuta e in quella successiva alla medicazione:

  • Nelle forme più lievi può essere utile rimuovere tempestivamente i residui di certi materiali sulla pelle; alcuni esempi sono: vestiti, plastica o gomma bruciata, olio bollente ecc.
  • Al contrario, se il materiale è saldato alla pelle, diventa necessario lasciare intatto lo strato di materiale per impedire che asportandolo si elimini anche la pelle stessa..
  • Togliere sempre i gioielli, le collane, i bracciali, gli orologi ecc.
  • Immergere immediatamente la zona ustionata nell'acqua fredda per almeno 10-15'.
  • Ricoprire la zona interessata con una garza sterile bagnata. Quelle specifiche per ustioni sono imbevute di prodotti che favoriscono la rigenerazione della pelle (ad esempio: acido ialuronico).
  • In caso di ustione diffusa alle mani e/o ai piedi, applicare le garze sterili in modo che le dita non si tocchino.
  • In caso di ustione agli occhi, porre delle garze sterili inumidite con acqua fisiologica senza applicare pressione.

Una volta chiarita e medicata l'entità dell'ustione, è necessario:

  • Garantire l'idratazione, considerando la maggior tendenza a disperdere liquidi.
  • Mantenere lo stato nutrizionale, tenendo conto del maggior consumo metabolico.
  • Assicurare un buon livello igienico, per la tendenza alle infezioni.

Cosa NON fare

Durante il primo approccio a un'ustione è necessario evitare i seguenti comportamenti:

  • Utilizzare rimedi casalinghi (fette di patata, olio ecc).
  • Quando l'entità dell'ustione non è ben chiara:
    • Svestire forzatamente la parte interessata.
    • Usare subito disinfettanti, ghiaccio spray, unguenti o pomate.
  • Sporcare (con stracci, carta assorbente, garze usate ecc), parlare o tossire sulla parte ustionata.
  • Scoppiare le filittene (vesciche), che risultino infette oppure no.

Una volta passata la fase “acuta”, è necessario evitare:

  • L'esposizione della ferita allo sporco ambientale.
  • Digiuni solidi.
  • Digiuni liquidi.
  • Dieta ipocalorica, alimentazione insufficiente o incompleta.

Cosa Mangiare

Durante il recupero dalle ustioni, soprattutto quelle estese e/o più importanti (che formano almeno delle vesciche – secondo grado profonde), è necessario:

Cosa NON Mangiare

Non esiste un elenco di alimenti sconsigliati.
Tuttavia, è consigliabile evitare:

  • Diete ricche di cibi secchi.
  • Diete ricche di cibi conservati.
  • Diete monotematiche.
  • Diete vegane o prettamente carnivore.

Cure e Rimedi naturali

Specifichiamo fin da subito che i rimedi naturali per le ustioni possono essere utilizzati solo dopo una valutazione medica accurata. La diagnosi dev'essere di primo grado o secondo grado semplici.
Queste piante possono essere utilizzate in forma di decotto semplice, anche trasformato in gel o in pomata.

Cure Farmacologiche

Le cure farmacologiche per le ustioni devono essere prescritte esclusivamente dal medico.
Alcuni prodotti largamente utilizzati sono:

  • Acido Ialuronico: ad esempio Connettivina. Indicata solo nelle scottature e nelle ustioni di primo grado. Stimola la rigenerazione della pelle.
  • Catalasi equina: ad esempio Citrizan. Indicata solo nelle scottature e nelle ustioni di primo grado. E' un potente antiossidante e stimola l'ossigenazione locale.
  • Sulfadiazina: ad esempio Sofargen. Indicata nelle ustioni di secondo e terzo grado. E' un antibiotico a uso topico con valenza preventiva e curativa.

Prevenzione

Le ustioni sono inconvenienti difficilmente prevedibili e non esistono sistemi di prevenzione diversi dal buon senso e dal rispetto delle norme di sicurezza.
Inoltre, si raccomanda di:

  • Non accendere fuochi con liquidi infiammabili come la benzina o l'alcol.
  • Rispettare i simboli di pericolo sui prodotti chimici.
  • Prestare attenzione nella gestione delle fiamme, dell'apparecchiatura calda o elettrica.
  • Proteggere la pelle con creme solari: alcune ustioni solari hanno una gravità di secondo grado.

Trattamenti medici

L'unico rimedio medico differente dai farmaci è quello chirurgico.
Sia chiaro, non si tratta di un'alternativa bensì di una necessità.
Infatti, certe forme di ustione richiedono obbligatoriamente l'asportazione del tessuto morto (escara), precoce o dopo la demarcazione, seguita dalla ricostruzione innestando lembi di pelle prelevati da altre zone.



Ultima modifica dell'articolo: 11/06/2016