Rimedi per le Coliche del Neonato

Per colica del neonato s'intende una sindrome tipica del lattante caratterizzata da crisi di pianto disperato ed inconsolabile, scatenata da un fortissimo ed acuto dolore addominale. Per definirsi tale, una colica neonatale deve durare almeno 3 ore al giorno, protrarsi per oltre 3 giorni alla settimana e persistere almeno per 3 settimane.

È piuttosto semplice ipotizzare una colica neonatale: il lattante, oltre a piangere disperatamente, si contrae tirando le gambe verso l'addome e manifesta continui episodi di flatulenza. L'emissione anale incontrollata di gas, tipica delle coliche neonatali, trova probabile spiegazione nell'eccessiva ingestione di aria durante l'allattamento e nella fermentazione intestinale del latte materno. È comunque doverosa la diagnosi differenziale tra coliche gassose del lattante ed altre malattie neonatali che provocano sintomi simili: allergia alle proteine del latte vaccino (di vacca), ostruzione intestinale, ernia, peritonite, fame ecc..


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento delle Coliche del Neonato; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.


Cosa Fare

Cosa Non Fare

  • Cercare di calmare il bambino disperato cullandolo dolcemente: appoggiare il bimbo su un braccio, a pancia in giù, reggendogli la testa con il palmo della mano. Con l'altra mano, toccare la schiena del piccolo: questo rimedio è utile per tranquillizzare e rassicurare il bambino
  • Nel caso il bambino sia allergico al latte vaccino, la madre che lo allatta al seno dovrebbe evitare di assumere latte di vacca (e derivati) durante tutto il periodo di allattamento. Per l'alimentazione del neonato allergico al latte vaccino e che non può essere allattato al seno dalla madre, sono state studiate apposite formulazioni ipoallergeniche. Consultare il medico.
  • Quando un bambino allattato al seno accusa forti coliche gassose, è necessario che la madre faccia particolare attenzione alla dieta. Difatti, è pensabile che la colica gassosa sia legata al consumo di alcuni cibi assunti dalla madre
  • Avvolgere il bambino con una coperta e abbracciarlo per fargli sentire la presenza della madre o del padre. Questo rimedio, apparentemente scontato, si rivela particolarmente efficace per placare il pianto e la colica del piccolo
  • Inspiegabilmente, alcuni bambini affetti da coliche riescono a calmare il pianto in risposta a rumori particolari come quello dell'aspirapolvere o del phon
  • Massaggiare dolcemente, con movimenti circolari, il pancino del bambino aiuta la risoluzione delle coliche gassose
  • Scaldare il pancino del piccolo con una borsa dell'acqua calda (che non dev'essere bollente)
  • Controllare la durata del pianto del bambino può aiutare il medico a stabilire se si tratta di una colica o di un altro disturbo simile
  • Non si deve confondere il pianto di una colica gassosa con il pianto "capriccioso" di un bambino che ha fame. In quest'ultimo caso, il rimedio più efficace è alimentare adeguatamente il figlio
  • Prendendo il bambino in braccio, con il suo pancino poggiato sul braccio della madre, sedersi sulla Swiss Ball (o palla svizzera) e cullare il piccolo sembra un ottimo rimedio calmante e rilassante. Il movimento "ondulante" originato dalla Swiss ball sembra ricordare al bambino i momenti di quando era in grembo materno
  • Il ciuccio può aiutare il bambino colpito dalle coliche neonatali a tranquillizzarsi
  • Coccolare il bambino e parlargli dolcemente
  • Mantenere sempre la calma: ritagliarsi un po' di spazio per se stessi è un rimedio utilissimo per mantenere la calma anche nelle situazioni di stress. Il bambino, infatti, può percepire le tensioni e lo stress della madre, di conseguenza le coliche potrebbero manifestarsi più spesso
  • Sorridere e far sorridere: il bambino percepisce lo stato d'animo dei genitori. Un clima di serenità e gioia non può che essere un rimedio efficace per calmare e rilassare il bambino
  • Cantare una melodia dolce può distrarre il bambino dalla colica: il canto si rivela spesso un rimedio efficace per placare il pianto
  • Accendere uno stereo con melodie soft
  • Talvolta, lasciare il bambino da solo per pochi minuti può aiutare a rilassarlo. Probabilmente non si tratta di colica neonatale vera e propria se il bambino, dopo 10 minuti lasciato in culla da solo, smette di piangere
  • Contattare immediatamente il medico se si pensa che il pianto inconsolabile non dipenda tanto da una colica gassosa, quanto piuttosto da una caduta o da un'altra malattia
  • Urlare chiedendo (inutilmente) al bambino di smettere di piangere. Non è raro che la madre o il padre, stressati dal pianto interminabile del figlio, inizino a strillare. È buona regola tenere sempre la calma. In caso contrario, il bambino, già di per sé teso dalla colica gassosa, tende a piangere ancora di più
  • Bere caffè e bevande contenenti caffeina: la madre che allatta al seno dovrebbe astenersi dal bere queste sostanze poiché possono accentuare o favorire le coliche neonatali
  • Fumare: le tossine contenute nel fumo di sigaretta possono non solo nuocere gravemente alla salute del bambino ma anche aggravare le coliche gassose
  • Curare il bambino con presunte "medicine fai-da-te" prima di consultare il medico. Questo atteggiamento si rivela completamente errato, oltre ad essere estremamente pericoloso per la salute del piccolo
  • Piangere: non è raro che la madre, in preda ad un crollo di nervi, inizi ad avere una crisi di pianto da stress. Il consiglio rimane sempre quello di cercare di calmarsi
  • Litigare: anche i litigi tra madre e padre gravano negativamente sullo stato d'animo del bambino
  • Somministrare eccessive quantità di liquidi al bambino. Pur essendo relativamente efficaci, le tisane "anti-coliche" non devono essere somministrate al bambino in dosi eccessive, poiché aumentano il rischio di risalita del materiale nell'esofago
  • Alimentare il piccolo ogni volta che piange non è un atteggiamento ragionevole per placare le coliche neonatali
  • Evitare che il bambino si abitui troppo all'utilizzo dei ciuccio: un simile comportamento può causare serie ripercussioni sulla salute dei denti (aumento del rischio di denti storti e di malocclusioni dentali in età adolescenziale e adulta)

Cosa Mangiare

Cosa Non Mangiare

  • Non c'è alcuna evidenza scientifica che relazioni il cibo della madre con il miglioramento dei sintomi legati alle coliche neonatali. Si raccomanda di seguire una dieta sana, bilanciata, ricca di frutta, verdura e povera di grassi.

    Tuttavia, si è osservato che un'alimentazione povera di allergeni alimentari comuni - come latte, uovo, soia, arachidi, frutti di mare - può costituire un discreto rimedio alimentare per alleviare le coliche neonatali
  • La colica neonatale potrebbe dipendere da un'intolleranza al latte vaccino. In questo caso, eliminare dall'alimentazione latte e latticini di vacca. Anche la madre che allatta al seno dovrebbe seguire una dieta priva di latte e derivati durante l'intero periodo d'allattamento
  • Per evitare che il bambino soffra di coliche neonatali gassose, la madre che allatta dovrebbe evitare alcuni alimenti che potrebbero accentuare gli spasmi addominali del lattante, come cibi piccanti, spezie, agrumi, caffeina ed alcolici

Cure e Rimedi naturali

Cure Farmacologiche

Le coliche neonatali possono essere dolcemente trattate con i rimedi offerti dalla fitoterapia. Sotto consiglio del medico o del pediatra, al bambino possono essere somministrati preparati erboristici, sciroppi o tisane formulati con principi attivi estratti da piante ad azione spasmolitica e carminativa:

  • CONSULTARE IL MEDICO PRIMA DI SOMMINISTRARE QUALSIASI FARMACO AL BAMBINO AFFETTO DA COLICHE NEONATALI

    • Farmaci antimeteorici, come il simeticone (Mylicon)
    • Farmaci anticolinergici: diciclomina cloridrato. Il suo utilizzo per rimediare alle coliche neonatali è tuttora oggetto di discussione tra i medici, considerati i possibili effetti collaterali (es. difficoltà respiratorie, convulsioni, apnee)
    • Probiotici: la somministrazione di probiotici può essere un valido rimedio per rafforzare le difese immunitarie e mantenere in equilibrio la normale flora batterica intestinale del bambino

Prevenzione

Trattamenti medici

  • Dopo un pasto di 30 grammi di latte, cercare di stimolare il bambino a fare il ruttino
  • Non fumare, non bere alcolici durante la gravidanza e l'allattamento
  • Quando si allatta, il bambino dovrebbe rimanere il posizione verticale. Si raccomanda di stimolarlo spesso a fare il ruttino
  • Mantenere la calma, seguire una dieta sana e bilanciata ed essere positivi può aiutare a superare al meglio ogni possibile situazione

Le coliche neonatali sono un fenomeno estremamente frequente nel lattante, del tutto benigno. La sindrome tende a risolversi spontaneamente, in genere entro i 3-12 mesi di vita del bambino.

Alcuni genitori si avvalgono della massoterapia e della floriterapia come efficaci rimedi alternativi alle coliche gassose neonatali. Consultare sempre il medico prima di somministrare qualsiasi tipo di sostanza al bambino affetto da coliche neonatali.