Rimedi per i Trigliceridi Alti

I trigliceridi sono lipidi presenti negli alimenti (di origine animale e vegetale) e nel corpo umano.
Alcuni trigliceridi sono di origine endogena e vengono prodotti dal fegato. Questo accade principalmente quando la dieta è troppo ricca di carboidrati e alcol etilico, oppure in presenza di iperglicemia cronica; contribuisce anche l'eccesso proteico.

Nel sangue i trigliceridi assorbiti nell'intestino vengono trasportati da lipoproteine dette chilomicroni, fino alle periferie.
Rimedi Trigliceridi Alti Le lipoproteine che trasportano i trigliceridi sintetizzati dal fegato sono invece le VLDL (Very Low Density Lipoprotein).
L'eccesso cronico di trigliceridi nel sangue (VLDL elevate) è una dislipidemia/iperlipemia che si correla a:

NB. L'aumento spropositato dei trigliceridi nel sangue dopo il pasto è normale; diventa patologico solo quando si manifesta a digiuno.


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento dei Trigliceridi Alti; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Cosa Fare

L'ipertrigliceridemia è asintomatica. L'unico segno clinico riguarda le condizioni molto gravi (patologie genetiche) e si manifesta con lo “sbiancamento” del sangue (i trigliceridi sono di colore molto tenue).
Ciò significa che tutta la popolazione dovrebbe rivolgersi al medico per:

In caso di diagnosi positiva, è fondamentale:

Cosa NON Fare

  • Ignorare le prescrizioni mediche.
  • Saltare i controlli di routine per i trigliceridi alti o eventuali parametri correlati (glicemia).
  • Eseguire le analisi senza rispettare il digiuno.
  • Seguire una dieta sbilanciata o consigliata da fonti di dubbia professionalità.
  • Abusare di alcol.
  • Adottare uno stile di vita sedentario.
  • Ingrassare o rimanere in sovrappeso.
  • Mantenere invariati o aumentare i fattori di rischio cardiovascolare.
  • Assumere farmaci che possono causare o peggiorare l'ipertrigliceridemia.
  • Ignorare le patologie che possono causare o peggiorare i trigliceridi alti.

Cosa Mangiare

Cosa NON Mangiare

Cure e Rimedi Naturali

Tra i rimedi naturali per abbassare i trigliceridi alti riconosciamo:

  • Sport o attività fisica motoria: previene l'ipertrigliceridemia e ne favorisce la cura. Inoltre, riduce il rischio aterosclerotico e quello cardiovascolare. Sono considerate più efficaci le attività aerobiche.
  • Integratori di fibre solubili: modulano l'assorbimento intestinale di tutti i nutrienti; inoltre diminuiscono il picco glicemico nel sangue prevenendo l'impennata insulinica che favorisce l'aumento dei trigliceridi. Alcuni esempi di prodotti ricchi di fibre solubili sono: semi di psillio, glucomannano, chitosano, gomma di guar e altre gomme, garcinia cambogia ecc.
  • Integratori di chitosano: è un glucide non disponibile ricavato dalla chitina contenuta nel carapace dei crostacei. in grado di ostacolare l'assorbimento intestinale dei grassi.
  • Integratori a base di oli ricavati dai prodotti della pesca:
  • Integratori a base di oli ricavati dal germe dei cereali: il più diffuso è quello di grano. E' ricco di acidi grassi polinsaturi essenziali e vitamina E.
  • Integratori di antiossidanti vitaminici.
  • Integratori di antiossidanti polifenolici.
  • Integratori di fitosteroli.

Cure Farmacologiche

  • Fibrati: utilizzati soprattutto quando i trigliceridi superano il valore di 885mg/dl. Combattono anche il colesterolo cattivo.
    • Fenofibrato (ad esempio Lipsin, Fulcro, Fenolibs, Lipofene).
    • Gemfibrozil (ad esempio LOPID, Genlip, Gemfibrozil DOC).
  • Statine: sono più utilizzate nella terapia ipocolesterolemizzante ma risultano efficaci anche nel trattamento dell'ipertrigliceridemia lieve.
    • Atorvastatina (ad esempio Totalip, Torvast, Xarator).
    • Simvastatina (ad esempio Zocor, Simvastat, Omistat, Quibus, Setorilin).
    • Pravastatina (ad esempio Selectin, Langiprav, Sanaprav).
  • Derivati dell'acido nicotinico: inibiscono la sintesi di trigliceridi e di colesterolo, abbassandone così i livelli sierici.
    • Acipomix (ad esempio . Olbetam)
  • Acidi grassi omega 3 ( ad esempio Esapent, Seacor, Eskim).
  • Sequestranti degli acidi biliari: indicati esclusivamente in caso di resistenza alle statine nel contesto dell'ipertrigliceridemia. Devono essere associati a fibrati o statine.

Prevenzione

  • Attività motoria: la soluzione migliore è quella di praticare sport ogni giorno. Non sono necessari grossi volumi di lavoro; al contrario, si dimostra più efficace la segmentazione della seduta in due volte (dopo i pasti principali).
  • Dieta specifica e integratori.
  • Terapia farmacologica.
  • Curare l'obesità e le altre complicazioni fisiche collegate.
  • Eliminare i fattori di rischio su cui è possibile intervenire (pillola anticoncezionale, diuretici ecc).

Trattamenti Medici

Non si conoscono altri trattamenti medici utili alla diminuzione dei trigliceridi alti nel sangue.