Rimedi per la Cistite

La cistite è una fastidiosa infiammazione della mucosa vescicale, dovuta ad infezioni batteriche sostenute principalmente da Escherichia coli.

Tipica delle donne, la cistite si manifesta con un'urgente necessità di urinare, spesso accompagnata da tenesmo vescicale, bruciore durante la minzione, sensazione di incompleto svuotamento vescicale, disuria e sangue nelle urine. Talvolta, il quadro clinico della cistite è completato da febbre, urine maleodoranti e crampi addominali.

Le infezioni alle vie urinarie come la cistite possono essere favorite da più fattori: assunzione di contraccettivi orali, carenza estrogenica, rapporti sessuali non protetti, coliche renali, diabete ed ipertrofia prostatica (nell'uomo).


Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento della Cistite; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.


Cosa Fare

Cosa Non Fare

  • Bere molti liquidi, almeno 1,5-2 litri al giorno (terapia idropinica). Questo rimedio favorisce la diluizione della carica batterica, ovvero l'eliminazione del patogeno in tempi relativamente brevi
  • Richiedere il consulto medico entro il più breve tempo possibile dalla manifestazione dei primissimi sintomi della cistite
  • Seguire una serie di norme igienico-comportamentali per accelerare la guarigione
  • Durante la fase acuta della cistite, si consiglia di acidificare le urine con sostanze come l'ammonio cloruro (es. Ammon C FN), pratica sconsigliata in caso di cistinuria od iperuricemia
  • Un efficace rimedio per alleviare il dolore da cistite consiste invece nell'alcalinizzazione delle urine con sostanze come sodio bicarbonato. Le urine alcaline favoriscono anche l'attivazione di molecole (es. uva ursina), attivabili esclusivamente in ambiente basico
  • Alcune donne trovano un leggero e temporaneo sollievo dal dolore della cistite facendo una doccia calda
  • Praticare esercizio fisico costante e regolare per potenziare le difese immunitarie
  • Preferire un abbigliamento di cotone rispetto alle fibre sintetiche è un rimedio utile per favorire la traspirazione. In particolare, si consiglia di indossare indumenti intimi di cotone
  • Eseguire un'accurata igiene intima, con un movimento che dall'avanti procede all'indietro e non viceversa. Questo rimedio è fondamentale per evitare il trasporto di batteri dal retto alla vagina
  • Eseguire un'igiene intima accurata sia prima che dopo un rapporto sessuale
  • Astenersi dall'assumere liquidi per evitare il bruciore urinario: molti pazienti, percependo un forte bruciore durante la minzione, tendono a non assumere liquidi per evitare quanto possibile di urinare. Questo atteggiamento si rivela totalmente errato, in quanto i batteri, ristagnando nella vescica, possono creare maggior danno
  • Assumere latte e derivati immediatamente dopo la somministrazione di antibiotici come le tetracicline: i latticini possono inattivare il farmaco
  • Temporeggiare: quando si sospetta una cistite in corso, si raccomanda di rivolgersi immediatamente al medico per iniziare quanto prima un eventuale trattamento antibiotico
  • Trattenere l'urina: la rarefazione delle minzioni favorisce la proliferazione batterica nel contesto della cistite
  • Consumare rapporti sessuali non protetti con soggetti a rischio. In simili circostanze, si raccomanda l'utilizzo di metodi contraccettivi barriera altamente affidabili
  • Utilizzo promiscuo di asciugamani o biancheria intima
  • Rimanere per lungo tempo con il costume umido
  • Interrompere la terapia antibiotica prima del termine stabilito dal medico. Molti pazienti, infatti, tendono ad interrompere la cura non appena i sintomi dolorosi si allontanano; un simile atteggiamento, oltre al rischio di recidice, aumenta anche i fenomeni di resistenza agli antibiotici
  • Utilizzare gli assorbenti interni o le coppette mestruali. In caso di predisposizione alle infezioni urinarie come la cistite, si consiglia di utilizzare assorbenti igienici esterni
  • Troppe lavande vaginali. Anche un eccesso di igiene intima può aumentare il rischio di infezioni come la cistite
  • Applicare deodoranti o spray profumati vaginali

Cosa Mangiare

Cosa Non Mangiare

Cure e Rimedi naturali

Cure Farmacologiche


Prevenzione

Trattamenti medici

  • Lavare sempre accuratamente le mani prima di toccare i genitali, per ridurre il rischio d'infezione
  • Evitare che l'urina ristagni troppo tempo nella vescica
  • Portare con sé salviette disinfettanti o formulazioni liquide specifiche (es. amuchina)
  • Le donne soggette ad infezioni ed infiammazioni vaginali (es. vaginite, vaginosi ecc.) ed alle vie urinarie dovrebbero evitare di utilizzare il diaframma o il cappuccio cervicale come metodo contraccettivo di prima scelta
  • Integrare l'alimentazione con vitamina C è utile per acidificare le urine e prevenire le infezioni alle vie urinarie (compresa la cistite). Consultare il medico
  • Porre particolare attenzione ad una corretta giene intima - soprattutto durante le mestruazioni e dopo il rapporto sessuale - può prevenire le recidive di cistite
  • Nella maggior parte dei casi, una cura antibiotica mirata è sufficiente per debellare il patogeno responsabile della cistite
  • Quando la cistite dipende da calcolosi renale, un possibile rimedio alternativo è la litotrissia:
  1. Litotrissia extracorporea: permette la frantumazione del calcolo responsabile della cistite mediante un fascio d'onde d'urto che s'infrange sulla superficie del calcolo
  2. Litotrissia intracorporea: prevede l'eliminazione del calcolo mediante un intervento chirurgico endoscopico

<< 1 2 3 4 5 6 7 8