Rimedi per l'Insonnia

"Insonnia" è un termine largamente utilizzato nel linguaggio comune per esprimere una difficoltà, più o meno importante, ad addormentarsi. Inoltre, si parla di insonnia anche per indicare un sonno insufficiente e non riposante, contraddistinto da ripetuti risvegli notturni.

L'ansia, lo stress e le tensioni quotidiane costituiscono i principali imputati nell'origine dell'insonnia. Oltre alla componente psicologica, anche altri fattori gravano pesantemente sulla qualità del sonno. Tra questi, ricordiamo: abuso di sostanze eccitanti, alcolismo, ansia, dolore, malattie del sistema nervoso, rumori esterni, sindrome delle gambe senza riposo, sindrome premestruale, sospensione di farmaci ipnotici, tossicodipendenza.


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento dell'Insonnia; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.


Cosa Fare

Cosa Non Fare

  • Rilassarsi. Lo stress e l'ansia incidono negativamente sulla qualità del sonno
  • Praticare yoga o corsi di rilassamento
  • Seguire uno stile di vita corretto
  • Individuare la causa responsabile dell'insonnia prima di intraprendere qualsiasi terapia
  • Andare a dormire circa sempre alla stessa ora
  • Quando l'insonnia dipende da alcolismo o tossicodipendenza, seguire una terapia farmacologica specifica, eventualmente associata ad un supporto psicologico
  • Igiene del sonno
  • Bere un bicchiere di latte caldo prima del riposo notturno. Il latte contiene un amminoacido essenziale (triptofano) in grado di esercitare una modesta azione sedativa naturale
  • Alzarsi presto alla mattina e andare a dormire entro la mezzanotte
  • Quando non si riesce a resistere ad uno spuntino prima di coricarsi (comportamento comunque errato), preferire frutta o latte caldo
  • Allestire a dovere la camera da letto. È stato dimostrato che tingere le pareti di verde e profumare l'ambiente con essenza alla lavanda favorisce il sonno
  • Isolare acusticamente la camera da letto. I rumori forti possono ostacolare l'addormentamento e indurre insonnia
  • Dormire su un materasso consono alle proprie esigenze
  • Indossare un pigiama od una camicia da notte comodi
  • Regolare la temperatura della camera da letto. Un eccesso di caldo o di freddo può rendere difficoltoso l'addormentamento
  • Concentrarsi su qualcosa di piacevole, cercando di allontanare le preoccupazioni della giornata
  • Se necessario, utilizzare i tappi per le orecchie
  • Imparare le corrette tecniche di respirazione, in modo da favorire il sonno
  • Concedersi all'attività sessuale prima di dormire. Molte persone confermano che questo rimedio risulta estremamente utile per scacciare l'insonnia. Dal punto di vista scientifico, pare che l'attività sessuale accenda alcuni meccanismi ormonali in grado di facilitare l'addormentamento
  • Fare un bagno caldo prima di dormire costituisce un buon rimedio, piacevole e rilassante, contro l'insonnia
  • Assumere farmaci ipnotici-sedativi senza prescrizione medica. Non sempre, infatti, l'insonnia necessita di farmaci per essere curata
  • Assumere farmaci sedativi oltre il termine stabilito dal medico. Ricordiamo brevemente che la somministrazione smodata e sregolata di farmaci ipnotici può creare dipendenza, eccessiva sedazione, amnesia anterograda, sonnolenza diurna, riduzione della capacità cognitive, pericoli durante l'uso di veicoli e macchinari
  • Abusare di farmaci e sostanze anoressizzanti (es. anfetamine, efedrina). Ricordiamo, infatti, che un effetto collaterale comune di queste specialità medicinali è proprio l'insonnia che insorge dopo la decadenza dell'effetto stimolante
  • Dormire durante il pomeriggio. Seppur estremamente graditi, i "pisolini" pomeridiani possono ripercuotersi negativamente nel sonno notturno, ostacolando l'addormentamento rapido
  • Fumare: la nicotina è uno stimolante
  • Andare a letto stressati ed ansiosi. L'ansia e lo stress non favoriscono il sonno;
  • Sedentarietà
  • Utilizzare il computer prima di coricarsi : si consiglia di evitare l'uso del computer - o di limitarne l'utilizzo - prima di riposare
  • Assumere farmaci ipnotici sedativi durante la gravidanza o l'allattamento
  • Digiunare. La fame innescata dall'ipoglicema può causare insonnia
  • Guardare film horror o di fantascienza. Alcuni soggetti particolarmente sensibili dovrebbero evitare di guardare questi programmi (in particolar modo prima di coricarsi per il riposo notturno) perché potrebbero impedire un rapido addormentamento

Cosa Mangiare

Cosa Non Mangiare

Cure e Rimedi naturali

Cure Farmacologiche

La somministrazione di un qualsivoglia medicinale per la cura dell'insonnia dev'essere prescritta dal medico. Non assumere farmaci prima del consulto specialistico.

  • Farmaci ansiolitici sedativi (per curare l'insonnia grave, dipendente da disturbi psicologici):
    • Zaleplon (es. Zerene, Sonata)
    • Ramelteon (es. Rozerem)
    • Lorazepam (es. Control, Tavor, Zeloram, Lorans)
    • Amitriptilina (es. Laroxyl, Triptizol, Adepril)
  • La somministrazione di FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) e corticosteroidi è pensabile quando l'insonnia dipende da un dolore di intensità tale da gravare negativamente sulla qualità del sonno
  • La somministrazione di contraccettivi orali od estrogeni è indicata per le donne che lamentano gravi difficoltà all'addormentamento durante la sindrome premestruale


Prevenzione

Trattamenti medici

  • Andare a dormire sempre alla stessa ora
  • Evitare il riposo pomeridiano
  • Non coricarsi immediatamente dopo il pasto serale
  • Praticare un esercizio fisico costante
  • Praticare alcune regole di rilassamento prima di dormire
  • Utilizzare la camera da letto solo per dormire: evitare di tenere il computer o la Tv in stanza
  • L'insonnia è un disturbo quasi esclusivamente psicologico; pertanto, non richiede trattamenti medici specifici (fatta eccezione per l'insonnia dipendente da malattie o disturbi gravi che necessitano di un intervento chirurgico)
  • L'insonnia dipendente da alcolismo o tossicodipendenza richiede un trattamento psicologico/psichiatrico specifico
  • OMEOPATIA (medicina alternativa): la tintura madre ottenuta dalle radici del gelsomino sembra costituire un buon rimedio alternativo per trattare l'insonnia