Il Personal Trainer come "Posturologo"

A cura del Dottor Antonio Parolisi


Come precedentemente esposto, l'alterazione posturale implica diversi fattori. In Posturologia gli informatori della statica, quindi anche i suoi perturbatori sono essenzialmente: Occhio, Vestibolo, Articolazione-Temporo-Mandibolare (ATM), Piede, Sistema Viscerale, Sistema Cranio-Sacrale e, non per ultime, le Cicatrici; ci sarebbe da citare anche il discorso Somato-Emozionale ma la questione ci diventa davvero difficile da gestire, quindi rimandiamo l'argomento in altra sede.
Tutti questi recettori, raccolgono informazioni sia dall'esterno che dall'interno del corpo e adattano l'atteggiamento del soggetto nel modo più confortevole possibile, con il massimo rendimento (restare in piedi per molte ore) con il minor dispendio di energia.
Il corpo umano non è mai in uno stato di completa immobilità! Qualcuno ha detto che "Solo le statue di marmo rimangono immobili". Ogni soggetto è in continua ricerca del suo stato di equilibrio. Per permettere che l'intera struttura corporea sia mantenuta eretta e stabile, il Sistema Nervoso, adatta una serie di informazioni e le invia alla periferia in modo tale che il corpo abbia la sua proiezione del centro di gravità, che si trova davanti alla 3° vertebra lombare, nel poligono di appoggio tra i piedi, disegnato virtualmente da 4 punti che corrispondono ai due calcagni e ai 2 esterni dei 5° metatarsi. Per intenderci immaginiamo una sorta di quadrilatero nel quale i punti degli angoli sono composti dai due 5°dito del piede e i due talloni.


posturologo

Descrizione del Poligono di Base
 Proiettando il centro di gravità in questo "trapezio", il corpo si mantiene in equilibrio oscillando come un pendolo invertito disegnando un cono di circa 4° gradi.


posturologo

Descrizione di un cono ideale secondo le oscillazioni del corpo

 

Questa prima osservazione, può essere già un'informazione utile quando si valuta un soggetto. Infatti un corpo che oscilla in modo importante o in modo anomalo è da considerare perturbato.
Queste suddette oscillazioni sono alterate se il soggetto chiude gli occhi. Si stima che in condizioni fisiologiche, ad occhi chiusi, questi movimenti ondulatori siano più del doppio; ciò perché, eliminando le informazioni provenienti dal recettore oculare, il sistema posturale chiama in gioco meno "adattatori", quindi impiega più energia per mantenere la statica eretta. Se però le oscillazioni ad occhi chiusi sono davvero notevoli, più del dovuto, siamo di fronte ad una problematica che viene "compensata" dagli occhi. Spesso però potrebbe succedere l'inverso: ad occhi aperti il soggetto oscilla drammaticamente e ad occhi chiusi rientra in condizioni di "normalità". In questo caso l'occhio è un elemento perturbatore e spesso con l'utilizzo degli occhiali, le oscillazioni vengono normalizzate. Se questo individuo è già portatore di lenti correttive è bene considerare l'idea di seguire un programma di allenamento con gli occhiali, o, in caso non ne facesse uso, di rimandarlo da un Oculista, che lavora anche in ambito posturale, per valutare l'idea di una lente che corregga il difetto di alterazione della statica.
Il medesimo ragionamento può essere fatto per l'ATM (Articolazione-Temporo-Mandibolare) che in condizione di bocca chiusa può dare delle oscillazioni e in posizione di non occlusione altri risultati. La situazione che altera l'andamento dei movimenti ondulatori è da ricondurre ad una possibile causa perturbante. A tal punto il nostro dovere sarebbe quello di rinviare il soggetto da un Dentista-Ortodonzista, consapevole da un punto di vista posturale, che opterà per un intervento più consono al caso. Sempre in riferimento alla bocca, un parametro assai importante, è la neurofisiologia della lingua che, come molti studi hanno dimostrato (vedi la Terapia Miofunzionale del Dott. Antonio Ferrante), può completamente alterare la postura assumendo una posizione della lingua rispetto ad un'altra; lo si potrebbe verificare facendo assumere svariate posizioni alla lingua stessa e osservarne i cambiamenti.  Ulteriormente si può valutare anche il parametro Vestibolo, infatti se ad occhi chiusi e a bocca aperta le oscillazioni sono incrementate ulteriormente o addirittura se si osserva una perdita dell'equilibrio, è probabile che il soggetto possa presentare come imputato l'apparato vestibolare; quindi nel caso indagare con lo specialista ORL (otorinolaringoiatra). La perdita dell'equilibrio però, oltre al fatto di derivare dal vestibolo o da una compressione nel tratto cervicale è da ricondurre, nei casi più gravi, ad una problematica cerebellare, quindi a livello del cervelletto. In questo caso il Trainer non può fare altro che  mettere al corrente il cliente di quali potrebbero essere le cause del suo problema e di prendere in considerazione l'idea di sottoporsi ad una visita specialistica anche da un Neurologo, qualora l'apparato vestibolare ed il tratto cervicale siano risultati senza problemi.
Ovviamente le deduzioni non sono sempre così semplici come possono sembrare, infatti, spesso identificare differenze nelle oscillazioni è difficile al punto tale da non notare alterazioni. Il più delle volte sono necessari più di 30-60 secondi per apprezzare dei movimenti ondulatori interessanti che ci danno informazioni utili (in ogni caso dipende anche dall'occhio critico dell'osservatore) quindi un'attenta e paziente osservazione torna sicuramente utile.
Saranno richiesti altri test ma il Personal Trainer non è uno specialista, tantomeno deve comportarsi come tale, ma sicuramente come un "educatore fisico" che lavori sulle afferenze ed eventualmente, indicare le linee da seguire in caso si presentino problematiche evidenti; laddove poi, il problema dovesse rientrare nelle sue competenze, allora deve operare con criterio e rigor di logica e non soltanto con il 3x10 alla glutei machine... ponendo la sua attenzione sul ridurre il grasso corporeo o tonificare un sedere fuori forma ...

 

« 1 2 3 4 5 6 7 8 »


ARTICOLI CORRELATI

Cicatrici e PosturaIl personal trainer come PosturologoIl Personal Trainer, i Neuroni Specchio e l’Apprendimento ImitativoPostura: allineamento del bacinoSalute dei Visceri e PosturaTipi di Classi Occlusali e corrispettiva posturaTipi di PosturaVista, Occlusione Dentale e PosturaPosturologo su Wikipedia italianoPosturography su Wikipedia inglesePostura ed Emozione - Correlazione tra atteggiamenti posturali e stabilità emotivaAddominali forti per avere una postura corretta - Livello 1 Molto FacileAllenamento e posturaAllenare o allungare i Muscoli Tonico Posturali e quelli Fasici?Appoggio podalico e apparato stomatognaticoArti inferiori e movimento corporeoArticolo sul progetto: "Postura Corretta Bellezza Perfetta"Benefici del metodo MézièresBiomeccanica della facia profondaBosu per Articolazioni Equilibrio e Postura (Esercizi Facili)condizionamenti neuroassociativi - ginnastica posturale T.I.B. -Condizionamento posturale in acquaConsigli fisici - ginnastica posturale T.I.B. -Controllo posturaleDismetria degli arti inferiori, falsa gamba corta o vera gamba corta?Educare la postura sedutaEsercizi alle macchine sconsigliati alle donneFeldenkrais e posturaGinnastica di massima efficacia - ginnastica posturale T.I.B. -Ginnastica posturale e PosturaGinnastica posturale T.I.B.Ginnastica posturale T.I.B. - Bibliografia -Ginnastica posturale T.I.B. - ginnastica di massima efficacia per l'uomo di oggiGinnastica posturale T.I.B. - Resistenza ed Elasticità -Ginnastica respiratoria e ginnastica posturaleHabitat e stile di vita "artificiali" - ginnastica posturale T.I.B. -Il metodo MézièresIl potere del rilassamento - ginnastica posturale T.I.B. -Importanza dei corretti appoggi podalico ed occlusaleImportanza della posturaInvoluzione posturaleLa rete di tensegrità connettivale - ginnastica posturale T.I.B. -La rieducazione vertebrale con il metodo Feldenkrais ®Metodo Feldenkrais® e postura - Quinta ParteMetodo Feldenkrais® e postura - Seconda ParteMetodo Feldenkrais® e postura - Terza ParteMoto dell'uomo e importanza dell'appoggio podalicoMuscoli Tonico Posturali e FasiciParamorfismi e DismorfismiPosturaPostura Alterata e StretchingPostura e benessere - Appoggio Podalico Scorrettopostura su Wikipedia italianoHuman positions su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 22/11/2016