Rimedi per Smettere di Russare

Il russamento è un fenomeno che si manifesta durante il sonno.
Per “russare” si intende l'emissione di un rumore fastidioso simile a un grugnito, causato dalla compromissione della ventilazione polmonare.
Rimedi per NON RussareDi per sé, il russamento non sarebbe una manifestazione patologica grave; d'altro canto si può associare a:

Il meccanismo responsabile del russare consiste nella complicazione del passaggio d'aria in fase di respirazione.
NB. Il russamento è tipico nei soggetti affetti da apnee notturne e disturbi del sonno.


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento delle Roncopatie; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Cosa Fare

  • Accertarsi che oltre al russamento non compaiano le apnee notturne e altri sintomi dell'OSAS.
    • In tal caso, rivolgersi a un centro specialistico per la cura dei disturbi del sonno.
    • Può essere molto utile l'utilizzo del Continuous Positive Airway Pressure (CPAP).
  • Ricerca della causa scatenante. Da effettuare inizialmente in maniera autonoma, consiste nell'individuazione di alcuni fattori predisponenti:
    • Obesità e deposito di grasso attorno al collo.
    • Consumo eccessivo di alcool.
    • Tabagismo.
    • Uso di farmaci ad azione sedativa.
  • Se individuata, rimozione della causa scatenante:
    • Seguire una dieta adeguata e uno stile di vita sano per ridurre la circonferenza del collo e il peso totale (quest'ultimo almeno del 10%).
    • Intervenire sull'abuso di alcolici.
    • Se possibile, sostituire o ridurre i farmaci sedativi con altri che provocano il disturbo.
  • Nel caso in cui non sia presente alcuno dei fattori sopra elencati, diventa necessario rivolgersi al medico di base, che valuterà la pertinenza di una visita specialistica otorinolaringoiatrica.
  • Lo specialista cercherà la presenza di:
  • In assenza di qualsivoglia difetto anatomico funzionale e in presenza dei fattori di rischio specifici, diverrà opportuno rivolgersi a un centro dei disturbi del sonno.
  • Al contrario, talvolta l'otorinolaringoiatra sarà in grado di risolvere gran parte del problema facendo ricorso alla chirurgia, finalizzata a ripristinare una ventilazione efficace ed efficiente.

Cosa NON Fare

  • In caso di obesità, soprattutto quando il deposito si concentra anche intorno al collo, è importante evitare:
  • Mangiare molto prima del sonno.
  • Bere alcoolici prima del sonno.
  • Fumare, soprattutto prima del sonno.
  • Usare farmaci con effetto sedativo.
  • Ignorare o sottovalutare le apnee notturne.
  • Dormire in posizione supina.
  • Fumare molto.
  • Non affrontare un percorso diagnostico specifico.
  • Se necessarie, non ricorrere alla chirurgia o altre terapie mediche.

Cosa Mangiare

  • La dieta che previene e diminuisce il russare si basa su:
    • Ipocaloricità: l'energia dev'essere inferiore del 30% alle calorie necessarie per mantenere il peso stabile, con l'obbiettivo di dimagrire (consiglio valido naturalmente solo se il peso risulta eccessivo).
    • Pasto serale non superiore al 30-35% delle calorie totali. In una dieta di 2000kcal una cena corretta potrebbe comprendere 200g di petto di pollo alla piastra, 200g di pomodori in insalata, 60g di pane (2 fette) e due cucchiai di olio.
    • Masticare accuratamente.
    • Favorire porzioni moderate.
    • Prediligere alimenti leggeri e digeribili:
    • Mangiare alimenti cotti con sistemi leggeri e digeribili:

Cosa NON Mangiare

In caso di obesità, è consigliabile ridurre il peso lasciando invariata la ripartizione equilibrata della dieta:

Prima del sonno è necessario evitare:

Cure e Rimedi Naturali

Alcuni rimedi naturali per combattere il russare sono:

  • Cerotto nasale: concepito per incrementare il flusso d'aria dalle narici.
  • Tisana o estratto di valeriana: migliora la qualità del sonno.
  • Oli essenziali: sciolgono il muco e riducono l'infiammazione delle mucose nelle vie aeree superiori.

Cure Farmacologiche

In alcuni casi vengono impiegati dei farmaci che prevengono la letargia diurna e favoriscono il sonno notturno; tuttavia sono più utilizzati nel trattamento dei disturbi del sonno propriamente detti:

Prevenzione

  • Prevenire o curare il sovrappeso.
  • Mangiare poco nelle ore serali ed evitare pratiche controproducenti (alcolici, sigarette ecc).
  • Svolgere gli approfondimenti clinici necessari (otorinolaringoiatria ecc).
  • Eseguire le terapie finalizzate a eliminare la causa scatenante (farmaci, chirurgia ecc).

Trattamenti Medici

  • Intervento chirurgico per correggere i difetti anatomici riguardanti le vie aeree superiori. Sono di pertinenza otorinolaringoiatrica o maxillofacciale. Prevalentemente: