Rimedi Coliche Renali

La colica renale è un feroce dolore alle vie urinarie, dovuto essenzialmente al passaggio di calcoli attraverso l'uretere (sottile condotto che trasporta l'urina dai reni alla vescica). A loro volta, questi piccoli agglomerati di sali minerali (calcoli renali) costituiscono un blocco al libero scorrere dell'urina nel tratto urinario, responsabile dei dolorosissimi spasmi muscolari che caratterizzano le coliche.

Il dolore - sintomo caratteristico delle coliche renali - è spesso associato ad ematuria (sangue nell'urina), febbre, ipotensione, sudorazione intensa, nausea e vomito.

I calcoli renali possono anche decorrere in modo del tutto asintomatico.


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento delle Coliche Renali; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.


Cosa Fare

Cosa Non Fare

  • Colpo d'acqua: efficacissimo rimedio per favorire l'eliminazione spontanea della renella e dei calcoli renali di minori dimensioni, facilitando la risoluzione della colica renale; è invece controindicato in caso di calcoli di grosse dimensioni
  • Bere molti liquidi (2-3 l/die) è un efficace rimedio contro le coliche renali dipendenti da calcoli. Bevendo molta acqua, le sostanze presenti nelle urine vengono ampiamente diluite; di conseguenza, le possibilità che i sali minerali precipitino e formino agglomerati (calcoli, quindi coliche) sono minori
  • Preferire acque oligominerali o minimamente mineralizzate (per limitare l'apporto di calcio e sodio)
  • Intraprendere una cura farmacologica fin dai primissimi sintomi per evitare che il dolore diventi insopportabile
  • Riposo adeguato
  • Perfezionare il regime alimentare
  • Assumere yogurt con fermenti lattici vivi od un probiotico in caso di somministrazione di antibiotici
  • Diminuire lo stress. Anche se scontato, diminuire le tensioni quotidiane costituisce un discreto rimedio per alleviare il dolore derivato dalle coliche
  • Le coliche renali recidivanti richiedono accertamenti diagnostici specifici. Un singolo episodio di colica renale non deve allarmare eccessivamente (anche se il consulto medico è sempre consigliato)
  • Immergersi in una vasca d'acqua molto calda (quasi bollente) è un efficace rimedio per alleviare la contrazione spastica della muscolatura liscia. Ricordiamo brevemente che il calore esercita un effetto vasodilatatorio; così facendo, il dolore spastico viene mitigato
  • Bere alcolici
  • Bagni caldi in occasione di coliche renali associate a sangue nelle urine. In simili frangenti, il calore favorisce l'emorragia
  • Temporeggiare: quando si sospetta una colica renale, si raccomanda di rivolgersi immediatamente al medico per iniziare quanto prima un eventuale trattamento specifico
  • Bere poca acqua
  • Bere acqua ricca di Sali minerali
  • Bere bibite gassate
  • Assumere troppi cibi ricchi in proteine
  • Sedentarietà
  • Megadosi di vitamina C. Un'assunzione smodata di vitamina C può aumentare la concentrazione di ossalati nelle urine, dunque favorire la formazione di calcoli renali. La vitamina C va assunta nelle giuste dosi.

Cosa Mangiare

Cosa Non Mangiare

  • Caffè, tè, succhi di frutta ed altri alimenti ricchi di ossalati (da evitare soprattutto in caso di coliche renali associate a calcoli di ossalato di calcio)
  • Carne (limitarne il consumo) ed alimenti ricchi dell'aminoacido metionina
  • Acciughe, aringhe, sardine, crostacei, frattaglie (in caso di coliche dipendenti da calcoli di acido urico)
  • Barbabietole, bietole, spinaci e prezzemolo (fonte di ossalati)
  • Alimenti troppo salati (assumere max. 6-8 g di sale/die)
  • Cacao (alimento ricco di ossalati)
  • Dolci (limitarne il consumo)
  • Eccesso di vitamina C (un abuso di questa vitamina favorisce la formazione di coliche renali dipendenti da calcoli)
  • In generale, la dieta per prevenire i calcoli e le coliche renali va adattata alla tipologia di calcolosi a cui è soggetto il paziente. L'adozione di alcuni rimedi dietetici può quindi rivelarsi appropriata in alcuni casi e controindicata in altri. Per chiarirsi le idee, consigliamo la lettura dell'articolo: dieta e calcoli renali. Consultare il medico.

Cure e Rimedi naturali

Cure Farmacologiche

Per velocizzare la guarigione, si consiglia di assumere tisane formulate con principi attivi estratti da queste piante:


Prevenzione

Trattamenti medici

  • Bere molta acqua (anche tre litri al giorno) è un buon rimedio per prevenire le coliche renali nei pazienti predisposti alla calcolosi
  • Assumere tisane ad azione diuretica costituisce un efficace rimedio per prevenire le coliche renali dipendenti da calcolosi
  • Eseguire esercizio fisico costantemente
  • Seguire un'alimentazione sana ed equilibrata, limitando il consumo di alimenti ricchi di ossalati

Quando le coliche renali sono causate dalla presenza di calcoli renali di dimensioni eccessive, l'unico rimedio pensabile è la rimozione chirurgica:

  • Litotrissia extracorporea: permette la frantumazione del calcolo responsabile della colica mediante un fascio d'onde d'urto che s'infrange sulla superficie del calcolo
  • Litotrissia intracorporea: prevede l'eliminazione del calcolo mediante un intervento chirurgico endoscopico mini-invasivo
  • Uretrorenoscopia: une piccola sonda inserita per via trans uretrale frantuma il calcolo con ultrasuoni o laser
  • Litrotissia renale percutanea: il calcolo responsabile della colica renale viene frantumato. I frammenti vengono estratti tramite uno strumento inserito attraverso un microforo eseguito nel fianco del paziente
  • Intervento chirurgico a cielo aperto: rimedio estremo per trattare le coliche renali dipendenti da calcolosi grave